`Rumpus Room´

Autore disco:

Luca Collivasone & Gianni Mimmo

Etichetta:

Amirani (I)

Link:

www.amiranirecords.com

Formato:

CD

Anno di Pubblicazione:

2020

Titoli:

1) Township Ecstasies 2) Whirling Semà 3) Swooning Benefit 4) As You Certainly Know 5) Nattmara 6) Severe 7) Beyond Turbulence 8) Longing Of A Dragonfly

Durata:

31:31

Con:

Luca Collivasone, Gianni Mimmo

ai vertici della New Wave of Jazz

x mario biserni (no ©)

Non sembra essere il momento migliore per pubblicare la recensione di questo disco madornale. Il caldo, le ferie, il ritorno del covid, tutto sembra complottare per distogliere l`attenzione dei potenziali lettori. D`altronde non potevo rinviare ulteriormente, dato che è ormai da diverso tempo che “Rumpus Room” mi occhieggia da sopra la scrivania.
L`incontro fra il sax soprano di Gianni Mimmo e l`intonarumori di Luca Collivasone possiede tutti i crismi del disco epocale.
Collivasone può essere definito un novellino, è relativamente poco consistente la sua presenza nel mondo discografico, pure affronta quest`avventura con il piglio del musicista ultranavigato. Nello stesso momento presenta però il gusto effervescente dei frutti di nuova maturazione, dovuto al fatto che è un neofita pure in relazione a una collaborazione di questo tipo.
Gianni Mimmo, diversamente, è un musicista con alle spalle una considerevole discografia, un numero elevato di concerti e una rete diffusa di collaborazioni. La sua popolarità travalica ormai da tempo i confini nazionale e, in primo luogo, non è nuovo a simili escursioni fuori dal seminato (da intendere come in terra incolta, e quindi con un significato estremamente positivo). Voglio qui ricordare, a tal proposito, le collaborazioni con Xabier Iriondo. Il confronto con il cacophonator di Collivasone rappresenta per lui, comunque e nonostante ciò, un`esperienza nuova particolarmente stimolante. Oserei dire che “Rumpus Room” è per Mimmo quello che per Anthony Braxton era stato il “Time Zones” con Richard Teitelbaum.
L`approccio melodioso al rumore dell`uno e l`approccio lievemente dissonante alla melodia dell`atro trovano in questi appunti un punto d`incontro in perfetto equilibrio.
Sorprendente. Dischi come questo riconciliano con il piacere di ascoltare la musica.


click to enlarge!click to enlarge!
Data Recensione: 16/7/2021
  Torna al Menù Principale
 Archivio dell'anno 2021 ...

`Live In Pisa'  

`Colorless Green Ideas Sleep Furiously´  

`D C´  

`Kaczynski Tape Sessions - The Urban Tape´  

`Laylet el Booree´  

`Devotion´ // `Kammern I-V´ // `As If You Were Here´ // `Glassware´ // `Kimmig - Studer - Zimmerlin And George Lewis´  

`Live At B-Flat´  

`Sul Filo´  

`Celante´  

`Busy Butterflies´  

`The Next Wait´  

`Awake´ // `Timewise´  

`Wood(Winds) at Work´  

`The Whole Thing´  

`Poem Pot Plays Pantano´  

`Composition O´  

`είμαρμένη´ // `Kaczynski Tape Sessions - The Commercial Tape´  

`L`inizio della neve´  

`Left Hand Theory (Live At Il Torrione)´  

`Ebbs And Flow´ // `Staggered Twisted Angled´  

`Another Year Is Over, Let`s Wait For Springtime´  

`Fellini 100 I Compani 35´  

`Memory Loss´  

`Other Colors´  

`Collectable Items´  

`Duos & Trios´  

`Sleepless Nights / Lysergic Mornings´ // `Impressioni organizzate di ansie liquide´  

`Rumpus Room´  

`CEPI Meets HIC´  

`Prèludes´  

`The Last Five Minute´  

`Out For Stars´  

`Collera City´  

`Harraga´  

`Namatoulee´  

`Passato, presente, nessun futuro´  

`Liquid Identities´  

`Vocabularies´  

`Blue Horizon´