`Resonating Universes´


Autore disco:

Erdem Helvacioğlu & Şirin Pancaroğlu

Etichetta:

Sargasso (GB)

Link:

www.sargasso.com

Formato:

CD

Anno di Pubblicazione:

2011

Titoli:

1) part 1 2) part 2 3) part 3 4) part 4 5) part 5 6) part 6 7) part 7 8) part 8

Durata:

59:06

Con:

Erdem Helvacioğlu, Şirin Pancaroğlu

post e pre futurismo

x e. g. (no ©)

Torna nel nostro lettore la musica del turco Helvacioğlu, per l’occasione realizzata in compagnia della connazionale Şirin Pancaroğlu, una strumentista piuttosto nota a quelle latitudini che qui si cimenta con arpa, arpa elettrica e arpa turca (o çeng). Una bella sfilata di strumenti antichi (arpa e çeng) e moderni (arpa elettrica) che Helvacioğlu corregge, con piglio futurista, attraverso l’utilizzo di campioni e attraverso le manipolazioni al computer effettuate in tempo reale. Sicuramente interessante, sia nelle premesse sia nello svolgimento, seppure non mi senta di consigliare indiscriminatamente questo CD. Il risultato di tutto quel lavorio è infatti brusco e criptico, privo quasi totalmente delle aperture melodiche alle quali Helvacioğlu ci aveva abituato con i dischi precedenti. Mentre la Pancaroğlu parrebbe infatti in buona disposizione d’animo, il suo compare si avventura nel ruolo del guastafeste, frammentando il tutto in botti, schiamazzi e scampoli di rumore, in una cupa atmosfera di guerra imminente. Ma forse, analizzando la nostra epoca, è questo che ci meritiamo....


click to enlarge!click to enlarge!
Data Recensione: 1/2/2013

`(Per la) Via di casa´  

`The Calendar´  

`карлицы сюита´  

`Zen Crust´  

`Seven Songs For A Disaster´ // `Keep Your Hands Free´  

`Tape Crash #8´ // `Version d’un ouvrage traduit´  

`More Lovely And More Temperate´  

`Monktronik´  

`Lo gnomo e lo gnu´  

`Cagna schiumante´  

`Lottoventisette´  

`in BLOOM´  

`Exploding Views´  

`L’arte della fuga´  

`Venezia non esiste´  

`And The Cowgirls Kept On Dancing´ // `Rotations´  

`TH_X´  

`Solo Flutes´  

`Lingue di fuoco´  

`Hoe Alles Oplost´  

`Matter´ // `Folklor Invalid´  

`The Cold Summer Of The Dead´  

`Canzoni in silenzio´  

`Pinarella Blues´  

`Miserabilandia´  

`Etude Begone Badum´ // `Bone Alphabet´  

`Automitoantologia (1983-2013) – 30 anni di ritagli, rarità e inediti´  

`Era una gioia appiccare il fuoco´  

`Nothing Changes No One Can Change Anything, I Am Ever-Changing Only You Can Change Yourself´  

`Reuze Reuze´  

`Goodmorning Utopia´  

`You Wait To Publish´  

`Birch´  

`Due´  

`Esco un attimo´  

`In Case We’ll Meet´ // `LEM´  

`Quellgeister #1´  

`The Space Lady’s Greatest Hits´  

`Entomologia´ // `Peyrano´  

`Kopfüberwelle´  

`About Farewell´  

`17 Clips´  

`4 Corners´  

`Fuori´  

`Road Works´  

`Man Overboard´  

`Tangeri´  

`Θεόδωρος´  

`Super Human´  

`Hyaena Reading in concerto – Viterbo 14 Marzo 2014´  

`Hipsters Gone Ballistic´  

`LOL-a-bye´ // `Prendi fiato´  

`Tecniche arcaiche´ // `Prima di qualsiasi altra cosa allora si perderà´  

`Self Portrait In Pale Blue´  

`Mikan´  

`The Jackals´  

`Stones No.2´ // `Sternenstaub´  

`Circus´