`Rise´

Autore disco:

Papiro

Etichetta:

Solar Ipse Audio House (I)

Link:

www.thenewnoise.it/
www.facebook.com/papiro.music/
shop.plattfon.ch/PAPIRO-Rise
papiro.bandcamp.com/album/rise
soundcloud.com/marcopapiro

Formato:

CD

Anno di Pubblicazione:

2019

Titoli:

1) Anestax 2) Habidi Lom 3) Leossa 4) Ov Fiatina 5) Phazo

Durata:

57:23

Con:

Marco Papiro

suoni per lo spazio infinito

x mario biserni (no ©)

Solar Ipse è una zine cartacea oltreché, molto occasionalmente, un piccolo marchio discografico. Ci eravamo occupati in precedenza di due sue pubblicazioni ed ecco che, a qualche anno di distanza, torniamo a interessarcene per questo CD dell’italo-svizzero Papiro. Dietro un’immagine che vagamente ricorda il “Chinese Restaurant” dei Chrisma si nasconde una musica che racchiude soluzioni fra minimalismo, ambient elettronico e isolazionista, musiche cosmiche, psichedelia, colonne sonore, e tanto tanto space sound (non senza qualche piccola influenza rumorista che, a tratti, fa capolino fra le righe). Il tutto creato con synth, soprattutto, più qualche altro suono trttato elettronicamente. L’ultimo brano dura 17:16 ma nella confezione la durata è riportata con il simbolo ∞. Un po’ come nel “Metal Machine Music” di Lou Reed, seppure il giochino dell’ultimo solco chiuso, com’è nel vinile, nel CD non si può fare, o almeno credo, e l’unico sistema per mettere in pratica l’effetto infinito dovrebbe essere quello di programmare il brano in loop. Dopo esserci così soffermati anche su una sfumatura tecnica, torniamo sui contenuti di un disco che ha tutte le caratteristiche per conquistare gli appassionati dei generi musicali sopra citati. Se poi andate a spulciare un po’ in rete (discogs e quant’altro) potrete scoprire che non si tratta di un musicista di primo pelo ma di un musicista navigato con varie realizzazioni sia a suo nome sia in altri progetti. "Rise" è disponibile anche in formato digitale e per un ascolto in straming.


click to enlarge!click to enlarge!
Data Recensione: 12/11/2020
  Torna al Men Principale
 Archivio dell'anno 2020 ...

`Amphibian Ardour´ // `Gleadalec´ // `Emerge´  

`22:22 Free Radiohead´  

`Livebatts!´  

`Doublethink´  

`OPS…!´  

`Dance Mystique´  

`Diciotto´ // `Em Portugal!´ // `A Pearl In Dirty Hands´  

`Sum And Subtraction´ // `2. Akt´ // `Utopia´  

`W´  

`Live At Kühlspot´  

`Metaphysics Of Entropy´  

`Chambery´  

`Flares´  

`Milano´ // `Sinking Into A Miracle´  

`Light From Another Light´  

`Drift´  

`Repeat Please!´  

`IMAfiction: Portrait # 01 - # 10´  

`Placid´  

`Music For Cat Movies´  

`Air Skin Digger´ // `Sidereal Deconposition Activity´  

`Octo´  

`fourtyfour fiftythree´  

`Songs from The Eternal Dump´  

`Antinodal´  

`The Night Of The 13th’ Moon´  

`10, A Brokken Records Special Edition´  

`OAK´  

`Cosa potrebbe accadere´  

`Avrei Dovuto Odiarti´  

`Depth Sounding´ // `quando ero un bambino farò l’astronauta´  

`Soufifex´  

`La bottega del suono (Mario Bertoncini. Maestri e allievi.)´  

`Live At Nikodemus Church´  

`Tracing South´ // `Stereo´  

`Unknown Shores´  

`Schwingende Luftsäulen 2´  

`That Is Not So´  

`Hyperbeatz vol. 1´ // `俳句´ // `Different Constellation´  

`Due´  

`The Wroclaw Sessions´  

`Phase Duo´  

`Daily Drone Dream´  

`Combat Joy´  

`Echoes From The Planet´  

`Hipparchus´  

`Autocannibalism´  

`Songs On The Line´  

`Live At L’Horloge´  

`O’er The Land Of The Freaks´  

`Do. So´  

`Saillances´ // `MétamOrphée´  

`Live At Torrione Jazz Club´  

`Rise´  

`The Treasures Are´ // `Up And Out´ // `The Balderin Sali Variations´  

`Astonishment´  

`La Louve´  

`Suites And Seeds´ // `Extended ● For Strings And Piano´ // `Zeit´  

`Dropping Stuff And Other Folk Songs´  

`Amore per tutti´