`Ritual For Expansion´

Autore disco:

Magliocchi, Metcalfe & Wacrenier

Etichetta:

Le Fondeur de Son (F)

Link:

lefondeurdeson.com/

Formato:

CD

Anno di Pubblicazione:

2020

Titoli:

1) Ritual Before And After The Rain 2) Ritual For Expansion On The Wing Of A Song In 9/8 3) The Flight Of Breaths And Voices 4) Interlude Before Dawn 5) Ritual Of The Unknown

Durata:

39:31

Con:

Marcello Magliocchi, Neil Metcalfe, Paul Wacrenier

l`africa riscritta

x mario biserni (no ©)

Registrato nel Settembre 2018 in Austria, a Heiligenkreuz im Lafnitztal, “Ritual For Expansion” è un CD d`improvvisazione libera inscenata da un trio italo-franco-inglese composto dal batterista Marcello Magliocchi, dal pianista Paul Wacrenier e dal flautista Neil Metcalfe. L`interazione fra i tre sembra avere come massimi punti di riferimento la tradizione del jazz tedesco, la tradizione del jazz inglese (quello influenzato dalla presenza dei transfughi sudafricani) e la tradizione di quella musica afroamericana che negli anni Settanta venne definita come jazz dei loft. Pensate un po` a un ipotetico trio con Paul Lovens alla batteria, Keith Tippett al pianoforte e Julius Hemphill al flauto. Vagamente, perchè dagli anni Settanta di tempo ne è passato, varie tenzoni si sono susseguite e i tre componenti di questo trio hanno una loro prorompente personalità che tutto deve e nulla deve ai maestri del passato. La maschera in copertina, il titolo e l`utilizzo di uno strumento come la Mbira, da parte di Wacrenier, sono tutti elementi che fanno pensare a una forte influenza di Madre Africa. E, in effetti, tale influenza è ben presente. Ma è sminuzzata dai tre, filtrata attraverso un`attitudine tipicamente ascrivibile al fai da te e all`artigianato musicale fin de siècle.

Prossimamente: “Archytas Curve” di Koch, Kocher & Badrutt; “Oltre il cielo alberato” di Odla; “Libertè Égalitè Fraternité” dei Dalgoo; “la Signora Marron” di Franzoni & Zamboni; “Electric Music” di John White ...


click to enlarge!click to enlarge!
Data Recensione: 22/1/2021

`Subtle Matters´  

`WE3´  

`Solos And More At Studio 304´  

`Bureau´  

`Dawn Ceremony For Dreadful Days´  

`Der Verboten´  

`Two Sing Too Swing´ // `Two Creams Too Scream´  

`Monólogos a Dois´ // `Solo Acoustic Guitar Improvisations I´  

`Jar’a´  

`Altbüron´  

`Microstorie´  

`Sleeping Beauty´  

`A Few Steps Beyond´  

`Thing Music´  

`Zacharya´  

`I.´ // `Lonely Hymns And Pillars Of Emptibess´  

`Spoken´  

`The Complete Yale Concert, 1966´  

`Aforismen Aforisme Aforismes´  

`Blonk, Mallozzi & Vandermark´  

`Different Roots´  

`Schwingende Luftsäulen 3´  

`Beats´ // `Phylum´  

`Derivatives’ // `Haerae´  

`Room For The Moon´ // `Гибкий график´  

`Electric Music´  

`Jin-Brebl-Concert´  

`Kavel´  

`Libertè Égalitè Fraternité´  

`La signora Marron´  

`Live´ // `An Evening In Houston´  

`Archytas Curve´  

`Oltre il cielo alberato´  

`Alimurgia´  

`La Chiamata´  

`Ritual For Expansion´  

`Sketches For Violin And Vinyl´  

`Isopleths´  

`Take The Long Way Home´  

`Strell´  

`Music For Organ´  

`Brittle Feebling´  

`Materia´ // `Triptych (Tautological)´  

`Uncle Faust´  

`Frankenstein´  

`Beyond The Tranceries´  

`Don`t Worry Be Happy´  

`Infected Burst´  

`Tracce XX´  

`Spime 2019´  

`The Hovering´  

`Canto Fermo´  

`Anasyrma´  

`Live´  

`Colmorto´