`Resonating Universes´


Autore disco:

Erdem Helvacioğlu & Şirin Pancaroğlu

Etichetta:

Sargasso (GB)

Link:

www.sargasso.com

Formato:

CD

Anno di Pubblicazione:

2011

Titoli:

1) part 1 2) part 2 3) part 3 4) part 4 5) part 5 6) part 6 7) part 7 8) part 8

Durata:

59:06

Con:

Erdem Helvacioğlu, Şirin Pancaroğlu

post e pre futurismo

x e. g. (no ©)

Torna nel nostro lettore la musica del turco Helvacioğlu, per l’occasione realizzata in compagnia della connazionale Şirin Pancaroğlu, una strumentista piuttosto nota a quelle latitudini che qui si cimenta con arpa, arpa elettrica e arpa turca (o çeng). Una bella sfilata di strumenti antichi (arpa e çeng) e moderni (arpa elettrica) che Helvacioğlu corregge, con piglio futurista, attraverso l’utilizzo di campioni e attraverso le manipolazioni al computer effettuate in tempo reale. Sicuramente interessante, sia nelle premesse sia nello svolgimento, seppure non mi senta di consigliare indiscriminatamente questo CD. Il risultato di tutto quel lavorio è infatti brusco e criptico, privo quasi totalmente delle aperture melodiche alle quali Helvacioğlu ci aveva abituato con i dischi precedenti. Mentre la Pancaroğlu parrebbe infatti in buona disposizione d’animo, il suo compare si avventura nel ruolo del guastafeste, frammentando il tutto in botti, schiamazzi e scampoli di rumore, in una cupa atmosfera di guerra imminente. Ma forse, analizzando la nostra epoca, è questo che ci meritiamo....


click to enlarge!click to enlarge!
Data Recensione: 1/2/2013

`Circles Of Upper And Lower Hell´  

`Silent People´  

`D’ora stella´  

`Witch´ // `The Golden Calf´ // `Il vespaio´  

`New York City´ // `Gaycre (2)´ // `Demain, c’est Paris-Roubaix´  

`Alegrìas y duelos de mi alma´  

`Reliquies´  

`Unbehagen´  

`Zero Brane´  

`Offshore Zone´  

`Volume 3´  

`Kali Yuga´ // `Le filtre à sons – Vol. 1´  

`ﺭﺍﺩﻳﻮ ﺇﺯﺩﺍﻍ´ // `Es Prohibido Cantar´  

`For Arthur Doyle´ // `Osing Trance – Musik Patrol´  

`Tape Crash #12´  

`Andante Plumbeo´  

`Flawless Dust´ // `Scenes From A Trialogue´  

`Dancing Trees´  

`Il Ballo dell’Orso´  

`Reverse Camouflage´  

`Carrion, My Wayward Son …´  

`Uno Todo Tres´  

`The Galilean Moons´  

`Črne Vode / Black Waters / Schwarze Wasser´ // `Let Them Grow´  

`Pow´  

`Place´  

`Dimensioni´ // `Parallelo´  

`Live At La Resistenza´  

`Spannung´  

`Drowning In Wood´  

`Malo´ // `Sacrée Obsession´  

`Veiled´  

`Cartridge Music (musica per testina)´ // `Nassau 1713´  

`Sensorium´  

`Zwischenbrücken´  

`Al-khīmiyya - الخيمياء´  

`Nox Lux´  

`Alchemy To Our Days´  

`Meeting Points´  

`Soundcards 01´  

`eXcavations´ // `Red Blue´  

`OU´  

`Olanda in Due (Live At NovaraJazz Italy 2015)´  

`Tapes Amateurs´  

`Super 8´  

`The Third Season´  

`A Path Made By Walking´  

`Glance And Many Avenues (Live At Apex, Göttingen 2013)´  

`Doropea´  

`Hotend – Do Tell Plays The Music Of Julius Hemphill´  

`Missa Brevis´  

`Tecniche Arcaiche live at Angelica´  

`Why Not´  

`Cacao´  

`Wander´