`Totale!´

Autore disco:

Totale!

Etichetta:

EeɘƎ Records (CH)

Link:

e0e0e0e0.bandcamp.com/album/totale

Formato:

LP, DL

Anno di Pubblicazione:

2021

Titoli:

1) Metti le dita nella presa 2) Tenebra 3) I soldi 4) Self Exorcitation Ritual Song 5) Mondo Tarocco 6) Vapor Out Of My Mouth, Sun Rays On My Cheeks 7) Sa di Fregatura 8) Basta pasta 9) 100000 metri 10) Cioccolato Fondente 11) Let’s Chill, At Least Until The Real Tomorrow 12) Sesso Espresso

Durata:

25:54

Con:

Luca Tanzini, Gianmaria Zanda, Damiano “Dug” Merzari, Beppe Sordi, Flavio Scutti, Luca Ciffo

c’era una volta il garage

x mario biserni (no ©)

Distribuito in veste quasi-multipla, con copertina blu, rossa o verde, Totale! è un progetto estemporaneo nato per volontà di tre individui ben noti al pubblico meno convenzionale per iniziative come il piccolo marchio Old Bicycle Records o per i progetti sonori Tab_Ularasa e Forse, rispettivamente Vasco Viviani (produttore), Luca Tanzini (voce, chitarra e theremin) e Gianmaria Zanda (voce, chitarra, basso, organo e vuvuzela). Altri si sono poi uniti al progetto sia suonando batteria, tastiere, synth e altri strumenti (Merzari, Sordi, Scutti e Ciffo) sia con ruoli più defilati (Simone Giorgio, Riccardo Gamondi e Nicola Manzan). Inizialmente il progetto doveva essere uno split diviso a metà fra Tanzini e Zanda (sei brani a testa), e tale può sembrare dal momento che il primo non suona mai nei titoli firmati dell’altro, non fosse che Zanda non ricambia la scortesia ed è sempre presente nei brani scritti da Tanzini.
Da tale connubio sono venute fuori 12 canzoni imprevedibili che hanno la freschezza delle cose fatte per gioco e il rigore indubbio di musicisti che ormai da anni calcano la scena. Si tratta di Nuggets beat, garage o psichedelia primitiva, disturbate però da accidenti sonori in stile Fifty Foot Hose – Silver Apples – Pere Ubu. I testi, poi, hanno una foggia peu-de-sens tendente al demenziale e sono declamati in forma semi recitata o in lamentose cadenze punk-wave.
Trascinanti e irresistibili sono 100000 metri, Self Exorcitation Ritual Song, Cioccolato Fondente, Tenebra e la rollingstoniana I soldi. Apprezzabilissimi anche i flashback oscuramente psichedelici di Let’s Chill, At Least Until The Real Tomorrow e Vapor Out Of My Mouth, Sun Rays On My Cheeks.
Domande e ammonimenti.
Nel 1966 avrebbe fatto furore? Non credo, troppo avveniristico in alcuni suoni e troppo stravagante nei testi. E oggi? Peggio che mai, dal momento che non è assolutamente allineato. E voi che state leggendo? Date un calcio in culo alle convenzioni e comprate questo cazzo di disco, ché il divertimento è assicurato.


click to enlarge!click to enlarge!
Data Recensione: 13/4/2023

`Ornettiana´ // `Monk On Viola´  

`Zanshou Glance At The Tide´  

`OSSI – Album Su LP´  

`Quadrivium´  

`An Artist’s Life Manifesto´  

`Terrestrial Journeys´  

`Uragano´  

`Live at De Roze Tanker´ // `Left Side Right´  

`Tetrapylon´  

`Orchid Music´ // `Green Album´  

`333´  

`From Solstice To Equinox´ // `Starlight And Still Air Reworked´ // `Out Of Standard!! – Italia 11´  

`All The Way Down´  

`Twofold´ // `Made Out Of Sound´ // `Decameron´  

`Conjugate Regions´  

`Wells´  

`Spiralis Aurea´  

`Black Holes Are Hard To Find´  

`Níjar´  

`Songs in Time of Plague´  

`Austin Meeting´  

`Arkinetics´  

`Shirwku´  

`Le Jardin Sonore´ // `TMR´  

`Folk! Volume 1´ // `Folk! Volume 2´  

`Ilta´  

`Sings´  

`Tempoo´  

`After The Storm (complete recordings)´  

`Virus´  

`Blue Horizon´  

`Hide Nothing´ // `BeforeThen´  

`Signals´  

`You’re Either Standing Facing Me Or Next To Me´ // `Yurako´ // `My Lord Music, I Most Humbly Beg Your Indulgence In The Hope That You Will Do Me The Honour Of Permitting This Seed Called Keiji Haino To Be Planted Within You´  

`The Soundtrack Of Your Secrets´  

`Transmutation Of Things´  

`Run, The Darkness Will Come!´ // `Fetzen Fliegen´ // `Two Sides Of The Moon´  

`Double Exposure´  

`People And Places´  

`Landscapes And Lamentations´  

`The Living, The Dead, The Sleepers And The Insomniacs´  

`White Eyes´  

`Rainforest IV´  

`In Otherness Oneself´ // `Soothe My Soul, Feed My Thought´  

`Pan Project´  

`Territory´ // `l’A Neuve´ // `Zeitweise Leichter Schneefall´  

`Hotel Colon´