`Tutto Bano´

Autore disco:

X-Mary

Etichetta:

Wallace (I), Escape From Today (I), Smartz (I), I Dischi Di Plastica (I), Tafuzzy (I), Rebel Kid (I), Trovarobato (I), Noiseville (I), Untouchable Woman (I), Lemming (I), No-fi Recordings (I), Mastro Titta (I)

Link:

www.xmary.net
www.wallacerecords.com

Formato:

LP + CD

Anno di Pubblicazione:

2009

Titoli:

1) explosion 2) voglio gatto panceri 3) gin tonic 4) magù 5) anti-antagonismo 6) la playa 7) stasera la luna 8) s.t. 9) robot dance 10) black power 11) piccolo molle 12) tu non canti più con noi 13) stai scherzando con la droga 14) joshua 15) scappo negli anni 50 16) explosion

Durata:

25:00 ca / 24:27

Con:

Cristiano, Luca F, Luca D, Mattia

pop a trecentosessanta gradi

x Alfredo Rastelli

Il nuovo disco degli X-Mary viene pubblicato in vinile con cd incorporato, un`operazione che ricorda la terza uscita degli Shellac, svariati anni fa. La differenza è che qui il cd ha anche la custodia anche se con una grafica leggermente diversa dall`elleppì. Le differenze finiscono qua? Neanche per sogno. Conoscendo (musicalmente parlando, ovvio) gli X-Mary mi è subito saltata la proverbiale mosca al naso e mi sono quindi dato all`ascolto di entrambi i supporti. Ebbene, in barba alle note del cd e del vinile che sono perfettamente identiche, entrambi i supporti contengono una canzone in più, ovviamente non la stessa (inoltre, nel vinile è collocata alla fine del primo lato, mentre nel cd, in coda a tutto) e che, visti i trascorsi della band, potrei intitolare, con poco sforzo di fantasia da parte mia, rispettivamente `hassan, madonna e dio` e `famiglia vaffanculo`.
Per il resto, tutto perfettamente in regola: “Tutto bano” sforna canzoni in forma di pillola con l`effetto immediato di stamparsi in testa al secondo ascolto. Qui la sintesi è ancora più estrema, pochi accordi, pochissime frasi di testo, spesso ridotte solo al ritornello e a volta manco a quello, ma con una carica rock invidiabile; c`è il punk (anti-antagonismo; famiglia vaffanculo), il pop (magù; stai scherzando con la droga) e il pop-punk (voglio gatto panceri), la ballata folk (scappo negli anni 50), gli immancabili latinismi (la playa), gli ibridi rock con inflessioni jazz e wave (stasera la luna), la proto-dance (explosion; robot dance) e le influenze black (black power). Il tutto in meno di venticinque minuti.
Ripetere l`exploit di “A tavola con il principe”, che per qualità e dimensioni resta irraggiungibile, non è impresa facile, e se c`è una pecca in questo disco sta forse proprio nel confronto con quel disco che rappresentava indubbiamente una pazzesca novità .


click to enlarge!click to enlarge!
Data Recensione: 11/11/2009

`Subtle Matters´  

`WE3´  

`Solos And More At Studio 304´  

`Bureau´  

`Dawn Ceremony For Dreadful Days´  

`Der Verboten´  

`Two Sing Too Swing´ // `Two Creams Too Scream´  

`Monólogos a Dois´ // `Solo Acoustic Guitar Improvisations I´  

`Jar’a´  

`Altbüron´  

`Microstorie´  

`Sleeping Beauty´  

`A Few Steps Beyond´  

`Thing Music´  

`Zacharya´  

`I.´ // `Lonely Hymns And Pillars Of Emptibess´  

`Spoken´  

`The Complete Yale Concert, 1966´  

`Aforismen Aforisme Aforismes´  

`Blonk, Mallozzi & Vandermark´  

`Different Roots´  

`Schwingende Luftsäulen 3´  

`Beats´ // `Phylum´  

`Derivatives’ // `Haerae´  

`Room For The Moon´ // `Гибкий график´  

`Electric Music´  

`Jin-Brebl-Concert´  

`Kavel´  

`Libertè Égalitè Fraternité´  

`La signora Marron´  

`Live´ // `An Evening In Houston´  

`Archytas Curve´  

`Oltre il cielo alberato´  

`Alimurgia´  

`La Chiamata´  

`Ritual For Expansion´  

`Sketches For Violin And Vinyl´  

`Isopleths´  

`Take The Long Way Home´  

`Strell´  

`Music For Organ´  

`Brittle Feebling´  

`Materia´ // `Triptych (Tautological)´  

`Uncle Faust´  

`Frankenstein´  

`Beyond The Tranceries´  

`Don`t Worry Be Happy´  

`Infected Burst´  

`Tracce XX´  

`Spime 2019´  

`The Hovering´  

`Canto Fermo´  

`Anasyrma´  

`Live´  

`Colmorto´