`AV.UR.NAV.´

Autore disco:

Francesco Serra & Sergio Carlini

Etichetta:

Trovarobato Parade (I)

Link:

www.trovarobato.com

Formato:

CD

Anno di Pubblicazione:

2015

Titoli:

1) Elbe 2) Athina R 3) Orzay 4) Kira 5) Aso 6) Scaieni 7) Kyma Alpha 8) Despo

Durata:

36:26

Con:

Francesco Serra, Sergio Carlini

chiaroscuri al lume di luna

x Only One (no ©)

Da sempre mi domando com’è che avvengono certi incontri, quanto c’entra il caso e quanto lo zampino di quello che alcuni chiamano Dio, e che io chiamo destino. Ancora, a sessant’anni suonati, non ho trovato una risposta. Tant’è, Francesco Serra e Sergio Carlini si sono trovati. Per fortuna.
“AV. UR. NAV.” Nasce proprio dall’incontro fra la chitarra elettrica del primo e quella acustica del secondo. Poeticamente è descrivibile come un meeting fra il Lou Reed di “Metal Machine Music” e il John Fahey di “Voice Of The Turtle”, con tutto quello che può starci nel mezzo. La loro è una musica fatta di chiaroscuri, a lume di candela, in prossimità di un Nick Drake afono (ma anche dei notturni di Chopin), concepita da quel lato femminile che ognuno racchiude al suo interno. In pratica si tratta delle leggi del noise applicate alla musica d’ambiente. “AV.UR.NAV.” è una colonna sonora attiva per i vostri stati d’animo, attiva perché oltre ad accompagnarli riesce anche a trasformarli. Dei due autori ricordiamo alcuni importanti progetti, bruciati all’interno del rock indipendente italico, che hanno preceduto questa collaborazione e li hanno portati a collidere: Three Second Kiss e Jowjo per Carlini e Trees Of Mint per Serra. Spezziamo anche una lancia per l’ottimo lavoro svolto da Mattia Coletti in fase di missaggio e masterizzazione.
Può anche darsi che l’uomo del futuro mi dia dello stronzo, ma io vivo nel presente e credo d’aver trovato il disco da inserire nel mio album dei ricordi (relativamente all’anno 2015).


click to enlarge!click to enlarge!
Data Recensione: 30/6/2016
  Torna al Men Principale
 Archivio dell'anno 2016 ...

`Erm´ // `Vignettes´ // `After Dinner´  

`Embeddead´  

`Diplocomp – A Diplodisc Sampler´  

`Matrice´  

`Reforged´  

`Virus´  

`Virale´  

`Fiori dal limbo´  

`Burnout (August Sessions)´  

`Digital Kind Of Guy´  

`Sono andato a letto presto´  

`Madrigali´  

`Governo Laser´  

`DIE´ // `S’Û´  

`Difference Engines´  

`Crudité´  

`Naked Wolf´ // `Buiten Dienst´  

`All Impossible Worlds´  

`La Solitudine del Sole´ // `Fino alla fine della notte´  

`Greetings´  

`La prima volta´  

`Cloudriding´  

`More Nasty´ // `Svimmelhed´ // `Residual Ugly´  

`Il formicaio´ // `Nagual´ // `Hyppopotàmus´  

`Natura Morta´ // `Blind Sun New Century Christology´ // `Dust & Mirrors´  

`Pareti nude´  

`Radici´  

`Germanotta Youth´  

`Multiple´  

`Sotto assedio´ // `Il giorno delle altalene´ // `Endless Tapes EP´  

`Outta Kali Phobia´  

`Adesso´  

`Visible Music For Unheard Visions´  

`A Heart That Responds From Schooling´  

`Ultrasonic Bathing Apparatus´ // `Tape Crash #10´  

`AV.UR.NAV.´  

`Re-Mit´  

`Contra Mundum´  

`Pour en finir´ // `New Vocabulary´  

`Upper Hell´  

`Beyond Repair´  

`Capolavoro´  

`Passage´ // `AOUIE – Bass Clarinet Solo´  

`Tracce D’Africa´  

`In The Other House´ // `Perversions Of The Aging Savant´  

`The Clash Of The Titans´  

`Cacao´  

`URI´  

`Silence Be Alive (生きてこい沈黙)´  

`Silent Carnival´  

`Wander´  

`Dream In A Landscape´  

`Song Cycle´  

`Hotend – Do Tell Plays The Music Of Julius Hemphill´  

`Missa Brevis´  

`Tecniche Arcaiche live at Angelica´  

`Why Not´  

`A Path Made By Walking´  

`Glance And Many Avenues (Live At Apex, Göttingen 2013)´  

`Tapes Amateurs´  

`Doropea´  

`Super 8´  

`Soundcards 01´  

`The Third Season´  

`eXcavations´ // `Red Blue´  

`OU´  

`Olanda in Due (Live At NovaraJazz Italy 2015)´  

`Nox Lux´  

`Alchemy To Our Days´  

`Zwischenbrücken´  

`Al-khīmiyya - الخيمياء´  

`Meeting Points´