`Soundcards 01´


Autore disco:

Autori Vari

Etichetta:

Early Morning Melody (A)

Link:

www.earlymorningmelody.com/
maja.klingt.org/
www.brick-5.at/microthol/
lercher.klingt.org/
www.bfleischmann.com/

Formato:

Sound Cards

Anno di Pubblicazione:

2013

Titoli:

1) L’Image de la Solitude n’est pas nette 2) Engaging CyroTech 3) Baigona 4) Wo Jetzt

Durata:

11:00 ca

Con:

Maja Osojnik / Microthol / Daniel Lercher / Bernhard Fleischmann

splendido oggetto da collezione

x Anna Maria Pezzolina (no ©)

Quello della cartolina sonora è un formato antico che, intorno alla fine degli anni ’50, ha avuto anche un suo momento di gloria. Dopo un periodo di decadenza ecco che qualche mente fantasiosa e, spero, lungimirante torna occasionalmente a occuparsene.
In questo caso è un piccolo editore austriaco che ha approntato una deliziosa confezione da collezione con ben quattro di tali cartoline, andando così a indagare attraverso altrettanti artisti alcuni aspetti della musica elettronica contemporanea nel paese del (fu) bel Danubio blu.
Maja Osojnik risiede a Vienna ma è di nazionalità slovena ed è nota come interprete della sua tradizione musicale in chiave contemporanea. Splendida cantante, sa comunque distinguersi anche come arrangiatrice e autrice. Per l’occasione rielabora il III° movimento di Pas de deux, una sua composizione del 2011, nel quale le registrazioni d’ambiente trattate elettronicamente creano un delicato affresco di micro suoni e risonanze. Fareste bene a indagare nel suo sito internet alla ricerca di eventuali gioielli depositati nello scrigno di una produzione piuttosto vasta.
I ritmi dominano invece la sound card elaborata dal duo electro/techno Microthol. Attivi da un bel po’ di tempo, anche per loro si segnala una buona quantità di materiali disponibili per coloro che intendessero approfondirne la conoscenza.
Dovreste conoscere Daniel Lercher, dal momento che ne abbiamo già parlato in più d’una circostanza, e dovreste conoscere la sua musica, un’elettronica oscura e priva di fronzoli, nella cui economia il computer svolge un ruolo da primadonna, bilanciata egregiamente fra noise e musica contemporanea.
Il produttore Bernhard Fleischmann , ben noto presso il pubblico più attento per dischi à la page come “Pop Loops For Breakfast” e “Sidonie EP” (entrambi su Charhizma), chiude la serie con una deliziosa canzone dai suoni vibrati (alla Hurdy Gurdy Man).
Pensate un po’ allo sviluppo che questo tipo di produzioni potrebbero avere nei nostri parchi, musei e siti archeologici se solo le autorità preposte alla gestione di queste strutture ragionassero con occhi puntati all'interesse pubblico e non solo alla propria busta paga.


click to enlarge!click to enlarge!
Data Recensione: 20/1/2016

`Soundcards 01´  

`Tapes Amateurs´  

`Super 8´  

`The Third Season´  

`A Path Made By Walking´  

`Glance And Many Avenues (Live At Apex, Göttingen 2013)´  

`Doropea´  

`Hotend – Do Tell Plays The Music Of Julius Hemphill´  

`Missa Brevis´  

`Tecniche Arcaiche live at Angelica´  

`Why Not´  

`Cacao´  

`Wander´  

`Dream In A Landscape´  

`Song Cycle´  

`URI´  

`Silence Be Alive (生きてこい沈黙)´  

`Silent Carnival´  

`Passage´ // `AOUIE – Bass Clarinet Solo´  

`In The Other House´ // `Perversions Of The Aging Savant´  

`The Clash Of The Titans´  

`Beyond Repair´  

`Capolavoro´  

`Tracce D’Africa´  

`AV.UR.NAV.´  

`Re-Mit´  

`Contra Mundum´  

`Pour en finir´ // `New Vocabulary´  

`Upper Hell´  

`Outta Kali Phobia´  

`Visible Music For Unheard Visions´  

`A Heart That Responds From Schooling´  

`Ultrasonic Bathing Apparatus´ // `Tape Crash #10´  

`Radici´  

`Multiple´  

`Sotto assedio´ // `Il giorno delle altalene´ // `Endless Tapes EP´  

`Adesso´  

`Natura Morta´ // `Blind Sun New Century Christology´ // `Dust & Mirrors´  

`Pareti nude´  

`Germanotta Youth´  

`All Impossible Worlds´  

`Cloudriding´  

`More Nasty´ // `Svimmelhed´ // `Residual Ugly´  

`Il formicaio´ // `Nagual´ // `Hyppopotàmus´  

`DIE´ // `S’Û´  

`La Solitudine del Sole´ // `Fino alla fine della notte´  

`Greetings´  

`La prima volta´  

`Difference Engines´  

`Crudité´  

`Naked Wolf´ // `Buiten Dienst´  

`Matrice´  

`Madrigali´  

`Governo Laser´  

`Burnout (August Sessions)´  

`Digital Kind Of Guy´