`As a Leaf or a Stone´

Autore disco:

Mathieu Ruhlmann

Etichetta:

AFE (I)

Link:

www.aferecords.com

Formato:

CD-R

Anno di Pubblicazione:

2010

Titoli:

1) The Uttering Wire 2) Seolak 3) Aanden 4) In England There Is Honey 5) Woodlice 6) The Intoxication of a Ball of Opera

Durata:

34:30

Con:

Mathieu Ruhlmann

il canto degli oggetti nudi

x Matteo Uggeri

Anzichè addentrarmi in una contorta descrizione del disco farei forse meglio a ricopiare le note in calce ai sei brani che lo compongono: basti dire che si tratta degli elenchi con i nomi degli oggetti i cui suoni sono stati registrati e poi mixati assieme nelle relative tracce. Un approccio ai field recordings ed al suono concreto che preferisce essere didascalico piuttosto che puntare su elementi evocativi, mantenuto poi fedelmente anche nella fase di mixaggio, dove i suoni sono miscelati tra loro ma senza aggiunta alcuna di trattamenti, filtri o effetti di sorta. Un disco radicale dunque, di ascolto non immediato, forse adatto ai fan di Murmur o del solito Lopez, ma a differenza di questi Ruhlmann preferisce manipolare il meno possibile le proprie registrazioni (che peraltro hanno anche tutta l`aria d`esser state registrate in analogico).
Non un capolavoro forse, ma un disco i cui dettagli potrebbero sollazzare il gusto dei puristi e di chiunque non ricerchi una componente melodica nè emozionale in un disco.
E` anche vero che gli oggetto sembrano, ascolto dopo ascolto, cantare ognuno con la propria voce, fino a raggiungere una forma di dialogo simile a un sommesso e minimale canto, come gracchianti sirene meccaniche. E quando una voce umana arriva davvero, come nella coda di Aanden, sembra una tra le tante.


click to enlarge!click to enlarge!
Data Recensione: 7/5/2011

`Twofold´ // `Made Out Of Sound´ // `Decameron´  

`All The Way Down´  

`Spiralis Aurea´  

`Black Holes Are Hard To Find´  

`Níjar´  

`Songs in Time of Plague´  

`Austin Meeting´  

`Arkinetics´  

`Shirwku´  

`Le Jardin Sonore´ // `TMR´  

`Folk! Volume 1´ // `Folk! Volume 2´  

`Ilta´  

`Sings´  

`Tempoo´  

`After The Storm (complete recordings)´  

`Virus´  

`Blue Horizon´  

`Hide Nothing´ // `BeforeThen´  

`Signals´  

`You’re Either Standing Facing Me Or Next To Me´ // `Yurako´ // `My Lord Music, I Most Humbly Beg Your Indulgence In The Hope That You Will Do Me The Honour Of Permitting This Seed Called Keiji Haino To Be Planted Within You´  

`The Soundtrack Of Your Secrets´  

`Transmutation Of Things´  

`Run, The Darkness Will Come!´ // `Fetzen Fliegen´ // `Two Sides Of The Moon´  

`Double Exposure´  

`People And Places´  

`Landscapes And Lamentations´  

`The Living, The Dead, The Sleepers And The Insomniacs´  

`White Eyes´  

`Rainforest IV´  

`In Otherness Oneself´ // `Soothe My Soul, Feed My Thought´  

`Pan Project´  

`Territory´ // `l’A Neuve´ // `Zeitweise Leichter Schneefall´  

`Hotel Colon´  

`Historic Music Past Tense Future´  

`Tourmaline´  

`Tropico Romagnolo´ // `Another Advanced Useless Machine´  

`How To Get Rid Of The Darkness´  

`1 – bis 4 - stimming´  

`Gro Mig En Blomst´ // `Skærsgårdslyd´  

`Sessione Pre Angiou´  

`Turm´  

`Rade´  

`Live Capitol Brig´  

`Qonicho Ah!´  

`Tone Sequence Evaluators´  

`Uneven Same - Saxophone Quartets´  

`Apophany´  

`Anna´