`Some Thoughts About Shkrang!´

Autore disco:

Mick Beck, Paul Hession & Dave Tucker

Etichetta:

Discus Records (GB)

Link:

www.discus-music.co.uk

Formato:

CD

Anno di Pubblicazione:

2006

Titoli:

1) Archie Shepp 2) Ballroom Dancing 3) Washing 4) Opera 5) Seething 6) Study in C minor

Durata:

45:40

Con:

Mick Beck, Paul Hession, Dave Tucker

elettronica e rock costruiti a colpi di improvvisazione radicale

x sergio eletto

Potremmo sezionare l’identità di “Some Thoughts About Shkrang!’ in due parti (quasi) perfette: un organismo penetrato da sensazioni contrastanti in cui l’improvvisazione radicale, incarnata dalla coppia sax-batteria di Mick Beck e Paul Hession, forma un sottile gioco di ‘scambi’ con l’anima più indiavolata, o rock, di Dave Tucker e con la sua chitarra; tra parentesi, a confermare frequentazioni ‘rocciose’ di quest’ultimo, vengono incontro una serie di trascorsi nel post punk - classe ’78 - in supporto ai Fall di Mark E. Smith.
Le tracce qui ‘esposte’ sono il frutto di alcuni concerti attuati tra Spagna e Inghilterra due anni fa, le quali registrazioni, come solitamente capita in simili entourage (e)sperimentali, sono state in un secondo tempo ri-trattate al laptop dalle mani ‘elettroniche’ di Tucker.
Animo instabile dunque, cannocchiale posto in due postazioni discrepanti: si nutrono sentimenti ‘arditi’ per il free jazz autentico e si architettano tributi di libertà sonora incondizionata, volti con lo sguardo a vecchi leoni di un tempo passato (Archie Shepp). Ma le carte mescolate con velocità, si sa, modificano celermente l’andamento del gioco, portando così a formulare stati d’animo in crescendo, dove la ‘scontrosità’ degli strumenti viene scolpita anche a colpi di elettricità - dominante - e mood elettro / progressive / minimale / lisergico; ben si trovano esempi in ciò tra l’ascolto di Ballroom Dancing, Washing e Study in C minor.
Non potevano combinarsi meglio le poche e dirette parole stampate da presentazione all’interno del cd:
…the Beck/Hession duo is legendary for focus and power. Add Tucker’s spikey guitar/electronics and there’s something striking – Could be hammer blows on anvils, or industrial strife. It’s Unusual and Intense. The best of abstract free and wreckless driving…


click to enlarge!click to enlarge!
Data Recensione: 5/2/2007

`La bottega del suono (Mario Bertoncini. Maestri e allievi.´  

`Depth Sounding´ // `quando ero un bambino farò l’astronauta´  

`Soufifex´  

`Live At Nikodemus Church´  

`Songs from The Eternal Dump´  

`Cosa potrebbe accadere´  

`Avrei Dovuto Odiarti´  

`The Night Of The 13th’ Moon´  

`10, A Brokken Records Special Edition´  

`OAK´  

`Octo´  

`fourtyfour fiftythree´  

`Antinodal´  

`IMAfiction: Portrait # 01 - # 10´  

`Placid´  

`Music For Cat Movies´  

`Air Skin Digger´ // `Sidereal Deconposition Activity´  

`Milano´ // `Sinking Into A Miracle´  

`Light From Another Light´  

`Drift´  

`Repeat Please!´  

`Sum And Subtraction´ // `2. Akt´ // `Utopia´  

`Metaphysics Of Entropy´  

`Chambery´  

`Flares´  

`OPS…!´  

`W´  

`Live At Kühlspot´  

`22:22 Free Radiohead´  

`Dance Mystique´  

`Diciotto´ // `Em Portugal!´ // `A Pearl In Dirty Hands´  

`Livebatts!´  

`Doublethink´  

`Explicit´ // `Clairvoyance´  

`Gratitude´  

`Kalvingrad´  

`Damn! Freistil-Samplerinnen 4 + 5´  

`L’inottenibile´  

`Four Waves´  

`Beats´  

`Vostra Signora Del Rumore Rosa´  

`777+2 Per Aspera Ad Astra´  

`Emblema´  

`Tajaliyat´  

`Moondrive´  

`Collected Wreckages´ // `Shallow Nothingness In Molten Skies´ // `Blind Tarots´  

`Selected Works For Piano And/Or Sound-Producing Media´  

`Triad´ // `Mokita´  

`Syria´  

`Humyth´  

`La spensieratezza´  

`Come tutti gli altri dei´  

`The Cold Plan´  

`Jukebox all’idroscalo´  

`Beautifully Astray´