`Terrestrial Journeys´

Autore disco:

Gilbert Galindo

Etichetta:

Neuma Records (USA)

Link:

neumarecords.org

Formato:

CD

Anno di Pubblicazione:

2023

Titoli:

1) Spunk 2) Echoes Of The Divine 3) Let’s Begin 4) Though Your Footsteps Were Unseen 5) Lost In The Caves 6) Imagined Passions 7) My Soul Waits 8) Not The Light, But The Fire That Burns: The Glow That Flickers 9) Not The Light, But The Fire That Burns: Deep Blue 10) Not The Light, But The Fire That Burns: Burn!

Durata:

70:20

Con:

Jeff Hudgins, Daniel Lippel, Clara Kim, Gregory Chudzik, Giancarlo Latta, Maren Rothfritz, Clare Monfredo, Kathleen Supové, Thomas Piercy, Chris Graham, Sean Statser

dategli un ascolto

x mario biserni (no ©)

Disco dal titolo suggestivo ma fuorviante poiché quelli che propone Galindo sono viaggi esclusivamente spirituali, nulla a che fare con l’esplorazione fisica del pianeta o con i trip di pinkfloydiana memoria. Questo texano di sangue hispanico che, tra l’altro, svolge anche un’attività da dj nei club newyorchesi si chiede, e ci chiede, dove stiamo andando in questi anni difficili e lo fa attraverso otto composizioni musicali che miscelano tejano, jazz e musica da camera in sospensione fra romanticismo e modernità. Composizioni musicali segnate da una mestizia profonda, dove drammaticità e sofferenza paiono caratteri propriamente latini, che sembrano innanzitutto voler smascherare l’assenza d’amore. Tre di queste composizioni sono studi per strumento solista (violino, clarone e pianoforte), una è per un immancabile quartetto d’archi, una per trio con pianoforte, una per quartetto con pianoforte e infine le due scritture più originali ad aprire e chiudere il disco: la prima per un gruppo d’impostazione più jazz-rock con sax alto, chitarra elettrica, violino e contrabbasso e l’altra per un trio con due percussioni e un pianoforte (quest’ultima rappresenta anche il frangente più sperimentale del CD). Tutto sommato “Terrestrial Journeys” è un disco di buona fattura che merita di essere ascoltato.

Prossimamente: “Live at De Roze Tanker” // “Left Side Right” di Oğuz Büyükberber & Tobias Klein // Lothar Ohlmeier & Tobias Klein; “An Artist’s Life Manifesto” di Fin, Caliumi, Fochesato, Battaglia, Masetto & Mampreso; “Quadrivium” di Edmun Campion; “Zanshou Glance At The Tide” di Yoko Miura & Gianni Mimmo; “Ochotona Calls” di Eva-Maria Karbacher; “The Quietest Of Whispers” di Evan Ware; “Due Mutabili” // “Cadenza del Crepuscolo” del Sestetto Internazionale // di Hughes, Mimmo, Schlechta & Volqartz; “Sound In Time” di Blaž Švagan; “Live At Pariser Platz” di AoA Impro Group; “Kinesis” del Galan Trio; “Praznina / Emptiness” di Iztok Koren; “Driven – Live At Roadburn” del Martina Verhoeven Quintet; “Chance And Change” del Blue Lines Trio; “Innesto” & “Pragma” del Rumore Austero; “Kissós” di Nicolò Francesco Faraglia; “Project Encore – Vol. 1” di Timothy McAllister & Liz Ames; “Thirtynine Fiftyfive” di C/W/N; “Recoil” di Henkel Carlson Hall; “Remember” di Jeremy Beck; “The Hills Shout” di Jacques Demierre; “Woven Territories” di Bryan Day & Dereck Higgins; “Pandemia” di Collin J Rae / Red Gnein Sextet; “Active Observation” dei Genera …


click to enlarge!click to enlarge!
Data Recensione: 28/1/2024

`Ornettiana´ // `Monk On Viola´  

`Ochotona Calls´  

`Zanshou Glance At The Tide´  

`OSSI – Album Su LP´  

`Quadrivium´  

`An Artist’s Life Manifesto´  

`Terrestrial Journeys´  

`Uragano´  

`Live at De Roze Tanker´ // `Left Side Right´  

`Tetrapylon´  

`Orchid Music´ // `Green Album´  

`333´  

`From Solstice To Equinox´ // `Starlight And Still Air Reworked´ // `Out Of Standard!! – Italia 11´  

`All The Way Down´  

`Twofold´ // `Made Out Of Sound´ // `Decameron´  

`Conjugate Regions´  

`Wells´  

`Spiralis Aurea´  

`Black Holes Are Hard To Find´  

`Níjar´  

`Songs in Time of Plague´  

`Austin Meeting´  

`Arkinetics´  

`Shirwku´  

`Le Jardin Sonore´ // `TMR´  

`Folk! Volume 1´ // `Folk! Volume 2´  

`Ilta´  

`Sings´  

`Tempoo´  

`After The Storm (complete recordings)´  

`Virus´  

`Blue Horizon´  

`Hide Nothing´ // `BeforeThen´  

`Signals´  

`You’re Either Standing Facing Me Or Next To Me´ // `Yurako´ // `My Lord Music, I Most Humbly Beg Your Indulgence In The Hope That You Will Do Me The Honour Of Permitting This Seed Called Keiji Haino To Be Planted Within You´  

`The Soundtrack Of Your Secrets´  

`Transmutation Of Things´  

`Run, The Darkness Will Come!´ // `Fetzen Fliegen´ // `Two Sides Of The Moon´  

`Double Exposure´  

`People And Places´  

`Landscapes And Lamentations´  

`The Living, The Dead, The Sleepers And The Insomniacs´  

`White Eyes´  

`Rainforest IV´  

`In Otherness Oneself´ // `Soothe My Soul, Feed My Thought´  

`Pan Project´