`220 Tones´

Autore disco:

Nicola Ratti

Etichetta:

Die Schachtel (I)

Link:

www.dieschachtel.com
www.nicolaratti.com/

Formato:

CD

Anno di Pubblicazione:

2011

Titoli:

1) Air Resistance 2) Untitled #1 3) Doom Set 4) Untitled #2 5) Twin Set 6) Cathrina 7) Empire

Durata:

36:55

Con:

Nicola Ratti

un Ratti astrale

x e. g. (no ©)

Non ho ancora avuto l’occasione di ascoltare “Ode”, il disco precedente di Nicola Ratti, ma spulciando la recensione di Matteo Uggeri vengo a sapere di un «…ultima traccia, molto ritmica, in imprevisto odore di Yellow 6, con dei beats analogici dalla cadenza elettronica a reggere un fitto strato di rumorini di ogni sorta e distese note di chitarra». Se l’Uggeri non c’inganna, e perché mai dovrebbe, questa nuova realizzazione su Die Schachtel è la naturale prosecuzione di quell’ultimo flash. Il Ratti sgrana la pannocchia dei ritmi come fosse un Rosario. Ad ogni chicco una nuova preghiera. Tiritere ambientofone e technofone si sovrappongono e s’incastrano in rotoli di sequenze dalla struttura ripetitiva e/o palinsesti segnati da dilatazioni dubbiche. È come se I Pan Sonic o Plastikman subissero il trattamento a suo tempo riservato ad “…I Care Because You Do”… e, come nel caso di tale illustre predecessore, “220 Tones” è legge. In Empire, che segue l’organistica Cathrina, ci salutano le note di una chitarra arpeggiata sullo sfondo di rumori passati al distillatore, quasi a rappresentare la chiusura del ciclo con un ritorno al punto di partenza. Come in una corsa ad ostacoli, o in un «…cadde risorse e giacque» preso in contromano e protratto all’infinito. Nicola Ratti, messo in quarantena l’aspetto della sua musica che sempre meno m’ha convinto (la voce), incanta e sorprende allo stesso tempo, ma soprattutto sorprende, dacché qualsiasi persona ragionevole non poteva né prevedere né sospettare che la sua navigazione sarebbe approdata a queste latitudini. Solo un mago avrebbe potuto ma, per quabto mi riguarda, l’ultimo mago è morto con Merlino.


Ps: statt' accuort', a breve pubblicheremo una lunga intervista a Nicola Ratti.


click to enlarge!click to enlarge!
Data Recensione: 3/3/2012
  Torna al Men Principale
 Archivio dell'anno 2012 ...

`Addosso! L’Italia non si taglia´  

`Solar Ipse #4´  

`Aigéan´  

`Unknown Distances´ // `Blind Jesus´  

`Neverwhere´  

`Aurona Arona´ // `Plays Sinebag´  

`Sufjan Stevens presenta The Age of Adz a Ferrara Sotto Le Stelle 2011´  

`How it feels to find there’s more´  

`Circles And Elephants´ // `Courant.air´  

`Itsunomanika (いつのまにか)´ // `Platos Combinados´  

`220 Tones´  

`Nino e l’inferno´  

`Transparent Skin´  

`The Magazines You Read´  

`Wilderness´  

`Cane di schiena´  

`My Favorite Tics´  

`CuTe HoRSe CuT´  

`Minimal Damage´ // `Time To Do My Lions´ // `Windfall´  

`The Muesli Man´  

`Background Music For Bank Robberies´  

`Weapon Of Choioce´  

`Babylon´  

`Semmai semiplay´  

`The Blue Mountain’s Sun Drummer´  

`Black Falcon´  

`Walkabout´  

`Peruvian Electroacoustic And Experimental Music (1964-1970)´  

`Squarcicatrici´  

`Dying Sun´ // `Slugabeld´  

`Città Utopica – eine Konzert-Installation´  

`Eau De Punk´  

`PopeWaffen´ // `Come ho imparato a volare´  

`Flatime´  

`Onionoise´  

`Fortune Is Always Hiding´  

`Mombu´  

`Chapter #01 Amphetamine´  

`Le goût de néant´  

`The Sails Of Self´ // `Evolutions In Sound : Live´  

`The Great Northern X´  

`Smoking In Heaven´  

`Io?´  

`Days Before The Rubbery´ // `Blind Alley´ // `Analogic Signals From The Sun´  

`Reciprocal Uncles´  

`Sandro Codazzi´  

`Rocambolesca´  

`Shot´  

`La pursuite de l'excellence´  

`Dark Leaves´  

`Stunden´  

`We Know Exactly Where Are Going´  

`New Great Lakes´  

`Royals´ // `Become Objects of Daily Use´  

`Fantasia for 4 Hands and 1 Mouse´  

`The Cclose Calll´  

`The Film Music Of Nino Rota (1911-1979)´  

`Every Live Is Problem Solving´  

`Gazpacho´  

`I know when it’s time to get the fuck away´ // `The golden undertow´