`Indivenire´

Autore disco:

Violaspinto

Etichetta:

Madman Records Italia (I)

Link:

www.violaspinto.it
www.myspace.com/violaspinto

Formato:

CD

Anno di Pubblicazione:

2011

Titoli:

1) Apatica 2) Cravatte e Cucchiai 3) Solite Illusioni 4) Il Tuo Segreto 5) Canali e Spirali 6) Orano 7) Madre Universale 8) Plexiglass 9) Il Dono (ninna nanna) 10) Schiava

Durata:

42:49

Con:

Dylan Imberti, Luca Laboccetta, Manuel Bertocchi, Gianluca Alfonsetti

Ibrido rock d’autore made in italy

x s.e.

I Violaspinto da Bergamo tagliano il traguardo del secondo full lenght, rinsaldando con “Indivenire” un’apprezzabile capacità nel costruire buone canzoni. Canzoni che, musicalmente parlando, aspirano ad un mix apertamente ‘incoerente’: un caleidoscopio dove si uniscono cicatrici post-punk intrise di un sex appeal melodico e spaziale (Apatica), con altre decisamente più arcigne e sature di riverberi (Plexiglass). Al contempo non mancano fitti addensamenti d’intima carica rock-cantautorale, testimoniati a pieno regime in Cravatte e Cucchiai, come dalla lucente pasta estatica che avvolge Solite Illusioni e Canali e Spirali, dove in sottofondo l’asciuttezza del basso può persino far riemergere lontani fotogrammi slintiani. Si percepiscono ovviamente anche cartoline di sconfinata tenerezza, codificate sottoforma di ballate notturne, celebrate al pallido chiarore delle stelle (Il Tuo Segreto), trasformate nel finale in oscillanti litanie elettriche (Il Dono).
Il rock d’autore nostrano gode di buona salute, ma con ciò non v’illudete mai di vederli in un prossimo futuro ospiti del palco di Sanremo.


click to enlarge!click to enlarge!
Data Recensione: 15/7/2011

`Amphibian Ardour´ // `Gleadalec´ // `Emerge´  

`Quadrature´  

`Lo stretto necessario´  

`Food Foragers´  

`AB+´  

`Disappearing´  

`Porteremo gli stessi panni´  

`Words Delicate Flight´  

`The Irresistible New Cult Of Selenium´  

`Floatin’ Pieces´  

`Girovago´  

`Un tempo, appena´  

`Inscapes´  

`Ortiche´  

`Maledette rockstar´  

`Exuvia´  

`Le nuvole si spostano comunque´  

`Magic Pandemonio´  

`Omaggio a Marino Zuccheri´  

`Gamelan – Coming & Going´  

`Succi con ghiaccio´  

`Si rompe il silenzio nel giardino delle mandragole´  

`Hide & Squeak´  

`Neve´  

`Kintsugi´  

`Tell No Lies´  

`Cronache carsiche´  

`Piccola Orchestra Artigianale degli Improvvisatori di Valdapozzo´  

`Cascata´ // `Plancton´  

`Lighthouse´  

`Hawkward´  

`Innlaandds´  

`Francesco Serra´  

`Homo Ebetis´  

`Fear in the corner - prova aperta´  

`Flow´  

`L’oreficeria´  

`La rete di Indra´  

`Classified´  

`Schwingende Luftsäulen´  

`Manifesto della chimica romantica´  

`AMAS´  

`武士´  

`Piramidi´  

`Wet Cats´  

`One Single Sound´ // `Open To The Sea´ // `Grandpa´  

`Peakock Eyes´  

`Cordonbleux At Nof´  

`Oxyoquet - El Volcán Silencioso (Piezas En Cadencia I-XII)´ // `Kio Ge´ // `Ore´  

`Nafta´  

`Qualcosa mi sfugge´  

`First Metheoretical Bulletin´  

`Nuevo Mundo´  

`One (For [Your Name] Only)´ // `Double Sun´