`Two’s Days / Tuesday´

Autore disco:

Gianni Mimmo & Angelo Contini

Etichetta:

Amirani (I)

Link:

www.amiranirecords.com

Formato:

CD

Anno di Pubblicazione:

2006

Titoli:

1) Solve 2) Naufrage 3) Rifletto 4) Approach 5) Feline 6) Emperor Of The Ice Cream 7) Insects 8) Art 9) Lost Signal 10) Echo’s Bones 11) Alba (mov. 1-2)

Durata:

51:36

Con:

Gianni Mimmo, Angelo Contini

fiato contro fiato

x Andrea Ferraris

Secondo passante nel percorso ‘lungo parete’ dell’Amirani ed uscita che si può collocare nuovamente in ambito jazzistico, direi che la scalata assuma sempre di più la fisionomia di un percorso fatto per gradi: un passo alla volta. Dall’esordio solista di “One Way Ticket” si passa ad un disco in duo che vede faccia a faccia (come esplicitato chiaramente dal concept della grafica) il sax soprano di Gianni Mimmo ed il trombone di Angelo Contini. Per quanto l’apertura di Solve (come anche Approach) offra un incipit più zoppicante e frantumato Naufrage e Rifletto ristabiliscono la forte esigenza di ordine dei due autori, soprattutto nel caso delle composizioni di Gianni Mimmo direi che l’impronta stilistica non si allontani troppo né dal suo disco d’esordio né da altri lavori in cui lo vedremo impegnato di qui a breve (…privilegi dell’anteprima). Sia chiaro che ciò che torna è cifra stilistica perché come avrete modo di sentire ci sono delle sensibili differenze. Mi sembra evidente che in alcune tracce (improvvisate?) l’astrazione ed il rifiuto per ordine/rigore offra una piacevole fotografia del dualismo che emerge in modo esplicito fra le righe di questo lavoro. Se da una parte la struttura e l’esecuzione seguono schemi più consoni alla tradizione jazzistica pre Coleman (Emperor Of The Ice Cream ne fornisce un ottimo spaccato), dall’altra qualche traccia sembra risentire di derive leggermente più libere anche se per nulla ‘free’ soprattutto se il termine vi facesse prefigurare gente come Rosemberg, Andreini, Braxton, De Dyonisio et similis. Giusto per fare dei confronti azzardati (lo dico fin da subito), se accostati ad altri duo come nel caso di Rosemberg e Braxton non solo si può parlare di dischi differenti ma quasi di ambiti differenti, dall’impressione che ho avuto Mimmo e Contini sembrano non vergognarsi per nulla della loro radice, un occhio è decisamente rivolto alla tradizione senza per questo evitare di concedersi la libertà di vagabondare altrove. Se trovavo riduttivo accostare l’esordio di Mimmo a Lacy (per quanto sia saldamente radicato nel suo DNA), questo disco conferma ulteriormente che sia il suo lavoro in solitario sia questo in duo sia in cerca un proprio linguaggio senza per questo rinnegare il proprio background, anzi giusto per fare una citazione di un buon disco di qualche tempo fa spinto da un’idea non conservatrice di ‘tradizione’ potremmo quasi dire che Mimmo e Contini siano ‘In cerca di cibo’.


click to enlarge!click to enlarge!
Data Recensione: 5/3/2007

`Echoes From The Planet´  

`Hipparchus´  

`Autocannibalism´  

`Songs On The Line´  

`Hyperbeatz vol. 1´ // `俳句´ // `Different Constellation´  

`Daily Drone Dream´  

`Combat Joy´  

`Due´  

`The Wroclaw Sessions´  

`Phase Duo´  

`Tracing South´ // `Stereo´  

`Unknown Shores´  

`Schwingende Luftsäulen 2´  

`That Is Not So´  

`Depth Sounding´ // `quando ero un bambino farò l’astronauta´  

`Soufifex´  

`La bottega del suono (Mario Bertoncini. Maestri e allievi.´  

`Live At Nikodemus Church´  

`Songs from The Eternal Dump´  

`Cosa potrebbe accadere´  

`Avrei Dovuto Odiarti´  

`The Night Of The 13th’ Moon´  

`10, A Brokken Records Special Edition´  

`OAK´  

`Octo´  

`fourtyfour fiftythree´  

`Antinodal´  

`IMAfiction: Portrait # 01 - # 10´  

`Placid´  

`Music For Cat Movies´  

`Air Skin Digger´ // `Sidereal Deconposition Activity´  

`Milano´ // `Sinking Into A Miracle´  

`Light From Another Light´  

`Drift´  

`Repeat Please!´  

`Sum And Subtraction´ // `2. Akt´ // `Utopia´  

`Metaphysics Of Entropy´  

`Chambery´  

`Flares´  

`OPS…!´  

`W´  

`Live At Kühlspot´  

`22:22 Free Radiohead´  

`Dance Mystique´  

`Diciotto´ // `Em Portugal!´ // `A Pearl In Dirty Hands´  

`Livebatts!´  

`Doublethink´  

`Explicit´ // `Clairvoyance´  

`Gratitude´  

`Kalvingrad´  

`Damn! Freistil-Samplerinnen 4 + 5´  

`L’inottenibile´  

`Four Waves´  

`Beats´  

`Vostra Signora Del Rumore Rosa´