`The Organ Of Corti´

Autore disco:

taus

Etichetta:

L`Innomable (SLO)

Link:

www.linnomable.com

Formato:

CD

Anno di Pubblicazione:

2007

Titoli:

1) the organ of corti

Durata:

51:59

Con:

Tim Blechmann, Klaus Filip

rette parallele che si incontrano

x Alfredo Rastelli

Ottima l`etichetta slovena L`Innomable che pian pianino si è ritagliata un suo posto nell`ambiente avant europeo grazie ad una serie di uscite interessanti in cui sono stati coinvolti artisti di primo pelo (su tutte la collaborazione Dorner/Capece e la simil orchestra di Mark Wastell). In ultimo, abbiamo tra le mani il duo Tim Blechmann & Klaus Filip, nel loro progetto denominato taus (scritto in piccolo): “The organ of corti” è una lunga traccia, tocca i cinquanta minuti, che vive però di diversi momenti, senza continuità , divisi da lunghe fasi di silenzio. Gli elettronics di Blechmann e Filip viaggiano insieme tracciando linee parallele che percorrono però territori opposti, rumoroso l`uno, melodico l`altro (certo minimalismo storico), soprattutto nella parte iniziale, in cui le sonorità dei due si sovrappongono ma rimanendo di fatto autonome; via via che ci si addentra nel disco le personalità di Blechmann e Filip vengono però ad incontrasi sul comune terreno dell`elettronica minimale, fino a confondersi in un silenzio non-definitivo da cui, come un elettrocardiogramma sonoro, lentamente ed inesorabilmente si torna a mandare segnali vitali.


click to enlarge!click to enlarge!
Data Recensione: 1/7/2008

`Aterraterr´  

`Katacombe Vol. 3´  

`In Vivo´  

`Eight Pieces For The Buchla 100 Series´  

`Cabrioles cérébrale et accidents psychotiques´  

`2013 – 2021 dal diario di Luigi La Rocca, Cittadino´  

`A Secret Code´ // `Echolocation´  

`Avvolgistanti´  

`Elements´  

`Blues Pour Boris´  

`The Other Lies´  

`Kora´  

`Over The Ridge´  

`Nut´  

`Medusa Dreaming´  

`Melancholia´ // `Cure And Mound´  

`Justinian Intonations´  

`Transmitter´  

`Fernweh´  

`Totale!´  

`Post Jazz Chamber Music´  

`Pulsioni Oblique Vol. 2´ // `Hardboiled´  

`Cirrus´  

`Saca Los Cuernos al Sol´  

`Approximately Grids With A Plan´  

`Eris I Dysnomia´ // Ixtlahuaca´ // ‘Box Of Black´  

`Beats The Plague´  

`Parallelism´  

`Mother Afrika´  

`Non Dweller´ // `Erosion´  

`Music For A Different Room´  

`Thrīe Thrēo Drī ´  

`Reverse Drift / Reverse Charge´  

`An Established Color And Cunning´  

`Postcard From A Trauma´  

`Notturno´  

‘Nova esperanto (l’album perduto del 2006)´  

`Duo Sutera Novali´  

`Absum´  

`Convex Mirrors´  

`Township Nocturne´  

`Let It Fall´// `Does The Moon Not Dream´  

`Special Adaptations Volume 1´  

`Kranenburg Tree´  

`Nothing´  

`Subtle Matters´  

`WE3´  

`Solos And More At Studio 304´  

`Bureau´  

`Dawn Ceremony For Dreadful Days´  

`Der Verboten´  

`Two Sing Too Swing´ // `Two Creams Too Scream´  

`Monólogos a Dois´ // `Solo Acoustic Guitar Improvisations I´  

`Jar’a´  

`Altbüron´