`Beautiful Mistakes´

Autore disco:

Droning Maud

Etichetta:

I Dischi Del Minollo (I)

Link:

www.minollorecords.com

Formato:

CD

Anno di Pubblicazione:

2017

Titoli:

1) Some Call Love 2) Miscommunications 3) On The Corner 4) Lazy Sun 5) Simple Things 6) Storyteller 7) References 8) Dust

Durata:

35:15

Con:

Maurizio Tavani, Andrea Tempesta, Marco Di Ianni, Silvio Scarapazzi, Vincenzino Tavani

pop-folk ben fatto

x betta orsini (no ©)

I Droning Maud toccano quota tre con un disco di pop-folk dai suoni puliti e cristallini che, in più d’un frangente, fa pensare ai REM e a Sting. Purtroppo questi illustri richiami non possono bastare a far sì che, all’interno di una marea infinita di pubblicazioni, un CD si attesti nelle posizioni dei consigliati. Lo ripeto, “Beautiful Mistakes” è un disco veramente ben fatto, ma però difetta di quella personalità e di quell’inventiva necessarie a renderlo appetibile per alcuno dei nostri lettori. A meno che non cerchino un sottofondo piacevole per viaggiare in auto o per fare da colonna sonora a una serata fra amici. Oppure, dal momento che «a caval donato non si guarda in bocca», potete farci un pensiero per regalarlo a qualcuno non particolarmente esigente in fatto di musica. Un po’ poco, ammetterete, e gli stessi minollari ci hanno abituato a uscite di ben altra consistenza (Il Vuoto Elettrico, Maledetta Dopamina …).


click to enlarge!click to enlarge!
Data Recensione: 18/2/2018

`Temps En Terre´  

`A Season´ // `(S)àcrata´ // `Nei resti del fuoco´  

`The Spring Of My Life´  

`Noises From Melancholia´  

`Meccanismi e desideri semplici´  

`Edges´  

`Una piccola tregua (Live)´  

`Settembre´  

`Amphibian Ardour´ // `Gleadalec´ // `Emerge´  

`Plastic Fantastic´  

`Z/Rzw-Shiiiiiii´  

`Vegir´  

`Quadrature´  

`Lo stretto necessario´  

`Food Foragers´  

`AB+´  

`Disappearing´  

`Porteremo gli stessi panni´  

`Words Delicate Flight´  

`The Irresistible New Cult Of Selenium´  

`Floatin’ Pieces´  

`Girovago´  

`Un tempo, appena´  

`Inscapes´  

`Ortiche´  

`Maledette rockstar´  

`Exuvia´  

`Le nuvole si spostano comunque´  

`Magic Pandemonio´  

`Omaggio a Marino Zuccheri´  

`Gamelan – Coming & Going´  

`Succi con ghiaccio´  

`Si rompe il silenzio nel giardino delle mandragole´  

`Hide & Squeak´  

`Neve´  

`Kintsugi´  

`Tell No Lies´  

`Cronache carsiche´  

`Piccola Orchestra Artigianale degli Improvvisatori di Valdapozzo´  

`Cascata´ // `Plancton´  

`Lighthouse´  

`Hawkward´  

`Innlaandds´  

`Francesco Serra´  

`Homo Ebetis´  

`Fear in the corner - prova aperta´  

`Flow´  

`L’oreficeria´  

`La rete di Indra´  

`Classified´  

`Schwingende Luftsäulen´  

`Manifesto della chimica romantica´  

`AMAS´  

`武士´