`Babylon´

Autore disco:

Le Singe Blanc

Etichetta:

Les Disques de La Face Cachée (F) / Whosbrain Records (F) / Bar la muerte (I)

Link:

www.barlamuerte.com/
www.la-face-cachee.com
whosbrain.free.fr
www.lesingeblanc.org/

Formato:

CD

Anno di Pubblicazione:

2010

Titoli:

1) Bombadilhom 2) Ouzfat 3) Sboub 4) Electromax 5) Tapadi 6) Miozopor 7) Zirath 8) Sblaf 9) Mambossa

Durata:

29:44

Con:

?

boh!!!!

x e. g. (no ©)

Non sono mai stato un fan dei Primus… superstar dell’ultima ora, quella in cui le VERE superstar del rock già cominciavano ad odorare di muffa. E non sono mai stato un fan del garagismo al rovescio, quello dei gruppi europei che nelle loro cantine scimmiottano le superstar americane. E i francesi Le Singe Blanc, triangolo basso-batteria-basso fanno proprio del garagismo al rovescio, riproponendo quello stile spastico e fumettistico di chiara matrice Primus, alienandosi così sin dalle prime note del disco – il loro decimo – le mie simpatie. I numerosi flash su You Tube mostrano un trio ancor più flashiato e rumoroso, capaci di piacere agli irriducibili del rock formato noise, che mi lascia comunque indifferente. So che questa recensione potrebbe far incazzare i fan del gruppo che, se è attivo da una decina d’anni e ha pubblicato tanti dischi, devono essere numerosi (e questo qualcosa vorrà pur dire).
Il fatto è che non ho ancora capito se nel fare una recensione deve predominare lo spirito dell’appassionato o quello di un non meglio specificato e asettico critico. Forse uno dovrebbe recensire solo quello che gli piace, o ciò che ritiene non valido all’interno di cose che comunque gli piacciono, e di solito cerco di attenermi a questa regola. Ma così facendo finisco con il passare da snob….


click to enlarge!click to enlarge!
Data Recensione: 5/3/2012
  Torna al Men Principale
 Archivio dell'anno 2012 ...

`Addosso! L’Italia non si taglia´  

`Solar Ipse #4´  

`Aigéan´  

`Unknown Distances´ // `Blind Jesus´  

`Neverwhere´  

`Aurona Arona´ // `Plays Sinebag´  

`Sufjan Stevens presenta The Age of Adz a Ferrara Sotto Le Stelle 2011´  

`How it feels to find there’s more´  

`Circles And Elephants´ // `Courant.air´  

`Itsunomanika (いつのまにか)´ // `Platos Combinados´  

`220 Tones´  

`Nino e l’inferno´  

`Transparent Skin´  

`The Magazines You Read´  

`Wilderness´  

`Cane di schiena´  

`My Favorite Tics´  

`CuTe HoRSe CuT´  

`Minimal Damage´ // `Time To Do My Lions´ // `Windfall´  

`The Muesli Man´  

`Background Music For Bank Robberies´  

`Weapon Of Choioce´  

`Babylon´  

`Semmai semiplay´  

`The Blue Mountain’s Sun Drummer´  

`Black Falcon´  

`Walkabout´  

`Peruvian Electroacoustic And Experimental Music (1964-1970)´  

`Squarcicatrici´  

`Dying Sun´ // `Slugabeld´  

`Città Utopica – eine Konzert-Installation´  

`Eau De Punk´  

`PopeWaffen´ // `Come ho imparato a volare´  

`Flatime´  

`Onionoise´  

`Fortune Is Always Hiding´  

`Mombu´  

`Chapter #01 Amphetamine´  

`Le goût de néant´  

`The Sails Of Self´ // `Evolutions In Sound : Live´  

`The Great Northern X´  

`Smoking In Heaven´  

`Io?´  

`Days Before The Rubbery´ // `Blind Alley´ // `Analogic Signals From The Sun´  

`Reciprocal Uncles´  

`Sandro Codazzi´  

`Rocambolesca´  

`Shot´  

`La pursuite de l'excellence´  

`Dark Leaves´  

`Stunden´  

`We Know Exactly Where Are Going´  

`New Great Lakes´  

`Royals´ // `Become Objects of Daily Use´  

`Fantasia for 4 Hands and 1 Mouse´  

`The Cclose Calll´  

`The Film Music Of Nino Rota (1911-1979)´  

`Every Live Is Problem Solving´  

`Gazpacho´  

`I know when it’s time to get the fuck away´ // `The golden undertow´