`Numen – Life Of Elitra Lipozi´

Autore disco:

Patrizia Oliva

Etichetta:

Staaltape (D)

Link:

staaltape.wordpress.com
patriziaoliva.wordpress.com

Email:

Formato:

CS

Anno di Pubblicazione:

2016

Titoli:

1) Danse des Fantomes 2) A Day Long To

Durata:

40:00 ca

Con:

Patrizia Oliva

una raccolta estemporanea di impressioni, espressioni, ecc...

x vasco rossi (no ©)

Edito in 20 copie, così c’è scritto nel foglietto che sta all’interno della confezione, e 1 di queste è arrivata nelle mie zampe in promozione. Vuoi che la Oliva non abbia spedito almeno altre 4 copie promozionali (e sto chiramente giocando al ribasso)? Ne restano 15 in vendita. In questi casi il prezzo per copia dovrebbe lievitare al di sopra degli 80 €, ma andando nel punto vendita della Staaltape scopro che il nastrino viene venduto a 7 €, + 3,50 € per la spedizione, e trovo che il tutto ha dell’incredibile. Però devo dire che, sempre nel sito della Staaltape, c’è scritto di una seconda edizione (ancora di 20 copie).
Patrizia Oliva resta legata alle forme più incontaminate di ‘fai da te’, è un dato indiscutibile, e se questo la rende ancor più apprezzabile nondimeno relega il suo nome nei recessi più nascosti riservati agli artisti di culto.
Aggiungo che la sua levatura, dopo anni di attività, rimane integra, e quanto è andato perso in spontaneità viene compensato in esperienza. Sull’arricchimento di quest’ultima hanno sicuramente inciso le numerose collaborazioni, alle quali la Oliva quasi mai si sottrae, e metterei in primo piano un’esperienza vietnamita, vissuta insieme a Stefano Giust, con concerti tenuti anche insieme a musicisti locali (per saperne di più a proposito delle sue collaborazioni invito vivamente a visitare il suo sito).
In “Numen – Life Of Elitra Lipozi”, lavoro dedicato al neurologo Oliver Sacks (Londra, 9 luglio 1933 – New York, 30 agosto 2015), fa tutto da sola e, oltre alla voce, utilizza elettroniche, nastri, flauto vietnamita, sintetizzatore DX7, registrazioni d’ambiente e di vita, oggetti e microfoni a contatto. Quello che ne esce è una raccolta estemporanea di impressioni, espressioni, stati d’animo, flash, esperienze, appunti, ricami, frattaglie, grumi e polvere.
“Numen – Life Of Elitra Lipozi”, sempre logico ma mai matematico, è una classica lezione di vita rumorosa e, talvolta, oscura.
M’era sembrato di cogliere l’intenzione di una ristampa in CD per Setola di Maiale, spero che l’intenzione si concretizzi perché sarebbe un peccato limitare l’ascolto di questo lavoro ai soli cassettofili.


click to enlarge!click to enlarge!
Data Recensione: 17/4/2017

`Gratitude´  

`22:22 Free Radiohead´  

`Vostra Signora Del Rumore Rosa´  

`777+2 Per Aspera Ad Astra´  

`Emblema´  

`Tajaliyat´  

`Moondrive´  

`Collected Wreckages´ // `Shallow Nothingness In Molten Skies´ // `Blind Tarots´  

`Selected Works For Piano And/Or Sound-Producing Media´  

`Triad´ // `Mokita´  

`Syria´  

`Humyth´  

`La spensieratezza´  

`Come tutti gli altri dei´  

`The Cold Plan´  

`Jukebox all’idroscalo´  

`Beautifully Astray´  

`Pulsioni oblique´ // `For Anita´ // `Musica per camaleonti´  

`Leaking Words´  

`NorN´  

`Giraffe´  

`Temps En Terre´  

`A Season´ // `(S)àcrata´ // `Nei resti del fuoco´  

`Live At Konfrontationen Nickelsdorf 2012´  

`The Spring Of My Life´  

`Noises From Melancholia´  

`Meccanismi e desideri semplici´  

`Edges´  

`Una piccola tregua (Live)´  

`Settembre´  

`Amphibian Ardour´ // `Gleadalec´ // `Emerge´  

`Plastic Fantastic´  

`Z/Rzw-Shiiiiiii´  

`Vegir´  

`Quadrature´  

`Lo stretto necessario´  

`Food Foragers´  

`AB+´  

`Disappearing´  

`Porteremo gli stessi panni´  

`Words Delicate Flight´  

`The Irresistible New Cult Of Selenium´  

`Floatin’ Pieces´  

`Girovago´  

`Un tempo, appena´  

`Inscapes´  

`Ortiche´  

`Maledette rockstar´  

`Exuvia´  

`Le nuvole si spostano comunque´  

`Omaggio a Marino Zuccheri´  

`Gamelan – Coming & Going´  

`Succi con ghiaccio´  

`Si rompe il silenzio nel giardino delle mandragole´