`Rational Melodies / Bedtime Stories´

Autore disco:

Tom Johnson

Etichetta:

Ants (I)

Link:

www.silenzio-distribuzione.it/ants.htm

Formato:

CD

Anno di Pubblicazione:

2006

Titoli:

1) Rational Melodies I-XXI 2) Bedtime Stories I-XII

Durata:

60:17

Con:

Roger Heaton

il Mozart del minimalismo

x e. g. (no ©)

È sicuramente una grande passione quella che Giovanni Antognozzi della Ants nutre per la musica di Tom Johnson, uno dei minimalisti storici più importanti della seconda generazione, dato che questa è la seconda pubblicazione che gli viene dedicata in un catalogo che brilla, oltre che per il suo stile ineccepibile, per la scelta di effettuare un numero limitatissimo di produzioni (questo è il 12° CD in circa 4 anni). Pur non condividendo con Antognozzi l’entusiasmo per la musica di Johnson, o più precisamente condividendolo solo in una certa misura, devo comunque ammettere che il musicista merita ampiamente lo spazio che gli viene dedicato dall’etichetta romana. Il CD contiene due lunghe composizioni, suddivise in brevi capitoli che raramente superano i due minuti, la prima delle quali è suonata al solo clarinetto mentre la seconda alterna brevi parti recitate (le Bedtime Stories) con motivi strumentali affidati ancora al clarinetto. L’interprete non poteva essere scelto in modo migliore: Heaton, uno dei massimi esperti contemporanei dello strumento, ha infatti già interpretato / collaborato con numerosi autori ed esecutori contemporanei ed ha fatto parte di alcuni fra i più blasonati ensemble che ci sono in circolazione (Ensemble Modern, London Sinfonietta…). Esecuzioni inappuntabili, quindi, per una musica talmente leggera da far pensare al suo autore come ad un Mozart del minimalismo. Inappuntabili, come sempre, le note allegate alla confezione. Il disco è particolarmente consigliato, oltreché agli amanti del genere musicale proposto, a chi è particolarmente attratto dalle calde sonorità lignee del clarinetto.


click to enlarge!click to enlarge!

click to enlarge!click to enlarge!
Data Recensione: 26/1/2007

`La bottega del suono (Mario Bertoncini. Maestri e allievi.´  

`Depth Sounding´ // `quando ero un bambino farò l’astronauta´  

`Soufifex´  

`Live At Nikodemus Church´  

`Songs from The Eternal Dump´  

`Cosa potrebbe accadere´  

`Avrei Dovuto Odiarti´  

`The Night Of The 13th’ Moon´  

`10, A Brokken Records Special Edition´  

`OAK´  

`Octo´  

`fourtyfour fiftythree´  

`Antinodal´  

`IMAfiction: Portrait # 01 - # 10´  

`Placid´  

`Music For Cat Movies´  

`Air Skin Digger´ // `Sidereal Deconposition Activity´  

`Milano´ // `Sinking Into A Miracle´  

`Light From Another Light´  

`Drift´  

`Repeat Please!´  

`Sum And Subtraction´ // `2. Akt´ // `Utopia´  

`Metaphysics Of Entropy´  

`Chambery´  

`Flares´  

`OPS…!´  

`W´  

`Live At Kühlspot´  

`22:22 Free Radiohead´  

`Dance Mystique´  

`Diciotto´ // `Em Portugal!´ // `A Pearl In Dirty Hands´  

`Livebatts!´  

`Doublethink´  

`Explicit´ // `Clairvoyance´  

`Gratitude´  

`Kalvingrad´  

`Damn! Freistil-Samplerinnen 4 + 5´  

`L’inottenibile´  

`Four Waves´  

`Beats´  

`Vostra Signora Del Rumore Rosa´  

`777+2 Per Aspera Ad Astra´  

`Emblema´  

`Tajaliyat´  

`Moondrive´  

`Collected Wreckages´ // `Shallow Nothingness In Molten Skies´ // `Blind Tarots´  

`Selected Works For Piano And/Or Sound-Producing Media´  

`Triad´ // `Mokita´  

`Syria´  

`Humyth´  

`La spensieratezza´  

`Come tutti gli altri dei´  

`The Cold Plan´  

`Jukebox all’idroscalo´  

`Beautifully Astray´