`Saillances´ // `MétamOrphée´

Autore disco:

Nicolas Souchal & Fred Marty // Nicolas Souchal, Julien Martin, Sylvain Marty & Diemo Schwarz

Etichetta:

Free Sonne (F)

Link:

www.musique-en-friche.com/

Formato:

CD

Anno di Pubblicazione:

2019

Titoli:

1) Amorce 2) Telluriques 3) Affins 4) Répercussion 5) Asinités 6) Regain 7) Sédimentation // 1) Vif-argent 2) Mi-sommeil 3) Descente 4) Eurydice 5) Orphée sans fin

Durata:

47:05 // 39:05

Con:

Nicolas Souchal, Fred Marty // Nicolas Souchal, Julien Martin, Sylvain Marty, Diemo Schwarz

una piccola A.A.C.M. dal centro della francia

x mario biserni (no ©)

E` un dato di fatto che una grossa percentuale della produzione indipendente di musica sperimentale avviene su piccole etichette gestite dagli stessi musicisti (e non sto qui a menarvela se ciò sia giusto o no, sul fatto che i musicisti dovrebbero fare i musicisti e i discografici i discografici, semplicemente prendo atto di una realtà di fatto che non sono certo io, e neppure voi, in grado di cambiare o correggere). Un aspetto positivo di questa contingenza sta nell`emergere di musicisti e piccole scene musicali che un discografico, causa il loro scarso potere commerciale, non si sarebbe mai preso la briga di pubblicare. Free Sonore è un piccolo marchio legato all`eponima associazione e al collettivo Musique en Friche stanziato a Clemont-Ferrand, Francia, e animato soprattutto dal trombettista Nicolas Souchal. Dello stesso è possibile trovare traccia anche in un disco della benemerita Creative Sources nel quale si affianca a nostre vecchie conoscenze tipo Ulrich Phillipp, Elena Margarita Kakaliagou e Hannah Marshall. Souchal è un decostruttore dallo stile caldo e brioso che, pur non proponendo nulla di particolarmente originale o innovativo, non sfigura affatto se accostato a mostri sacri del genere quali Axel Dörner o Greg Kelley.
Questi due dischetti lo raffigurano a fianco del contrabbassista Fred Marty e nel contesto di un ensemble comprensivo di percussioni, voce ed elettroniche.
Chiaramente è il duo che riesce a fotografare più nitidamente lo strumentista, e un compagno d`avventura altrettanto valido, in tutte le numerose sfaccettature dei loro stili. E “Saillances” è quindi preferibile, ma di poche once, a un “MétamOrphée” dove le individualità vengono sacrificate alle esigenze dell`insieme.
Ma qui entriamo in un altro campo, che riguarda la sfera dei gusti personali, come negli anni `70 sarebbe stato nel dare la preferenza a un disco in solo di Roscoe Mitchell piuttosto che a uno dell`Art Ensemble of Chicago, laddove il motivo principale stava invece nell'esistenza di un`associazione come l`A.A.C.M.. Così in questo frangente il motivo pregnante sembra stare nella segnalazione di una piccola associazione che, stando a questi due interessanti documenti sonori, sta lavorando piuttosto bene.
Lunga vita all`Association Free Sonne.


click to enlarge!click to enlarge!

click to enlarge!click to enlarge!
Data Recensione: 14/11/2020
  Torna al Menù Principale
 Archivio dell'anno 2020 ...

`Amphibian Ardour´ // `Gleadalec´ // `Emerge´  

`22:22 Free Radiohead´  

`Livebatts!´  

`Doublethink´  

`OPS...!´  

`Dance Mystique´  

`Diciotto´ // `Em Portugal!´ // `A Pearl In Dirty Hands´  

`Sum And Subtraction´ // `2. Akt´ // `Utopia´  

`W´  

`Live At Kühlspot´  

`Metaphysics Of Entropy´  

`Chambery´  

`Flares´  

`Milano´ // `Sinking Into A Miracle´  

`Light From Another Light´  

`Drift´  

`Repeat Please!´  

`IMAfiction: Portrait # 01 - # 10´  

`Placid´  

`Music For Cat Movies´  

`Air Skin Digger´ // `Sidereal Deconposition Activity´  

`Octo´  

`fourtyfour fiftythree´  

`Songs from The Eternal Dump´  

`Antinodal´  

`The Night Of The 13th` Moon´  

`10, A Brokken Records Special Edition´  

`OAK´  

`Cosa potrebbe accadere´  

`Avrei Dovuto Odiarti´  

`Depth Sounding´ // `quando ero un bambino farò l`astronauta´  

`Soufifex´  

`La bottega del suono (Mario Bertoncini. Maestri e allievi.)´  

`Live At Nikodemus Church´  

`Tracing South´ // `Stereo´  

`Unknown Shores´  

`Schwingende Luftsäulen 2´  

`That Is Not So´  

`Hyperbeatz vol. 1´ // `俳句´ // `Different Constellation´  

`Due´  

`The Wroclaw Sessions´  

`Phase Duo´  

`Daily Drone Dream´  

`Combat Joy´  

`Echoes From The Planet´  

`Hipparchus´  

`Autocannibalism´  

`Songs On The Line´  

`Live At L`Horloge´  

`O`er The Land Of The Freaks´  

`Do. So´  

`Saillances´ // `MétamOrphée´  

`Live At Torrione Jazz Club´  

`Rise´  

`The Treasures Are´ // `Up And Out´ // `The Balderin Sali Variations´  

`Astonishment´  

`La Louve´  

`Suites And Seeds´ // `Extended — For Strings And Piano´ // `Zeit´  

`Dropping Stuff And Other Folk Songs´  

`Amore per tutti´