`Uragano´

Autore disco:

Perforto

Etichetta:

Torto Editions (I)

Link:

www.torto.biz

Formato:

CD

Anno di Pubblicazione:

2023

Titoli:

1) Quarter 2) Blade Runner 3) Tonques 4) Frostrotremoj 5) Proprius Dolor 6) Over S

Durata:

37:41

Con:

Ola Rzepka, Łukasz Marciniak

10, 20, 30 torto editions!!!

x mario biserni (no ©)

In questo mondo aziendalizzato la Torto Editions brilla di luce propria, e brilla proprio perché non fa nulla per brillare, e più cerca di nascondersi, più la sua luce risplende e illumina il panorama asfittico e imprenditorializzato che la circonda. La Torto Editions si muove sottotono, senza grandi proclami o dichiarazioni d’intenti. Fare, e fare bene, sembra essere l’unica stella polare che guida il suo percorso. Senza quei calcoli che rendono subdola e cinica la condotta dei piccoli e grandi aziendalisti. Scegliendo cosa produrre con la mano sul cuore, e non sul portafoglio, i responsabili della piccola casa discografica genovese vanno a pescare fuori da quei circuiti che assicurano maestose recensioni, piazzamenti nelle playlist e vendite garantite. Scelte che, secondo una logica aziendalista, appaiono assolutamente sconsiderate. Quanta grana pensate sia possibile racimolare, per esempio, producendo un CD del duo polacco Perforto, che già nel nome sembra avere qualcosa di respingente. Peccato che un disco così è destinato a rimanere appannaggio di una piccola nicchia, peccato davvero perché si tratta di uno dei dischi più interessanti che ho ascoltato nell’anno appena trascorso. Ola Rzepka e Łukasz Marciniak, pianoforte preparato e chitarra elettrica, sembrano capovolgere gli iter di un processo creativo. Mentre in molta musica materica si parte dai suoni concreti per lavorarli e renderli musicali, in “Uragano” si rendono materici e onomatopeici dei suoni estratti da strumenti musicali di tipo tradizionale. Quella dei due è una ricerca intorno ai suoni sporchi, compressi e sordi, esaltando frastuoni e crepitii, tanto che in alcuni tratti par di sentire il traffico in una pista ciclabile e in altri un convegno di picchi muratori nella foresta di Białowieża. Non dovete però pensare a qualcosa di truce perché i due sanno regalare, ad esempio in Tonques e Frostrotremoj, momenti di quella quiete notturna che permette ai suoni di stagliarsi ancor più nitidi e inquietanti nel silenzio che li circonda. Nell’ultimo brano, invece, le note cadono nel vuoto come mazzate dando così libero sfogo alle risonanze. “Uragano” è un disco di free jazz dove il jazz si è perso per strada lasciando il senso di libertà sovrano di esplodere alla potenza più elevata.

Prossimamente: “Terrestrial Journeys” di Gilbert Galindo; “Live at De Roze Tanker” // “Left Side Right” di Oğuz Büyükberber & Tobias Klein // Lothar Ohlmeier & Tobias Klein; “An Artist’s Life Manifesto” di Fin, Caliumi, Fochesato, Battaglia, Masetto & Mampreso; “Quadrivium” di Edmun Campion; “Zanshou Glance At The Tide” di Yoko Miura & Gianni Mimmo; “Ochotona Calls” di Eva-Maria Karbacher; “The Quietest Of Whispers” di Evan Ware; “Due Mutabili” // “Cadenza del Crepuscolo” del Sestetto Internazionale // di Hughes, Mimmo, Schlechta & Volqartz; “Sound In Time” di Blaž Švagan; “Live At Pariser Platz” di AoA Impro Group; “Kinesis” del Galan Trio; “Praznina / Emptiness” di Iztok Koren; “Driven – Live At Roadburn” del Martina Verhoeven Quintet; “Chance And Change” del Blue Lines Trio; “Innesto” & “Pragma” del Rumore Austero; “Kissós” di Nicolò Francesco Faraglia; “Project Encore – Vol. 1” di Timothy McAllister & Liz Ames; “Thirtynine Fiftyfive” di C/W/N; “Sound In Time” di Blaž Švagan; “Remember” di Jeremy Beck; “The Hills Shout” di Jacques Demierre; “Woven Territories” di Bryan Day & Dereck Higgins; “Pandemia” di Collin J Rae / Red Gnein Sextet; “Active Observation” dei Genera …


click to enlarge!click to enlarge!
Data Recensione: 26/1/2024

`Mycelium´ // `The Asocial Telepathic Ensemble´  

`Chance And Change´  

`Driven (Live At Roadburn 2022)´  

`Trónco´  

`Kinesis´ // `Kinesis, Vol. 2´  

`Live At Pariser Platz´  

`Praznina / Emptiness´  

`Transient´ // `HerbstReise´  

`Sound In Time´  

`Due Mutabili´ // `Cadenza del Crepuscolo´  

`Ornettiana´ // `Monk On Viola´  

`The Quietest Of Whispers´  

`Ochotona Calls´  

`Zanshou Glance At The Tide´  

`OSSI – Album Su LP´  

`Quadrivium´  

`An Artist’s Life Manifesto´  

`Terrestrial Journeys´  

`Uragano´  

`Live at De Roze Tanker´ // `Left Side Right´  

`Tetrapylon´  

`Orchid Music´ // `Green Album´  

`333´  

`From Solstice To Equinox´ // `Starlight And Still Air Reworked´ // `Out Of Standard!! – Italia 11´  

`All The Way Down´  

`Twofold´ // `Made Out Of Sound´ // `Decameron´  

`Conjugate Regions´  

`Wells´  

`Spiralis Aurea´  

`Black Holes Are Hard To Find´  

`Níjar´  

`Songs in Time of Plague´  

`Austin Meeting´  

`Arkinetics´  

`Shirwku´  

`Le Jardin Sonore´ // `TMR´  

`Folk! Volume 1´ // `Folk! Volume 2´  

`Ilta´  

`Sings´  

`Tempoo´  

`After The Storm (complete recordings)´  

`Virus´  

`Blue Horizon´  

`Hide Nothing´ // `BeforeThen´  

`Signals´