`Daily Visions´

Autore disco:

Roberto Fega

Etichetta:

Creative Sources Recordings (P)

Link:

www.creativesources.com

Formato:

CD

Anno di Pubblicazione:

2012

Titoli:

1) Apnee d’amore / Breath-Hold Loving 2) Assuefazioni / Habitus 3) In Exion 4) Vite che non possiamo permetterci / Living Beyond Our Resources 5) Europe Is Burning 6) Per un finale diverso / For a different ending (*) 7) Ricordi mai sopiti / Unburied Memories
(*) Joe Strummer “The Future Is Unwritten”

Durata:

47:28

Con:

Roberto Fega, Jennifer Scappettone, Marcello Sambati, Cecilia Panichelli, Francesco Lo Cascio, Ersilia Prosperi, Mario Camporeale, Matteo Bennici, Ludovica Valori

un Robin Hood per il nuovo millennio

x e. g. (no ©)

Si ripresenta, a cadenza quasi regolare, il manipolatore romano Roberto Fega. Rispetto al precedente “Un geco nella mia casa”, ferme restando le collaborazioni di Camporeale e Bennici, il cast è oggi allargato ad altri tre strumentisti (+ 3 voci) che impreziosiscono il cantiere ma non spostano di una virgola la direzione dei lavori, la quale rimane saldamente tenuta dalle mani del titolare.
È infatti Fega che lavora di scalpello e martello, che impasta la malta, la sistema con mestola e caldarella, e infine dà le giuste pennellate di colore.
La tensione sociale, che nel disco precedente era ben avvertibile nel discorso della sub-comandante Estrella musicato in Insurgente, si acutizza in titoli come Vite che non possiamo permetterci, Europe Is Burning e Per un finale diverso. Ma si acutizza anche nelle dediche agli antagonismi politici, culturali e artistici di questo mondo. Dediche che inoltre, più in particolare, vengono indirizzate anche alla città di Berlino, a Wyatt, a Scodanibbio e a Joe Strummer.
Ancor più, infine, la tensione sociale è avvertibile nei brevi intermezzi registrati durante l’occupazione di Wall Street e durante le rivolte di Manchester e della Grecia, che si alternano con gli intermezzi tratti da interviste a Zygmunt Bauman e agli immigrati stipati a Lampedusa, oltre a quello estrapolato dal film “Norwegian Wood” di Tran Anh Hung.
Quello dipinto da Fega è un mondo in fiamme e, dal momento che «il futuro non è scritto», il musicista punta chiaramente su un finale diverso da quelli già visti nei precedenti film. Voglio condividere le sue speranze, anche se mi sembra che la superiorità in mezzi e denaro da parte delle forze del male vanifichi molto ogni aspettativa per un sistema di vita migliore ed equanime.
A questo mondo in fiamme Fega contrappone stranamente una musica delicata e poetica tanto che, in Apnee d’amore e In Exion, sembra quasi di respirare del soul alla Niobe. Gli stessi strumenti utilizzati, fermi restando campionatori e computer del leader, hanno il sapore semplice, schietto e antico di fisarmonica, tromba, vibrafono, contrabbasso e tromba.
Come vorrei che, oltre al futuro, anche il passato fosse da scrivere.


click to enlarge!click to enlarge!
Data Recensione: 26/7/2013
  Torna al Men Principale
 Archivio dell'anno 2013 ...

`Chimera´  

`Khawa’ter (Pensées)´  

`Antimacchina´  

`Death Surf´  

`Pulses & Places´ // `The Myth Of Persistence Of Vision Revisited´  

`Minimal Boom!´  

`Cut A Caper´  

`Reibungen´ // `Shifting Moods´  

`No Room For Doubt´  

`Resonating Universes´  

`Contraddizioni´ // `The Shipwreck Bag Show´  

`Mexico´  

`Toot!´  

`Vier!´  

`Modern Primitive´  

`A Cool Tree´  

`On The Move´  

`Above The Winter Oaks´ // `Fonogram´  

`Sulle tracce della volpe´  

`Istanbul Improv Sessions May 4th´  

`El Tren Fantasma´  

`Ventennale´  

`La mer, la bataille, la mort´  

`Alberto Boccardi´  

`Merde, il pleut´  

`The Occurrence´  

`Wege´  

`The Kenya Sessions´  

`Outpost Live´  

`Ancient Tears´ // `L’uomo della sabbia´  

`Piano Breath (Action Music)´  

`Mars Is Heaven´ // `NEO PI-R´ // `Double Feature´  

`Ninnananne tristi per bambini cattivi´  

`Brand New For China!´  

`Dark Lady Of The Sonnets´  

`Season Two´  

`Radical Bending´  

`An Elephant into this Building´  

`Disco interno´  

`Daily Visions´  

`Sycamore Age´  

`The Next Wave of Omnigalactic Peace Warriors´  

`CHTRLTT - Part I´  

`This Is All I Had Time For´ // `Fonogram´ // `Camaraderie´  

`Ciao amore, ciao´ // `Le sirene di luglio / Torino pausa pranzo´  

`Cerimony´  

`Split´  

`Irrintzi´  

`Era´ // `?Alos - Xabier Iriondo´  

`Gemina´ // `Atto´  

`Mantic´ // `Polishing The Mirror´  

`Fields of Corn – A Binaural Sound Movie in San Martino Spino´  

`Garbo And Other Godesses Of Cinema + Bonus CD: Tango & Impro´  

`Live @ The Theatre, Rozzano, 13 dicembre 2012´  

`Deform from Within´  

`Sales´  

`Login´  

`Cinque Pezzi Facili - Volume 4: Dell'amore e dei suoi fallimenti / Deleted scenes´  

`Turbulent Flow´ // `Tidal TM (Amphidromic Cotidal)´  

`Live @ The Ironworks Vancouver´  

`Erzählend Nah´ // `Live In Pisa´  

`Arbëria´ // `La merce perfetta´ // `Aural Histories´  

`Silo Thinking´ // `X´  

`Der Italienische Manierismus´  

`Umber´ // `Selce´  

`Risonanze orbitali – opere e domande´  

`Fame´  

`Dialogue Dreams´  

`Abitacolo Ostile (2006-2011)´  

`Redistance´  

`Nothing Outstanding´ // `Blue Willa´ // `You Should Reproduce´  

`2013: odissea nello spiazzo´  

`Dolci ricordi´  

`String Quartets´ // `Stanze´  

`Civilian Life´  

`The Infinite Travelling´  

`At The Hideout´