`Le nuvole si spostano comunque´

Autore disco:

Edoardo Chiesa

Etichetta:

L`alienogatto, Dreamingorilla Records, Molecole Produzioni (I)

Link:

www.edoardochiesa.net

Formato:

CD

Anno di Pubblicazione:

2018

Titoli:

1) Occhi 2) Dietro al tempo 3) Domenica 4) Le porte 5) La chiave 6) Il filo 7) Se fossi in te 8) Radici 9) Voci 10) Un`altra vita

Durata:

34:50

Con:

Edoardo Chiesa, Damiano Ferrando, Andrea Carattino

cantautorato amichevole

x mario biserni (no ©)

Innanzi tutto una voce che sembra venir fuori con difficoltà , come quando c`è un groppo alla gola, ma senza essere piagnucolosa (può ricordare vagamente quella di Fossati). In secondo luogo i testi che parlano di cose semplici all`apparenza ma complesse nella realtà (un po` l`essenza reale di tutte le cose). Risponde una musica povera e essenziale ma sorprendente e ricca di sorprese e sfumature. Sopra a tutto Un`altra vita, una delle più belle canzoni d`amore mai ascoltate. “Le nuvole si spostano comunque” è un `disco felice`, da intendere nel senso di fortunato. Un disco sulla mutevolezza delle cose e sull`estraniazione dalla realtà .
Tutto qui?
E vi sembra poco!
Assocerei l`ascolto alla visione del film “La leggenda del re pescatore” di Terry Gilliam e alla lettura del libro “Espiazione” di Ian McEwan.
La realtà può essere sempre diversa da come ti appare, tutto dipende dalla tua predisposizione e dall`ottica con cui la guardi.


click to enlarge!click to enlarge!
Data Recensione: 31/12/2018

`Notturno´  

xxx  

`Absum´  

`Convex Mirrors´  

`Township Nocturne´  

`Let It Fall´// `Does The Moon Not Dream´  

`Special Adaptations Volume 1´  

`Kranenburg Tree´  

`Nothing´  

`Subtle Matters´  

`WE3´  

`Solos And More At Studio 304´  

`Bureau´  

`Dawn Ceremony For Dreadful Days´  

`Der Verboten´  

`Two Sing Too Swing´ // `Two Creams Too Scream´  

`Monólogos a Dois´ // `Solo Acoustic Guitar Improvisations I´  

`Jar’a´  

`Altbüron´  

`Microstorie´  

`Sleeping Beauty´  

`A Few Steps Beyond´  

`Thing Music´  

`Zacharya´  

`I.´ // `Lonely Hymns And Pillars Of Emptibess´  

`Spoken´  

`The Complete Yale Concert, 1966´  

`Aforismen Aforisme Aforismes´  

`Blonk, Mallozzi & Vandermark´  

`Different Roots´  

`Schwingende Luftsäulen 3´  

`Beats´ // `Phylum´  

`Derivatives’ // `Haerae´  

`Room For The Moon´ // `Гибкий график´  

`Electric Music´  

`Jin-Brebl-Concert´  

`Kavel´  

`Libertè Égalitè Fraternité´  

`La signora Marron´  

`Live´ // `An Evening In Houston´  

`Archytas Curve´  

`Oltre il cielo alberato´  

`Alimurgia´  

`La Chiamata´  

`Ritual For Expansion´  

`Sketches For Violin And Vinyl´  

`Isopleths´  

`Take The Long Way Home´  

`Strell´  

`Music For Organ´  

`Brittle Feebling´  

`Materia´ // `Triptych (Tautological)´  

`Uncle Faust´  

`Frankenstein´  

`Beyond The Traceries´  

`Don`t Worry Be Happy´