Klima (intervista con Angèle David-Guillou)    
di Matteo Uggeri


English version on
Chain D.L.K.




I love the train for writing lyrics, the Eurostar in particular seems very inspirational.
Driving a car is more appropriate for experimenting with vocals and melody, no one can hear me and I
can sing as loud as I want without any on complaining...



In un panorama musicale dove le donne sembrano ormai avere successo solo se sono delle quasi modelle, è comunque possibile che una ragazza dalla voce splendida ed espressiva, capace di suonare svariati strumenti e, oltretutto, molto bella, non sia popolare quanto Amy Whinehouse (che peraltro io pure apprezzo). Forse perché non si droga (o magari sì, ma non lo dà a vedere), non suona una musica ammiccante, non ha particolare fortuna, o forse perché dal 1999 va a braccetto con un gruppo mutante e bizzarro come i Piano Magic di Glen Johnson. Ama il lambrusco, ha in comune con gli amici post-rocker la passione per le musiche malinconiche e una sincera spontaneità.
Con il suo ultimo disco a nome Klima (assieme a lei Philippe Lenzini alla chitarra e Jerome Tcherneyan - anche lui già Piano Magic – batteria, percussioni ed elettronica) ci ha regalato una delle migliori perle del 2007, tra influenze new wave, un tocco di radici biologiche nella canzone francese e suoni ed arrangiamenti moderni che forse non dispiacerebbero al bel Thom Yorke (di cui è grande fan).
L’abbiamo intervistata per scoprire che oltre a tutto quanto detto in precedenza è anche decisamente simpatica. Credo non potremmo chiedere di più.


Da quel che vedo nei tuoi concerti, sembra che tu ti diverta davvero a suonare dal vivo. È sempre stato così? Per esempio, per la maggior parte dei tour dei Piano Magic tu non li hai accompagnati: si trattava di una questione di tempo o forse di timidezza?
Come ti senti nell'interpretare le parole di qualcun altro?
Ho uno strano status nei Piano Magic. Sono una collaboratrice ricorrente ma non sono uno dei membri permanenti. Il mio andare in tour con loro dipende dalla mia disponibilità ma anche principalmente dal tipo di concerti che vogliono fare. I brani che canto per i PM sono generalmente tranquilli e si adattano ad un certo tipo di posti ed atmosfere. La mia presenza ha più senso se i PM decidono di suonare in piccoli ed intimi teatri piuttosto che su enormi palchi in festival estivi all'aperto. Alla fine penso che sia parecchio gradevole per l'audience il non sapere cosa aspettarsi quando vanno a vedere i Piano Magic. Ad ogni modo adoro suonare dal vivo, e mi sono particolarmente goduta il nostro ultimo tour con Klima e Piano Magic.

Quindi pensi che la tua voce sia scelta per canzoni tendenzialmente tranquille? Non dipende dai testi?
I testi sono certo molto importanti ma possono qualche volta giusto essere adattati se si decide che io debba cantare una precisa canzone.
Non c'è nessuna vera pianificazione. Tutto viene fuori mentre si lavora sulla canzone. E mi piace anche fare del rock, ma la più parte delle volte lo faccio con altri progetti come Ginger Ale per esempio.
Con i PM, una volta che una canzone è stata scritta dirò "voglio cantare questo brano", ed è stato per esempio il caso di Disaffected, dove originariamente nella versione demo cantava Glen. Qualche volta le canzoni vengono scritte con già in mente la mia interpretazione o specialmente per me, cosa molto piacevole.
I testi di Glen sono bellissimi, quindi è un vero piacere cantarli. Ovviamente ho un forte legame con la musica dei PM e con le persone del gruppo; alcuni di loro li conosco ormai da quasi 10 anni, quindi penso di conoscere piuttosto bene le loro emozioni. Non sento il loro mondo come separato rispetto al mio.

Hai in qualche modo bisogno di 'sentire' quelle dei PM, come un'attrice si cala nella parte che deve interpretare?
Sono d'accordo, cantare una canzone è un po' come recitare nel senso che mentre canti devi andare in cerca di emozioni che tu hai dentro per poi trasmetterle attraverso parole. Ma non è recitare, nel senso che non è falso (o almeno non dovrebbe esserlo), altrimenti non funziona. Non devo calarmi in una parte quando canto i testi di Glen, attraverso le sue parole vado in cerca di emozioni che penso trascorrano già dentro di me.

Ecco una domanda che ho posto anche a Glen: una delle cose che ho apprezzato nel vedervi dal vivo (parlo sia di Klima che di Piano Magic) è il vostro stile, il comportamento che avete sul palco. A dispetto di musica malinconica e spesso testi tristi, voi sembrate davvero persone simpatiche ed ironiche.
Gli esseri umani sono animali complessi, siamo raramente unidimensionali... Grazie a Dio non sono (né lo è Glen) completamente la persona che esprimo/esprimiamo attraverso le canzoni. Sarebbe terribile altrimenti!
La mia musica certamente riflette una certa parte della mia personalità ma è lontana dal rappresentarla tutta. Se la gente che viene a vedermi dal vivo può restare sorpresa da quanto sorrido e rido... i miei amici sono invece spesso sorpresi da quanto alcune delle mie canzoni siano tristi!
E comunque cosa ci potrebbe essere di deprimente nel suonare di fronte ad un bel pubblico nella splendida Italia?

Parlami dei tuoi di testi ora. Sembrano davvero personali e profondi, ma la cosa che apprezzo di più è il gran senso di speranza che brilla attraverso di essi ("...c'è sempre una seconda possibilità...")
Certamente non sono pessimista. Penso sempre che ci sia una luce alla fine del tunnel, non importa quanto scuro sia.

Come nascono in genere i tuoi brani?
Non c'è una regola precisa. Qualche volta comincio con una semplice melodia vocale, qualche volta da una linea di basso, una parte di chitarra, di piano o solo un ritmo. Qualche volta ho un’idea per i testi prima. Il più delle volte comunque i testi vengono dopo la musica e specialmente dopo che ho messo giù le basi per una melodia vocale. Adoro i treni per scrivere i testi, l'Eurostar in particolare sembra molto stimolante.
Guidare una macchina invece è più appropriato per sperimentale con la voce e le melodie, nessuno può sentirmi e posso cantare forte quanto mi pare senza che nessuno si lamenti...

Avevo sentito della tua intenzione di fare un CD come Klima molto tempo prima che fosse realizzato. Come mai ha preso così tanto tempo?
In verità avevo in mente il progetto dal 2000 ma sono stata molto occupata con la band francese Ginger Ale (due tour ed un album) e poi con i PM. Avevo poi bisogno di un'etichetta, che non è mai facile da trovare. Ho provato a trovare un contratto prima in Francia per poi finalmente trovare i tipi di Peacefrog nel 2004.
Sono anche un po' perfezionista, cosa che ha reso il processo di registrazione e mixaggio un po' più lungo di quanto ci aspettassimo. Non si registra il proprio primo album tutti i giorni e volevo essere coinvolta in ogni stadio della produzione, per sentirlo completamente mio. Per il prossimo disco comunque voglio fare molto più in fretta! Se tutto va bene sarà pubblicato l'anno prossimo.

Nel tuo disco di debutto mi sono piaciuti anche i suoni e la produzione: so che Jerome è molto importante nei PM su questo lato, è lo stesso per Klima? Sembra tu abbia un buon feeling con lui, anche sul palco, anche se è divertente vedere te che sorridi di continuo e lui che sembra serissimo mente suona!
Oh sì, Jerome prende il suo lavoro con Klima davvero molto seriamente! E mi sgrida quanto scherzo troppo sul palco!
Lui ha giocato una parte essenziale nella produzione di questo primo disco. Ha lavorato per ore con me trasformando i miei demo in pezzi strutturati ed arrangiati. Non sarebbe stato possibile senza di lui.

Tu suoni vari strumenti e sei un'ottima cantante... hai studiato musica a lungo?
Sono andata a scuola di musica da quando avevo 5 anni fino ai 15 ed ho imparato a suonare il piano classico e teoria musicale... suona molto serio ma ho dimenticato la maggior parte delle cose che ho imparato!
Semplicemente amo gli strumenti musicali, sia guardarli che suonarli... Non appena ne vedo uno che non ho mai visto prima vorrei comprarlo. È davvero eccitante suonare uno strumento. È come imparare una nuova lingua straniera. Vorrei suonare degli archi, sto pensando di imparare.

Non ho mai visto video di Klima... hai intenzione di farne uno? Oppure anche tu, come Glen, non ami troppo essere fotografata o filmata?
Non sono come Glen, sebbene io voglia avere un certo controllo sulla mia immagine, e non vedo il valore di una schifosa registrazione di un concerto su internet. Stranamente però vorrei che qualcuno avesse filmato il nostro ultimo tour con i PM, ma nessuno lo ha fatto.
Ho lavorato su diversi progetti per dei video ma nessuno è ancora finito. Se ne potrebbe vedere uno online prima dell'estate comunque.

So che una delle tue canzoni è stata usata per uno spot televisivo! Come è successo? Ti piacerebbe realizzare qualche colonna sonora per film come hanno fatto i PM?
No, non è affatto come la colonna sonora di un film! Non metterei mai pubblicità e film sullo stesso livello! E non ho scritto la canzone per lo spot, ne hanno usata una che già esisteva.
Penso che lo spot sia carino, e non rovina la mia canzone. Inoltre non reclamizza una pasta lavamani ma un profumo fighetto, cosa che preferisco.
Quando una canzone viene usata per una pubblicità c'è sempre la possibilità che abbia successo perché viene ascoltata un sacco, ma c'è anche quella che sia per sempre associata con lo spot. Nel mio caso, la clip è così corta che non accade né l'una né l'altra cosa! Quindi in relazione a questo sono davvero soddisfatta.

Quali sono i tuoi gusti personali in musica e film? Sei anche tu una fan della 4AD, degli anni ottanta e degli eroi new wave come Glen? Ascoltando Ginger Ale si ha l'impressione che tu sia influenzata dalla chanson française e dal pop melodico...
Sono francese e penso di essere stata influenzata in qualche modo dalla musica e dai gusti francesi, ma in generale non sono una fan della chanson, sebbene io riconosca un valore in qualcuna di esse.
Mi piacciono molto la 4AD e la musica degli anni ’80, ma la musica che mi ha formato penso sia più quella dei ’60 e dei ’70, con persone come Leonard Cohen, Neil Young, Simon & Garfunkel, e band rock come i Sonic Youth. Mi piacciono anche l’elettronica e l’ambient, di cui apprezzo Kraftwerk, Brian Eno, Aphex Twin, etc... la lista è lunga!

Quali sono I tuoi hobby al di fuori della tua vita musicale? Giardinaggio, cucina…?
Mi piace cucinare, e mi piacerebbe dedicarmi al giardinaggio ma senza un giardino è difficile…
Poi tutte le cose fai da te: costruire i mobili Ikea, riparare un tostapane o imbiancare un muro sono cose che mi rendono felice per un’intera giornata!

Eccoci alla domanda più comune alla fine dell’intervista: piani per il futuro?
Spero di pubblicare il prossimo disco di Klima nel 2009. Sto lavorandoci proprio ora. Ci saranno altre collaborazioni con i Piano Magic nel 2008, e possibilmente un nuovo Ginger Ale ma credo il prossimo anno. Per ora è tutto e non mi sembra male.

Sulle collaborazioni, c’è qualcuno con cui vorresti collaborare? Neil Young? Art Garfunkel? Aphex Twin? Robbie Williams?
Strana lista… Robbie Williams è probabilmente in riabilitazione mentre parliamo. Ho poi sempre preferito Paul Simon ad Art Garfunkel… Bene, non mi spiacerebbe neppure un duetto con Leonard Cohen o Nick Cave e se chiunque dei Radiohead fosse così disperato da voler suonare nel mio prossimo disco ne sarei onorata.

Ok, allora se un giorno intervisto Thom Yorke gli dico che vuoi suoanre con lui…
Sì, se lo fai ti sarò riconoscente a vita!


links:
www.myspace.com/contactklima
www.myspace.com/mygingerale
www.piano-magic.co.uk



ANGOLI MUSICALI 2016  
  Torna al Men Principale
 Archivio dell'anno 2013 ...

The Blue Notes (con un'intervista a Roberto Bellatalla)  

АукцЫон / Леонид Фёдоров  

nudi, crudi e a basso volume  

Intervista a Michele Mazzani e Aldo Becca (Palustre Records)  

Piano Magic (intervista con Glen Johnson)  

Klima (intervista con Angèle David-Guillou)  

Airportman (intervista)  

iosonouncane (intervista)  

Yannick Franck  

dario buccino  

Ni Vu Ni Connu (Claudia Triozzi)