`Ex-perimento #5´

Autore disco:

Pangolinorchestrà

Etichetta:

CSC / Idee Nere / Stella*Nera (I)

Link:

www.centrostabile.it
www.anarca-bolo.ch

Email:

Formato:

CD

Anno di Pubblicazione:

2007

Titoli:

1) Banca Donnini 2) Most Fires Start Small 3) kqzy 4) Come tuo figlio 5) Per Domenico Morelli 6) Vestitevi 7) Bala balotta 8) Svedese disteso 9) Addosso 10) Spic & Spanish

Durata:

47:06

Con:

Gi Gasparin, Giuliano "Tomaj" Tremea, Enrico Antonello, Jacopo Andreini, Adalberto Bresolin, Andrea Caprara, Roberto Fega, Giorgio Manzato, Lucio Bonaldo, Stefano Porro

in diretta dal bestiario delle assurdità

x e. g. (no ©)

«Il Demiurgo si innamorò di materiali sperimentati, perfezionati e complessi; noi daremo la preferenza alla paccottiglia. E questo semplicemente perché ci affascina, ci incanta il basso costo, la mediocrità, la volgarità del materiale.» (da “Le botteghe color cannella” di Bruno Schulz)

Il pangolino è un mammifero ma sembra tutt’altro: un misto fra carciofo, ananas, formichiere, armadillo e bradipo se può bastare. Roba da bestiario delle assurdità. Allo stesso modo la Pangolinorchestrà è un ibrido fra banda paesana, ICP-tet, Liberation Music Orchestra, AlbertAylerBand, JimiHendrixExperience, N.E.E.M., screaminjayhawkinserie, jannaccerie e benninkerie assortite. “Ex-perimento #5” - registrato presso il “Centro Stabile di Cultura” di San Vito di Leguzzano e prodotto dallo stesso Centro in cooperazione con Idee Nere e Stella*Nera – dà una buona immagine di una band il cui forte dovrebbe essere l’azione diretta da sopra il palco. In coscienza di ciò non vi sono tentativi di dare una strutturazione troppo rigida alla materia, la registrazione è stata probabilmente fatta in presa diretta, e lo scorrimento è fluido e libero. Per Banca Donnini e Most Fires Start Small vengono ringraziati rispettivamente Francesco Donnini e Mat Pogo, ma in fede non saprei dire qual è stato l’apporto dei due alla composizione di detti brani. Tutto il resto è comunque frutto delle ‘penne’ di Gasparin e Bresolin, con contributo collettivo per quanto riguarda gli arrangiamenti. Il risultato, tenendo conto che non si tratta di una formazione in pianta stabile e che più o meno tutti i protagonisti sono di norma indaffarati in altre traiettorie, è più che buono, seppure manchi quel piccolo quid per poter parlare di disco imprescindibile. Forse qualche ‘cazzeggio’ poteva essere evitato, ma i ‘cazzeggi’ fanno chiaramente parte del gioco e chiedere a simil ‘marmaglia’ di non ‘cazzaggiare’ è un po’ come chiedere al prete di dir messa senza la predica.


click to enlarge!click to enlarge!

click to enlarge!click to enlarge!
Data Recensione: 30/10/2007

`Out For Stars´  

`Collera City´  

`Rumpus Room´  

`CEPI Meets HIC´  

`Prèludes´  

`The Last Five Minute´  

`Left Hand Theory (Live At Il Torrione)´  

`Collectable Items´  

`Duos & Trios´  

`Sleepless Nights / Lysergic Mornings´ // `Impressioni organizzate di ansie liquide´  

`L’inizio della neve´  

`Another Year Is Over, Let’s Wait For Springtime´  

`Memory Loss´  

`Other Colors´  

`Ebbs And Flow´ // `Staggered Twisted Angled´  

`Live In Pisa´  

`Fellini 100 I Compani 35´  

`The Whole Thing´  

`Composition O´  

`είμαρμένη´ // `Kaczynski Tape Sessions – The Commercial Tape´  

`Awake´ // `Timewise´  

`Wood(Winds) at Work´  

`Poem Pot Plays Pantano´  

`Celante´  

`Busy Butterflies´  

`The Next Wait´  

`Devotion´ // `Kammern I-V´ // `As If You Were Here´ // `Glassware´ // `Kimmig – Studer - Zimmerlin And George Lewis´  

`Live At B-Flat´  

`Sul Filo´  

`Colorless Green Ideas Sleep Furiously´  

`D C´  

`Kaczynski Tape Sessions – The Urban Tape´  

`Laylet el Booree´  

`La Louve´  

`Suites And Seeds´ // `Extended ● For Strings And Piano´ // `Zeit´  

`Dropping Stuff And Other Folk Songs´  

`Amore per tutti´  

`Live At Torrione Jazz Club´  

`The Treasures Are´ // `Up And Out´ // `The Balderin Sali Variations´  

`Astonishment´  

`Do. So´  

`Saillances´ // `MétamOrphée´  

`Rise´  

`Echoes From The Planet´  

`Live At L’Horloge´  

`O’er The Land Of The Freaks´  

`Hipparchus´  

`Autocannibalism´  

`Songs On The Line´  

`Hyperbeatz vol. 1´ // `俳句´ // `Different Constellation´  

`Daily Drone Dream´  

`Combat Joy´  

`Due´  

`The Wroclaw Sessions´  

`Phase Duo´  

`Tracing South´ // `Stereo´