`Riverboat Styx´

Autore disco:

Blues Control

Etichetta:

Fuckittapes

Link:

www.fuckittapes.com
www.myspace.com/bluescontrol

Formato:

cassetta

Anno di Pubblicazione:

2006

Titoli:

1) Riverboat Syx 2) Rolling Fog Blues

Durata:

28:12

Con:

Lea Cho, Russ Waterhouse

più cassette per tutti

x andrea queirolo

Incredibile ma vero: c'é ancora chi fa uscire le proprie fatiche su musicassetta. Sono diverse le etichette dedite a questo tipo di consuetudine e la Fuckittapes è una delle più gettonate. La vastità musicale e le proposte del catalogo svariano alquanto, pur mantenendosi su standard qualitativi decisamente bassi per quanto concerne la produzine del suono. Eppure le piccole speranze non mancano nenanche qua, nell'ameno e fantastico mercatino delle cassette a tiratura iper-limitata. Gli sconosciuti Blues Control, Lea Cho e Russ Waterhouse, sono una di queste sbandate realtà. Provenienti da New York, i due sono gli autori di un blues acido e melmoso dipanato in due lunghe jam differenti che vanno ad occupare i lati della cassetta. Il suono è decisamente povero, ma riesce comunque ad avvolgere l'ascoltatore e l'atmosfera tra una batteria che da precisa si fa sempre più sfocata, o mentre uno sbilenco ma orecchiabile pianoforte s'interseca con una chitarra aspra e costantemente in evoluzione. Rolling Fog Blues, sul lato b, è sicuramente più contemplativa e assume i tratti somatici di una vera e propria space-jam con la chitarra che si schiude sotto un velo di manipolazioni per poi inabissarsi e soffocare sotto quello che, all'apparenza, sembra un organo. La tragedia sta nel fatto che questa uscita è limitata a cento copie che vanno via come l'acqua; letteralmente.


click to enlarge!click to enlarge!
Data Recensione: 12/2/2007

`Echoes From The Planet´  

`Hipparchus´  

`Autocannibalism´  

`Songs On The Line´  

`Hyperbeatz vol. 1´ // `俳句´ // `Different Constellation´  

`Daily Drone Dream´  

`Combat Joy´  

`Due´  

`The Wroclaw Sessions´  

`Phase Duo´  

`Tracing South´ // `Stereo´  

`Unknown Shores´  

`Schwingende Luftsäulen 2´  

`That Is Not So´  

`Depth Sounding´ // `quando ero un bambino farò l’astronauta´  

`Soufifex´  

`La bottega del suono (Mario Bertoncini. Maestri e allievi.´  

`Live At Nikodemus Church´  

`Songs from The Eternal Dump´  

`Cosa potrebbe accadere´  

`Avrei Dovuto Odiarti´  

`The Night Of The 13th’ Moon´  

`10, A Brokken Records Special Edition´  

`OAK´  

`Octo´  

`fourtyfour fiftythree´  

`Antinodal´  

`IMAfiction: Portrait # 01 - # 10´  

`Placid´  

`Music For Cat Movies´  

`Air Skin Digger´ // `Sidereal Deconposition Activity´  

`Milano´ // `Sinking Into A Miracle´  

`Light From Another Light´  

`Drift´  

`Repeat Please!´  

`Sum And Subtraction´ // `2. Akt´ // `Utopia´  

`Metaphysics Of Entropy´  

`Chambery´  

`Flares´  

`OPS…!´  

`W´  

`Live At Kühlspot´  

`22:22 Free Radiohead´  

`Dance Mystique´  

`Diciotto´ // `Em Portugal!´ // `A Pearl In Dirty Hands´  

`Livebatts!´  

`Doublethink´  

`Explicit´ // `Clairvoyance´  

`Gratitude´  

`Kalvingrad´  

`Damn! Freistil-Samplerinnen 4 + 5´  

`L’inottenibile´  

`Four Waves´  

`Beats´  

`Vostra Signora Del Rumore Rosa´