`Blog On Rimbaud´ // `Standard And Normal´

Autore disco:

Törst // Törst & Cane CapoVolto

Etichetta:

autoproduzione (I)

Link:

www.torst.com
www.canecapovolto.org

Formato:

CD-R

Anno di Pubblicazione:

2005

Titoli:

1) Vibragtr 2) Départ 3) Veillées 4) Alchimie du Verbe 5) Cyclic Truth 6) Anagogic 7) Bows // 1) With Our Compliments 2) 29 of April 3) I Have A Box 4) Drowning Of W. Anderson 5) Little Fibs 6) Çalm 7) Donald 8) The Next Tone 9) Augusto Pinochet 10) Veterans 11) Bastone e carota 12) Fussy 13) God Told Us To 14) Dog Thirst 15) 7 To 40 hz 16) No Way Out

Durata:

31:12 // 29:13

Con:

Adriano Elia, Paolo Marcellini, Nadia Jalouali // Adriano Elia, Paolo Marcellini, Cane CapoVolto

Palpabile Serenità

x Marco Carcasi

Ottava uscita per il duo Törst.
“Blog On…” registrato dal vivo a Rivara (TO) il 22/05/2005 durante il festival omonimo mostra una preziosa materia sonora; leggera ed appena palpabile.
Chitarre svolazzanti, fascinosa voce femminile recitante e sottofondo ombroso ed emotivo; un soffuso senso di abbandono generale a condire il tutto.
Ma lungi dal sembrare una formula anemica, i Törst delineano con pochi rarefatti tocchi un universo chiaroscurale che scalda il cuore.
Rilascio cristallino di sottili aromi post rock e fragranti divagazioni wave inebrianti; fra il pre ed il post contatto fisico.
Circolarità, saette cristalline leggermente increspate, raccoglimento ed elevazione; idealmente prossimo a certa ambient ma con una visione in prospettiva che li sdogana dalle secche del genere.
Qualche zona d’ombra esiste, piacerebbe sentirli esplodere talvolta, lasciarsi alle spalle questa forte aurea contemplativa, tramutarla in battente onda emotiva.
Fossero nati da qualche altra parte si darebbero da fare per qualche etichetta blasonata e non sarebbero (mannaggia!) costretti a far circolare il proprio nome grazie a poche copie autoprodotte.
Ma sono appunti discutibili i miei, perfettamente centrata questa deliziosa uscita, l’ideale in queste giornate primaverili contrastate e contrastanti.
Bello (1).
Settima uscita per il duo Törst.
“Standard And Normal” è opera nomade generata fra Catania, Roma e Bologna.
Nata in collaborazione con i visuali CaneCapoVolto, Standard…; è la cronaca dello spettacolo tenutosi a Catania il 10 Novembre 2004 integrata con tre brani (gli ultimi) di studio.
L’interazione nata fra le due sigle sul freddo supporto cd subisce qualche piccola perdita emotiva, ma è poca cosa.
Un’insieme cangiante di piccoli frammenti sonori ellittici.
Voci e vocine residentsiane, chitarre svolazzanti soavemente post folk; tastierine tenui e xilofoni dolcemente rimbalzanti.
Previsioni del tempo e cuccioli neonati strepitanti in caccia di omogeneizzati.
Un cupo senso di crollo emotivo incombente ad aleggiare sul tutto; visioni oppiacee e plananti distese psichedeliche sottilmente critiche.
Dolce polemica quotidiana?
Frammentario per forza di cose (la debolezza); ricco di arabeschi sonori intimi e preziosi (la forza).
Post punk cotto dal sole, l’ideale in queste giornate primaverili contrastate e contrastanti.
Bello (2).


click to enlarge!click to enlarge!

click to enlarge!click to enlarge!
Data Recensione: 9/7/2006

`Tajaliyat´  

`Selected Works For Piano And/Or Sound-Producing Media´  

`Triad´ // `Mokita´  

`Humyth´  

`La spensieratezza´  

`Come tutti gli altri dei´  

`The Cold Plan´  

`Jukebox all’idroscalo´  

`Beautifully Astray´  

`Pulsioni oblique´ // `For Anita´ // `Musica per camaleonti´  

`Leaking Words´  

`NorN´  

`Giraffe´  

`Temps En Terre´  

`A Season´ // `(S)àcrata´ // `Nei resti del fuoco´  

`Live At Konfrontationen Nickelsdorf 2012´  

`The Spring Of My Life´  

`Noises From Melancholia´  

`Meccanismi e desideri semplici´  

`Edges´  

`Una piccola tregua (Live)´  

`Settembre´  

`Amphibian Ardour´ // `Gleadalec´ // `Emerge´  

`Plastic Fantastic´  

`Z/Rzw-Shiiiiiii´  

`Vegir´  

`Quadrature´  

`Lo stretto necessario´  

`Food Foragers´  

`AB+´  

`Disappearing´  

`Porteremo gli stessi panni´  

`Words Delicate Flight´  

`The Irresistible New Cult Of Selenium´  

`Floatin’ Pieces´  

`Girovago´  

`Un tempo, appena´  

`Inscapes´  

`Ortiche´  

`Maledette rockstar´  

`Exuvia´  

`Le nuvole si spostano comunque´  

`Magic Pandemonio´  

`Omaggio a Marino Zuccheri´  

`Gamelan – Coming & Going´  

`Succi con ghiaccio´  

`Si rompe il silenzio nel giardino delle mandragole´  

`Hide & Squeak´  

`Neve´  

`Kintsugi´  

`Tell No Lies´  

`Cronache carsiche´  

`Piccola Orchestra Artigianale degli Improvvisatori di Valdapozzo´  

`Cascata´ // `Plancton´