`Quellgeister #1´

Autore disco:

Stefan Fraunberger

Etichetta:

Chmafu Nocords (A)

Link:

nocords.net
stefan.fraunberger.at

Formato:

CD-R

Anno di Pubblicazione:

2013

Titoli:

1) Quellgeister #1

Durata:

31:18

Con:

Stefan Fraunberger

il potere della suggestione

x Vlad Tepes (no ©)

Cosa non può la suggestione!?!! Se non avessi letto che questo disco è stato registrato a Cristian, piccolo paese della Transilvania, all’interno di una chiesa fortificata e su un organo malmesso, probabilmente non lo avrei degnato di un ascolto.
Probabilmente lo stesso Stefan Fraunberger, musicista e strumentista sperimentale austriaco, si è lasciato suggestionare dall’ambiente e “Quellgeister #1” - primo di una serie di lavori dedicati all’organo – inizia davvero in modo inquietante e transilvanico, con ululati che sembrano provenire dall’interno di una cripta abitata da anime in pena (vi ricordate Frankenstein Junior: «lupo ulu-là castello ulu-lì»). Ma si tratta di una breve introduzione, ‘ché subito il vecchio strumento è sollecitato a esplodere in boati catastrofici, in bordoni dissonanti, in coralità solenni, in svisate stridenti… al pari di Bolleter, l’australiano dei pianoforti avariati, Fraunberger coniuga doti di musicista, di archeologo, di demone dantesco e di restauratore. Immaginate l’ambiente decrepito e pastorale in cui sono avvenute le registrazioni, sia quello interno sia quello esterno alla vecchia chiesa, e avrete già fatto dei buoni passi per mettervi in sintonia con una musica che trasuda un senso di spiritualità selvaggia, più vicina a un concetto di dio vendicativo e distruttore che a un senso di carità cristiana.
E pensare che stavo per accantonare questo disco .... mio zio Eterogenio me lo ha sempre detto di non fermarmi alla buccia.


click to enlarge!click to enlarge!
Data Recensione: 24/3/2015

`Live At Torrione Jazz Club´  

`The Treasures Are´ // `Up And Out´ // `The Balderin Sali Variations´  

`Do. So´  

`Saillances´ // `MétamOrphée´  

`Rise´  

`Echoes From The Planet´  

`Live At L’Horloge´  

`O’er The Land Of The Freaks´  

`Hipparchus´  

`Autocannibalism´  

`Songs On The Line´  

`Hyperbeatz vol. 1´ // `俳句´ // `Different Constellation´  

`Daily Drone Dream´  

`Combat Joy´  

`Due´  

`The Wroclaw Sessions´  

`Phase Duo´  

`Tracing South´ // `Stereo´  

`Unknown Shores´  

`Schwingende Luftsäulen 2´  

`That Is Not So´  

`Depth Sounding´ // `quando ero un bambino farò l’astronauta´  

`Soufifex´  

`La bottega del suono (Mario Bertoncini. Maestri e allievi.)´  

`Live At Nikodemus Church´  

`Songs from The Eternal Dump´  

`Cosa potrebbe accadere´  

`Avrei Dovuto Odiarti´  

`The Night Of The 13th’ Moon´  

`10, A Brokken Records Special Edition´  

`OAK´  

`Octo´  

`fourtyfour fiftythree´  

`Antinodal´  

`IMAfiction: Portrait # 01 - # 10´  

`Placid´  

`Music For Cat Movies´  

`Air Skin Digger´ // `Sidereal Deconposition Activity´  

`Milano´ // `Sinking Into A Miracle´  

`Light From Another Light´  

`Drift´  

`Repeat Please!´  

`Sum And Subtraction´ // `2. Akt´ // `Utopia´  

`Metaphysics Of Entropy´  

`Chambery´  

`Flares´  

`OPS…!´  

`W´  

`Live At Kühlspot´  

`22:22 Free Radiohead´  

`Dance Mystique´  

`Diciotto´ // `Em Portugal!´ // `A Pearl In Dirty Hands´  

`Livebatts!´  

`Doublethink´  

`Explicit´ // `Clairvoyance´