`Cacao´

Autore disco:

Cacao

Etichetta:

Autoprodotto (I)

Link:

www.facebook.com/Cacao-354264611258454

Formato:

CD-R

Anno di Pubblicazione:

2015

Titoli:

1) La Nueva 2) High Hitler 3) A 8

Durata:

26:01

Con:

Matteo Pozzi, Diego Pasini

chitarra e basso minimal techno

x Matteo Uggeri

Li ho visti suonare dal vivo a Musica nelle Valli a Maggio di quest'anno. Al festival di artisti validi ce n'erano, ma per me i Cacao li hanno battuti tutti.
Può un duo chitarra e basso suonare come Plastikman? Musica minimale, ma minimale davvero, perfetta nella sua essenzialità dove i giri di basso costanti ma semplicemente perfetti sorreggono le evoluzioni della chitarra. Non immaginatevi Kawabata Makoto o Hendrix, al massimo forse Vini Relly dei Durutti Column, se proprio vogliamo citare qualcuno di conosciuto. Qualcosa di simile a degli assoli, ma con le pause al posto giusto, senza voglia di strafare, senza virtuosismi, solo un grandissimo gusto. Effetti quanto basta (un po' di riverbero, qualche delay, equalizzazione perfetta).
I groove, oltre a far muovere inspiegabilmente il culo, sono anche cassa, rullante, piatti e tamburi. C'è tutto quello che serve, nella musica dei Cacao. Perfino le grafiche di questo CD-R e quelle delle magliette che vendono ai concerti sono minimali. Lo è anche la loro produzione, almeno a quanto mi risulta: solo questo EP di 3 brani. In attesa pare esserci un disco per Brutture Moderne a fine 2015. Lo attendo con ansia. Tra le migliori cose che ho ascoltato negli ultimi 10 anni.


click to enlarge!click to enlarge!

click to enlarge!click to enlarge!

click to enlarge!click to enlarge!
Data Recensione: 20/9/2016
  Torna al Men Principale
 Archivio dell'anno 2016 ...

`Erm´ // `Vignettes´ // `After Dinner´  

`Embeddead´  

`Diplocomp – A Diplodisc Sampler´  

`Matrice´  

`Reforged´  

`Virus´  

`Virale´  

`Fiori dal limbo´  

`Burnout (August Sessions)´  

`Digital Kind Of Guy´  

`Sono andato a letto presto´  

`Madrigali´  

`Governo Laser´  

`DIE´ // `S’Û´  

`Difference Engines´  

`Crudité´  

`Naked Wolf´ // `Buiten Dienst´  

`All Impossible Worlds´  

`La Solitudine del Sole´ // `Fino alla fine della notte´  

`Greetings´  

`La prima volta´  

`Cloudriding´  

`More Nasty´ // `Svimmelhed´ // `Residual Ugly´  

`Il formicaio´ // `Nagual´ // `Hyppopotàmus´  

`Natura Morta´ // `Blind Sun New Century Christology´ // `Dust & Mirrors´  

`Pareti nude´  

`Radici´  

`Germanotta Youth´  

`Multiple´  

`Sotto assedio´ // `Il giorno delle altalene´ // `Endless Tapes EP´  

`Outta Kali Phobia´  

`Adesso´  

`Visible Music For Unheard Visions´  

`A Heart That Responds From Schooling´  

`Ultrasonic Bathing Apparatus´ // `Tape Crash #10´  

`AV.UR.NAV.´  

`Re-Mit´  

`Contra Mundum´  

`Pour en finir´ // `New Vocabulary´  

`Upper Hell´  

`Beyond Repair´  

`Capolavoro´  

`Passage´ // `AOUIE – Bass Clarinet Solo´  

`Tracce D’Africa´  

`In The Other House´ // `Perversions Of The Aging Savant´  

`The Clash Of The Titans´  

`Cacao´  

`URI´  

`Silence Be Alive (生きてこい沈黙)´  

`Silent Carnival´  

`Wander´  

`Dream In A Landscape´  

`Song Cycle´  

`Hotend – Do Tell Plays The Music Of Julius Hemphill´  

`Missa Brevis´  

`Tecniche Arcaiche live at Angelica´  

`Why Not´  

`A Path Made By Walking´  

`Glance And Many Avenues (Live At Apex, Göttingen 2013)´  

`Tapes Amateurs´  

`Doropea´  

`Super 8´  

`Soundcards 01´  

`The Third Season´  

`eXcavations´ // `Red Blue´  

`OU´  

`Olanda in Due (Live At NovaraJazz Italy 2015)´  

`Nox Lux´  

`Alchemy To Our Days´  

`Zwischenbrücken´  

`Al-khīmiyya - الخيمياء´  

`Meeting Points´