`Phase Duo´

Autore disco:

Phase Duo

Etichetta:

Aut Records (D, I)

Link:

www.autrecords.com

Formato:

CD

Anno di Pubblicazione:

2019

Titoli:

1) Prometheus Journey 2) Inner Cliff 3) Space Flow 4) Tangram 5) Wanderlust 6) Scarabeo 7) Hermes 8) Elo’s Arp 9) Ethereal

Durata:

36:52

Con:

Eloisa Manera, Stefano Greco

si può fare meglio

x mario biserni (no ©)

Conoscevo già la violinista Eloisa Manera sia per alcune sue presenze, ultima delle quali nel notevole “Octo” di Roger Rota, sia per l’ottimo CD a suo nome “Invisible Cities”, pubblicato proprio su Aut Records e ispirato “(al)Le città invisibili” di Italo Calvino. A motivo di questa conoscenza mi ero approssimato all’ascolto del suo duo, in collaborazione con il musicista elettronico Stefano Greco (anche al Monochord), con curiosità e tanti buoni auspici che, dispiace dirlo, sono andati parzialmente delusi. Chiarisco subito che sotto l’aspetto tecnico-esecutivo il lavoro del duo appare ineccepibile, ma tali qualità non riescono a mascherare un essenziale povertà di fondo e una relativa mancanza di idee. Phase Duo sta in bilico fra suoni spaziali da colonna sonora e spunti di romanticismo neo-classico, in una sintesi che appare un po’ grossolana e adatta a quella fascia di ascoltatori, purtroppo maggioritaria, che si limita a un approccio superficiale. Pensare che quando i due escono dalla strada tracciata, come avviene in Scarabeo ed Hermes, riescono a raccogliere una bella cifra di emozioni. Da questo la convinzione che possono fare molto di più ...


click to enlarge!click to enlarge!
Data Recensione: 13/9/2019

`Do. So´  

`Saillances´ // `MétamOrphée´  

`Echoes From The Planet´  

`Live At L’Horloge´  

`O’er The Land Of The Freaks´  

`Hipparchus´  

`Autocannibalism´  

`Songs On The Line´  

`Hyperbeatz vol. 1´ // `俳句´ // `Different Constellation´  

`Daily Drone Dream´  

`Combat Joy´  

`Due´  

`The Wroclaw Sessions´  

`Phase Duo´  

`Tracing South´ // `Stereo´  

`Unknown Shores´  

`Schwingende Luftsäulen 2´  

`That Is Not So´  

`Depth Sounding´ // `quando ero un bambino farò l’astronauta´  

`Soufifex´  

`La bottega del suono (Mario Bertoncini. Maestri e allievi.)´  

`Live At Nikodemus Church´  

`Songs from The Eternal Dump´  

`Cosa potrebbe accadere´  

`Avrei Dovuto Odiarti´  

`The Night Of The 13th’ Moon´  

`10, A Brokken Records Special Edition´  

`OAK´  

`Octo´  

`fourtyfour fiftythree´  

`Antinodal´  

`IMAfiction: Portrait # 01 - # 10´  

`Placid´  

`Music For Cat Movies´  

`Air Skin Digger´ // `Sidereal Deconposition Activity´  

`Milano´ // `Sinking Into A Miracle´  

`Light From Another Light´  

`Drift´  

`Repeat Please!´  

`Sum And Subtraction´ // `2. Akt´ // `Utopia´  

`Metaphysics Of Entropy´  

`Chambery´  

`Flares´  

`OPS…!´  

`W´  

`Live At Kühlspot´  

`22:22 Free Radiohead´  

`Dance Mystique´  

`Diciotto´ // `Em Portugal!´ // `A Pearl In Dirty Hands´  

`Livebatts!´  

`Doublethink´  

`Explicit´ // `Clairvoyance´  

`Gratitude´  

`Kalvingrad´  

`Damn! Freistil-Samplerinnen 4 + 5´