`Thing Music´

Autore disco:

Erin Demastes

Etichetta:

eh? (USA)

Link:

www.erindemastes.com
www.youtube.com/watch?v=i8asHKj7F6A
publiceyesore.bandcamp.com/album/thing-music
www.publiceyesore.com

Formato:

MC

Anno di Pubblicazione:

2020

Titoli:

1) Pink 2) Orange 3) Yellow 4) Green 5) Blue 6) Purple 7) Red

Durata:

31:12

Con:

Erin Demastes

tape, mon amour

x mario biserni (no ©)

Questa giovanissima autrice americana sembra destinata a un luminoso futuro. Lo fa pensare, oltre alla qualità delle sue proposte, uno spirito d’iniziativa al di sopra della media. Basta entrare nel suo sito per scoprire una bottega d’arte di delizievole artigianeria. Cambiate poi quadro e passate a You Tube dove sui piccoli oggetti posizionati nel desco la casualità e gli interventi dell’artista si spartiscono in equa misura la responsabilità nell’organizzazione dei suoni. Cambiate di nuovo quadro collocandovi su Bandcamp dove è possibile ascoltare per intero i sette brani della cassetta, brani le cui sequenze sonore sono state associate ad altrettanti spettri di colore con una sensibilità tipicamente femminile. In Erin Demastes la propensione all’intonazione dei rumori, prettamente futurista, si sposa con un’attitudine artigianale alla Harry Partch e con un ingegneria proto-meccanica che fa pensare a Pierre Bastien. Composto, registrato, mixato e masterizzato da lei stessa nel suo studio domestico. Se questo non è DIY.

Prossimamente: “Zacharya” degli Uassyn; “Jar’a” di Paolo Angeli; “Altbüron” dei The Workers; “Microstorie” degli St.ride; “Sleeping Beauty” del Srdjan Ivanovic Blazin’ Quartet; “Dawn Ceremony For Dreadful Days” dei Tikkun; “Two Sing Too Swing” degli Sparkle In Grey; “WE3” dei WE3; “Solos And More At Studio 304” di Alex Riva; “Bureau” di Giulio Aldinucci & Matteo Uggeri; “Special Adaptations Volume 1” di Alex Levine: Special Adaptations; “Absum” di Osvaldo Coluccino; “Nothing” di Gianni Lenoci & Franco Degrassi …


click to enlarge!click to enlarge!
Data Recensione: 22/8/2021

`Subtle Matters´  

`WE3´  

`Solos And More At Studio 304´  

`Bureau´  

`Dawn Ceremony For Dreadful Days´  

`Der Verboten´  

`Two Sing Too Swing´ // `Two Creams Too Scream´  

`Monólogos a Dois´ // `Solo Acoustic Guitar Improvisations I´  

`Jar’a´  

`Altbüron´  

`Microstorie´  

`Sleeping Beauty´  

`A Few Steps Beyond´  

`Thing Music´  

`Zacharya´  

`I.´ // `Lonely Hymns And Pillars Of Emptibess´  

`Spoken´  

`The Complete Yale Concert, 1966´  

`Aforismen Aforisme Aforismes´  

`Blonk, Mallozzi & Vandermark´  

`Different Roots´  

`Schwingende Luftsäulen 3´  

`Beats´ // `Phylum´  

`Derivatives’ // `Haerae´  

`Room For The Moon´ // `Гибкий график´  

`Electric Music´  

`Jin-Brebl-Concert´  

`Kavel´  

`Libertè Égalitè Fraternité´  

`La signora Marron´  

`Live´ // `An Evening In Houston´  

`Archytas Curve´  

`Oltre il cielo alberato´  

`Alimurgia´  

`La Chiamata´  

`Ritual For Expansion´  

`Sketches For Violin And Vinyl´  

`Isopleths´  

`Take The Long Way Home´  

`Strell´  

`Music For Organ´  

`Brittle Feebling´  

`Materia´ // `Triptych (Tautological)´  

`Uncle Faust´  

`Frankenstein´  

`Beyond The Tranceries´  

`Don`t Worry Be Happy´  

`Infected Burst´  

`Tracce XX´  

`Spime 2019´  

`The Hovering´  

`Canto Fermo´  

`Anasyrma´  

`Live´  

`Colmorto´