`Spellbound´

Autore disco:

Madame P

Etichetta:

Curor Recordings (GB)

Link:

www.geocities.com/curorcuror

Formato:

CD-R

Anno di Pubblicazione:

2006

Titoli:

1-7) senza titolo

Durata:

27:04

Con:

Patrizia Oliva

la voce della sirena

x e. g. (no ©)

L’ascolto di questo CD da adito ad una doppia soddisfazione: da una parte ritroviamo la voce di una Madame P ‘inverzicolita’ da una splendida verve, dall’altra ritroviamo una registrazione effettuata durante la passata edizione di ‘Scatole Sonore’ in grado di confermare la bontà di quella rassegna. E il fatto che la pubblicazione sia avvenuta in Inghilterra, se pure in CD-R, potrebbe dar stimolo ad un terzo motivo di soddisfazione, soprattutto se consideriamo che parallelamente con essa c’è stata per la ‘tigre di Vigevano’ una calata concertistica in ‘terra d’albione’ mentre si vocifera di una sua collaborazione con John Godbert (degli Skullflower e Vibracathedral Orchestra) che speriamo vivamente di veder andare in porto. Il disco ce la presenta, in linea di massima, nel terreno che le è più congeniale, quello della canzone in forma scarna, seppure a tratti possano individuarsi motivi di artefazione alla Björk od alla Niobe. E magari è proprio questo che esula dalla mia comprensione, il perché a volte si complichi la vita alla ricerca di percorsi artificiosi e contorti quando le cose che più funzionano sono quelle più ‘semplici’ (da non leggere come sinonimo di ‘banali’) come il secondo pezzo, laddove è una sorta di ‘purezza’ vocale a guidare il gioco, a plasmare la melodia, a piegare frasi e parole come fossero giunchiglie, e infine ad intrecciarle in manufatti tanto ‘poveri’ all’apparenza quanto ‘ricchi’ nella sostanza. Sirene si nasce.


click to enlarge!click to enlarge!
Data Recensione: 20/2/2007

`La bottega del suono (Mario Bertoncini. Maestri e allievi.´  

`Depth Sounding´ // `quando ero un bambino farò l’astronauta´  

`Soufifex´  

`Live At Nikodemus Church´  

`Songs from The Eternal Dump´  

`Cosa potrebbe accadere´  

`Avrei Dovuto Odiarti´  

`The Night Of The 13th’ Moon´  

`10, A Brokken Records Special Edition´  

`OAK´  

`Octo´  

`fourtyfour fiftythree´  

`Antinodal´  

`IMAfiction: Portrait # 01 - # 10´  

`Placid´  

`Music For Cat Movies´  

`Air Skin Digger´ // `Sidereal Deconposition Activity´  

`Milano´ // `Sinking Into A Miracle´  

`Light From Another Light´  

`Drift´  

`Repeat Please!´  

`Sum And Subtraction´ // `2. Akt´ // `Utopia´  

`Metaphysics Of Entropy´  

`Chambery´  

`Flares´  

`OPS…!´  

`W´  

`Live At Kühlspot´  

`22:22 Free Radiohead´  

`Dance Mystique´  

`Diciotto´ // `Em Portugal!´ // `A Pearl In Dirty Hands´  

`Livebatts!´  

`Doublethink´  

`Explicit´ // `Clairvoyance´  

`Gratitude´  

`Kalvingrad´  

`Damn! Freistil-Samplerinnen 4 + 5´  

`L’inottenibile´  

`Four Waves´  

`Beats´  

`Vostra Signora Del Rumore Rosa´  

`777+2 Per Aspera Ad Astra´  

`Emblema´  

`Tajaliyat´  

`Moondrive´  

`Collected Wreckages´ // `Shallow Nothingness In Molten Skies´ // `Blind Tarots´  

`Selected Works For Piano And/Or Sound-Producing Media´  

`Triad´ // `Mokita´  

`Syria´  

`Humyth´  

`La spensieratezza´  

`Come tutti gli altri dei´  

`The Cold Plan´  

`Jukebox all’idroscalo´  

`Beautifully Astray´