`Glance And Many Avenues (Live At Apex, Göttingen 2013)´

Autore disco:

Reciprocal Uncles (with Ove Volquartz)

Etichetta:

Amirani Records (I)

Link:

www.amiranirecords.com
www.sands-zine.com/archiviorec.php?IDrec=1681

Formato:

CD

Anno di Pubblicazione:

2015

Titoli:

1) Schönberg slides on boulevard Dali 2) Flowerpiercers on Cecil rd. 3) Zögernd in der Weberngasse 4) Blaues Schichtengeflecht 5) Act not re-act 6) Graciously Flowing Shadows 7) Almost presto

Durata:

73:40

Con:

Gianni Mimmo, Ove Volquartz, Gianni Lenoci, Cristiano Calcagnile

pietre dai dodici angoli

x Anna Maria Pezzola (no ©)

A nome Reciprocal Uncles s’era recensito un CD pubblicato, sempre per Amirani, circa cinque anni fa. In quell’occasione la sigla nascondeva il duo Mimmo – Lenoci, duo che oggi ritroviamo raddoppiato per la presenza del batterista Cristiano Calcagnile e del clarinettista tedesco Ove Volquartz. In realtà anche queste registrazioni sono vecchie, ma solo di due anni, e sono state effettuate durante un concerto nella città di Göttingen, tutto ciò è comunque comprensibile già dalle note che sempre alleghiamo alle nostre recensioni.
È comunque necessario ripartire da quelle vecchie impressioni per sottolineare il grande equilibrio che c’è, sia fra gli spazi che i quattro si ritagliano, sia negli insiemi, e sia fra le soluzioni più soft e quelle più irruente.
L’accoppiata degli strumenti a fiato si completa per contrasto di timbriche, oltreché per una naturale antitesi fra suoni metallici e suoni lignei.
I due soggetti ritmici, ma forse è ingiusto definirli tali, si completano invece per compenetrazione, laddove una concezione percussiva del pianoforte e una concezione melodica degli oggetti percossi finiscono naturalmente con l’incontrarsi.
Libertà e democrazia: a emergere è l’idea colemaniana di un collettivo senza leader, dove il contributo dei vari componenti va a formare incastri armonici sulla cui simmetria si gioca l’equilibrio complessivo.
Nella via Hatum Rumiyoc di Cuzco c’è una pietra, cosiddetta dai dodici angoli, che fa parte di un vecchio muro incaico e s’incastra alla perfezione con quelle che gli stanno intorno. Si trova lì da secoli e, insieme al muro di cui fa parte, ha resistito alle intemperie, ai terremoti e ai colonizzatori spagnoli. Così vedo la musica di questo quartetto, un insieme di elementi poliedrici che s’incastrano alla perfezione l’uno con l’altro, fino a formare compagini strutturalmente solide e architettonicamente impeccabili.


click to enlarge!click to enlarge!
Data Recensione: 27/10/2016
  Torna al Men Principale
 Archivio dell'anno 2016 ...

`Erm´ // `Vignettes´ // `After Dinner´  

`Embeddead´  

`Diplocomp – A Diplodisc Sampler´  

`Matrice´  

`Reforged´  

`Virus´  

`Virale´  

`Fiori dal limbo´  

`Burnout (August Sessions)´  

`Digital Kind Of Guy´  

`Sono andato a letto presto´  

`Madrigali´  

`Governo Laser´  

`DIE´ // `S’Û´  

`Difference Engines´  

`Crudité´  

`Naked Wolf´ // `Buiten Dienst´  

`All Impossible Worlds´  

`La Solitudine del Sole´ // `Fino alla fine della notte´  

`Greetings´  

`La prima volta´  

`Cloudriding´  

`More Nasty´ // `Svimmelhed´ // `Residual Ugly´  

`Il formicaio´ // `Nagual´ // `Hyppopotàmus´  

`Natura Morta´ // `Blind Sun New Century Christology´ // `Dust & Mirrors´  

`Pareti nude´  

`Radici´  

`Germanotta Youth´  

`Multiple´  

`Sotto assedio´ // `Il giorno delle altalene´ // `Endless Tapes EP´  

`Outta Kali Phobia´  

`Adesso´  

`Visible Music For Unheard Visions´  

`A Heart That Responds From Schooling´  

`Ultrasonic Bathing Apparatus´ // `Tape Crash #10´  

`AV.UR.NAV.´  

`Re-Mit´  

`Contra Mundum´  

`Pour en finir´ // `New Vocabulary´  

`Upper Hell´  

`Beyond Repair´  

`Capolavoro´  

`Passage´ // `AOUIE – Bass Clarinet Solo´  

`Tracce D’Africa´  

`In The Other House´ // `Perversions Of The Aging Savant´  

`The Clash Of The Titans´  

`Cacao´  

`URI´  

`Silence Be Alive (生きてこい沈黙)´  

`Silent Carnival´  

`Wander´  

`Dream In A Landscape´  

`Song Cycle´  

`Hotend – Do Tell Plays The Music Of Julius Hemphill´  

`Missa Brevis´  

`Tecniche Arcaiche live at Angelica´  

`Why Not´  

`A Path Made By Walking´  

`Glance And Many Avenues (Live At Apex, Göttingen 2013)´  

`Tapes Amateurs´  

`Doropea´  

`Super 8´  

`Soundcards 01´  

`The Third Season´  

`eXcavations´ // `Red Blue´  

`OU´  

`Olanda in Due (Live At NovaraJazz Italy 2015)´  

`Nox Lux´  

`Alchemy To Our Days´  

`Zwischenbrücken´  

`Al-khīmiyya - الخيمياء´  

`Meeting Points´