`L’eccitante attesa´

Autore disco:

Sawara

Etichetta:

autoproduzione (I)

Link:

sawara.bandcamp.com/releases

Formato:

CD

Anno di Pubblicazione:

2017

Titoli:

1) È bello anche aspettarti 2) ANANDA 3) EA 4) Vedo chiaro 5) Io deludo 6) Corri Johnny 7) Il soffitto 8) Alba ad alba 9) È bello anche aspettarti (Mena Rethinked!)

Durata:

33:00

Con:

Fabio Agnesina, Matteo De Capitani, Massimiliano Di Stefano, Davide Galbusera, Chiara Pezzotti, Mattia Scarpa, Maurizio Consonni, Marco Menaballi

un rockautore in bilico (forse troppo)

x porzio catone (no ©)

Sawara, nome ripreso da uno dei personaggi gatteschi di Haruki Murakami, sta un po’ come uno pseudonimo per il cantautore Fabio Agnesina e un po’ a rappresentare il nome del gruppo che lo accompagna, nei dischi come nei concerti. Perché la maggiore particolarità di Agnesina sta proprio in questo, nell’indecisione fra essere un cantautore o essere il leader di un gruppo rock (o pop che dir si voglia). Questa indecisione finisce per rappresentare anche uno degli aspetti più singolari e stimolanti di un disco sospeso fra timbri cristallini e scariche elettriche. Qualche piccolo accorgimento elettronico, più pesante nel remix di È bello anche aspettarti, gioca scherzi modernisti laddove il sitar di Maurizio Consonni, quando è presente, finisce col condonare vecchi sapori psichedelici. Su tutto la voce semirecitante del leader che pare trattata, seppure delicatamente, con il bruschetto.
“L’eccitante attesa” è il terzo disco di Agnesina, a seguire “SawaraNonEsiste” e “Il Tempo Supplementare”, e pur non facendo gridare al miracolo riesce comunque a farsi ascoltare destando un interesse sufficientemente elevato.
Ho però l’impressione che Sawara sia troppo normale per piacere a chi cerca le cose più stravaganti o estreme e troppo stravagante per piacere a quel pubblico che ama le cose fatte e messe lì.


click to enlarge!click to enlarge!
Data Recensione: 12/11/2017

 

`Cascata´ // `Plancton´  

`Hawkward´  

`Innlaandds´  

`Francesco Serra´  

`Homo Ebetis´  

`Fear in the corner - prova aperta´  

`Flow´  

`L’oreficeria´  

`La rete di Indra´  

`Classified´  

`Schwingende Luftsäulen´  

`Manifesto della chimica romantica´  

`AMAS´  

`武士´  

`Piramidi´  

`Wet Cats´  

`One Single Sound´ // `Open To The Sea´ // `Grandpa´  

`Peakock Eyes´  

`Cordonbleux At Nof´  

`Oxyoquet - El Volcán Silencioso (Piezas En Cadencia I-XII)´ // `Kio Ge´ // `Ore´  

`Nafta´  

`Qualcosa mi sfugge´  

`First Metheoretical Bulletin´  

`Nuevo Mundo´  

`One (For [Your Name] Only)´ // `Double Sun´  

`Live At Club Der Polnischen Versager, Berlin 2016´ // `Hyvinkää´  

`L’eccitante attesa´  

`Tra me e il mare´  

`Rûwâhîne´  

`In The Apartment House´  

`Brdo´  

`tl;dl´  

`Don’t Push The Piano Around´  

`Talea´  

`New York – St. Johann´ // `Aural Vertigo´  

`Departure´ // `Air Current´  

`Lucca And Bologna Concerts´  

`Fòrte e Gendìle´  

`Plays Borromean Rings´ // `And Who Sees The Mystery´ // `Nabelóse´  

`Emotional Cabaret´  

`Senza titolo´  

`Ninnenanne´  

`Sampler And Zither´  

`Native Aliens Ensemble´  

`Beautiful Mistakes´  

`Il polmone d’acciaio´  

`Vento di maestrale´  

`SoFaKing´  

`Il grande freddo´  

`A Common Day Was Born´  

`Thalidomusic For Young Babies´  

`Rurale´ // `Fassbinder Wunderkammer´  

`Harpoon´