`Tell No Lies´

Autore disco:

Marraffa, Di Giulio, Guazzaloca, Bernard & Grillini

Etichetta:

Fonterossa Records (I)

Link:

silviabolognesi.com/fonterossa/

Formato:

CD

Anno di Pubblicazione:

2017

Titoli:

1) Anamnesi 2) Bemodai 3) Reflexa 4) Kronstadt 5) Agosto 6) Skulls’ Dance 7) Kronstadt

Durata:

46:12

Con:

Edoardo Marraffa, Gabriele Di Giulio, Nicola Guazzaloca, Luca Bernard, Andrea Grillini

fra amici ….

x mario biserni (no ©)

Un bel quintetto formato da strumentisti che gravitano intorno alla Scuola Popolare di Musica Ivan Illich per un disco registrato e mixato da Andrea Caprara presso il Teatro San Leonardo di Bologna dove si svolge lo storico festival di Angelica e pubblicato sul marchio Fonterossa Records gestito dalla contrabbassista Silvia Bolognesi. Come dire, una cosa fra amici … ma tremendamente seria. Non dire bugie, titolo significativo, racconta di un jazz brillante che raccoglie tradizioni che vanno dalla Chicago dell’AACM alle orchestrazioni di Ellington passando per certo espressionismo noir del Miles Davis di mezzo. I motivi di maggior interesse, naturalmente oltre alle strutture dell’insieme, stanno nei contrasti timbrici e di fraseggio dei due sax (il sopranino di Marraffa e il tenore del Di Giulio), da una parte, e nei limpidi passaggi nei quali i suddetti sax lasciano il trio Guazzaloca – Bernard – Grillini (pianoforte, contrabbasso e batteria) libero di sviluppare il suo gioco.
Un doppio consiglio al lettore è quello di indagare fra i titoli dei brani e nel catalogo della piccola Fonterossa, alla ricerca di qualche verità storica nascosta e di alcuni piccoli gioielli sommersi. Entrambe le cose possono rivelarsi molto utili all’allargamento delle vostre conoscenze e delle vostre coscienze.


click to enlarge!click to enlarge!
Data Recensione: 31/1/2018

`The Spring Of My Life´  

`Edges´  

`Una piccola tregua (Live)´  

`Settembre´  

`Amphibian Ardour´ // `Gleadalec´ // `Emerge´  

`Plastic Fantastic´  

`Z/Rzw-Shiiiiiii´  

`Vegir´  

`Quadrature´  

`Lo stretto necessario´  

`Food Foragers´  

`AB+´  

`Disappearing´  

`Porteremo gli stessi panni´  

`Words Delicate Flight´  

`The Irresistible New Cult Of Selenium´  

`Floatin’ Pieces´  

`Girovago´  

`Un tempo, appena´  

`Inscapes´  

`Ortiche´  

`Maledette rockstar´  

`Exuvia´  

`Le nuvole si spostano comunque´  

`Magic Pandemonio´  

`Omaggio a Marino Zuccheri´  

`Gamelan – Coming & Going´  

`Succi con ghiaccio´  

`Si rompe il silenzio nel giardino delle mandragole´  

`Hide & Squeak´  

`Neve´  

`Kintsugi´  

`Tell No Lies´  

`Cronache carsiche´  

`Piccola Orchestra Artigianale degli Improvvisatori di Valdapozzo´  

`Cascata´ // `Plancton´  

`Lighthouse´  

`Hawkward´  

`Innlaandds´  

`Francesco Serra´  

`Homo Ebetis´  

`Fear in the corner - prova aperta´  

`Flow´  

`L’oreficeria´  

`La rete di Indra´  

`Classified´  

`Schwingende Luftsäulen´  

`Manifesto della chimica romantica´  

`AMAS´  

`武士´  

`Piramidi´  

`Wet Cats´  

`One Single Sound´ // `Open To The Sea´ // `Grandpa´  

`Peakock Eyes´