`Scimmie´


Autore disco:

Luigi Porto

Etichetta:

Snowdonia (I) / Cineploit (A)

Link:

www.snowdonia.it/
www.cineploit.com

Formato:

CD / LP / DL

Anno di Pubblicazione:

2014

Titoli:

1) Scimmie Ouverture: I. Processo - II. Cane Mangia Cane - III. Ioduro Di Potassio 2) Nel parco (including Coda) 3) Distaste 4) Le vespe 5) Casal bruciato 6) Monodia del Pusher (part I) 7) Monodia del Pusher (part II) 8) Distaste II 9) Cecilia o la danza spinata 10) Bogoroditse djevo

Durata:

42:15

Con:

Mirko Onofrio, Claudia Pochini, Manuel Real, Luke A. Pirozzo, Rupert Frank jr., Stefano Amato, Leonardo Vilardi, Giovanni Azzinnari, Alessio Vilardo, Stefano Amato, James Waldo, Carmen D'Onofrio, Betlehem Gidom, Lorenzo Oliva, Andrea Cosentino, Vincenzo Biondo, Mattia Tenuta, Giuseppe De Bartolo, Mr. Dead, Antonio Fratto, Francesco Caruso, Uka Gameiro

di tutto in un solo cupo, ricco e complesso disco

x Matteo Uggeri

Da tempo non recensisco dischi. Non ricevo neppure più i demo. Me li mandano in digitale, e mi passa la voglia. Invece Snowdonia insiste. Persiste. Persevera. E così mi son trovato questo digipack nella casella della posta, con una bella copertina rossa, delle scimmie, e un bel titolo.
Chi mi conosce sa che il catalogo dell’etichetta siciliana non è dei miei preferiti (se si escludono cose come Balbo o K-Konjog, che amo molto), infatti loro mica me li mandano tutti i dischi. Forse però sapevano che questo qui mi sarebbe piaciuto. Ci hanno azzeccato. È splendido. Prodotto in maniera eccelsa, “Scimmie” è la colonna sonora di un omonimo film sperimentale (Romano Scavolini, "L'apocalisse Delle Scimmie") che non mi è dato vedere, ma non è un peccato, dato che la musica è sufficientemente ben fatta e immaginifica da reggere l’ascolto senza immagini (come ogni musica dovrebbe essere). La cosa che più colpisce è l’estrema varietà, data anche dalla folta presenza di ospiti per fortuna non illustri ma perfettamente azzeccati. Così ecco il rap di Mr. Dead, i gorgheggi lirici di Carmen D’Onofrio o il recitato/cantato di Betelehem Gidon e mille altre cose.
Il difetto che possiamo trovare al disco è che a dispetto ai tanti cambi stilistici non corrispondono altrettanti cambi di registro o di mood, ma del resto è probabilmente voluto che l’atmosfera respirata in tutti i minuti del disco sia parecchio cupa. Del resto, moltissima della più colta musica contemporanea lo è.
Recensire questo lavoro complesso e che ha richiesto tanti anni di impegno è anche un’occasione per sottolineare come spesso fare della musica valida sia anche questione di impegno e lavoro duro: pensate solo a cosa può aver significato coordinarsi con tutti i tantissimi collaboratori del disco il cui elenco trovate sopra, e soppesare i loro contributi, inserirli, elaborarli, farli suonare ‘assieme’ anche se a distanza, e avrete un’idea dello sforzo che sta dietro a un piccolo capolavoro discografico. Ricordatelo quando scaricate un mp3 in pochi secondi.


click to enlarge!click to enlarge!
Data Recensione: 3/12/2014

`Scimmie´  

`David´  

`Obsession´ // `Guns of Brixton´  

`Artists´  

`The Seven Inch Series Vol. 1´ // `The Seven Inch Series Vol. 2´ // `The Seven Inch Series Vol. 3´  

`मेम वेर्म [mema verma]´  

`The Calendar´  

`(Per la) Via di casa´  

`Dannato´  

`карлицы сюита´  

`Zen Crust´  

`Seven Songs For A Disaster´ // `Keep Your Hands Free´  

`Tape Crash #8´ // `Version d’un ouvrage traduit´  

`More Lovely And More Temperate´  

`Monktronik´  

`Lo gnomo e lo gnu´  

`Cagna schiumante´  

`Lottoventisette´  

`in BLOOM´  

`Exploding Views´  

`L’arte della fuga´  

`Venezia non esiste´  

`And The Cowgirls Kept On Dancing´ // `Rotations´  

`TH_X´  

`Solo Flutes´  

`Lingue di fuoco´  

`Hoe Alles Oplost´  

`Matter´ // `Folklor Invalid´  

`The Cold Summer Of The Dead´  

`Canzoni in silenzio´  

`Pinarella Blues´  

`Miserabilandia´  

`Etude Begone Badum´ // `Bone Alphabet´  

`Automitoantologia (1983-2013) – 30 anni di ritagli, rarità e inediti´  

`Era una gioia appiccare il fuoco´  

`Nothing Changes No One Can Change Anything, I Am Ever-Changing Only You Can Change Yourself´  

`Reuze Reuze´  

`Goodmorning Utopia´  

`You Wait To Publish´  

`Birch´  

`Due´  

`Esco un attimo´  

`In Case We’ll Meet´ // `LEM´  

`Quellgeister #1´  

`The Space Lady’s Greatest Hits´  

`Entomologia´ // `Peyrano´  

`Kopfüberwelle´  

`About Farewell´  

`17 Clips´  

`4 Corners´  

`Fuori´  

`Road Works´  

`Man Overboard´  

`Tangeri´  

`Θεόδωρος´  

`Super Human´  

`Hyaena Reading in concerto – Viterbo 14 Marzo 2014´  

`Hipsters Gone Ballistic´