`Split´

Autore disco:

Canide / The Great Saunites

Etichetta:

Il verso del cinghiale records (I)

Link:

www.canide.net
thegreatsaunites.blogspot.it

Formato:

Lp + Cd

Anno di Pubblicazione:

2012

Titoli:

1) Long John 2) I get the war 3) Murder corporate 4) I rape you 5) My broken bones / 6) Santa ertna (reprise) 7) Untitled with gain 8) Kitsune 8) Trans human express

Durata:

19:12

Con:

Davide De Santis, Mac-ale, Marcello Perego, Fulcio Ghemasi / Atros, Leonard Kandur Layola

Chi bene, chi meglio

x Daniele Guasco

È più forte di me, ma non riesco mai a disprezzare i gruppi che si rifanno abbondantemente ed esplicitamente al noise-rock (o math-rock, o hard-rock…) americano degli anni novanta. Quello dei Canide, che occupano la prima facciata di questa uscita su vinile è l’ennesimo caso.
Jesus Lizard a palate, tonnellate di Unsane, abbondanti dosi di stoner e cantato hard-rock nel midollo. Quanti ne abbiamo sentiti di gruppi simili, anche considerando solo quelli italiani, negli ultimi anni? Tanti, tanti, tanti, tanti.
Eppure mi sono goduto l’ascolto di queste cinque canzoni, che nonostante qualche punto un po’ acerbo, non perdono per un secondo della loro durata in potenza e impatto, e pur dubitando sulla longevità della presenza di questo disco nel mio stereo (non posso farci niente, difficilmente ascolto spesso musica simile pur apprezzandola), ai Canide dico un bel “bravi, avanti così”.
A chi invece dico “meglio, era proprio quello che volevo” sono i The great saunites, che già mi avevano colpito molto positivamente alla loro prima uscita su cd. Nella seconda facciata di questo split confermano infatti ogni buona impressione lasciatami dal lavoro precedente migliorandola con una discesa ancora più approfondita nel rock psichedelico strumentale, ma annullando ogni possibile ripetitività inserendo precisi momenti di assalti sonori o riusciti tentativi più sperimentali come l’ultima parte del disco.
Nell’attuale proposta musicale italiana trovo veramente pochi nomi nuovi da seguire, e i The great saunites rientrano di sicuro tra questi.


click to enlarge!click to enlarge!
Data Recensione: 19/8/2013
  Torna al Men Principale
 Archivio dell'anno 2013 ...

`Chimera´  

`Khawa’ter (Pensées)´  

`Antimacchina´  

`Death Surf´  

`Pulses & Places´ // `The Myth Of Persistence Of Vision Revisited´  

`Minimal Boom!´  

`Cut A Caper´  

`Reibungen´ // `Shifting Moods´  

`No Room For Doubt´  

`Resonating Universes´  

`Contraddizioni´ // `The Shipwreck Bag Show´  

`Mexico´  

`Toot!´  

`Vier!´  

`Modern Primitive´  

`A Cool Tree´  

`On The Move´  

`Above The Winter Oaks´ // `Fonogram´  

`Sulle tracce della volpe´  

`Istanbul Improv Sessions May 4th´  

`El Tren Fantasma´  

`Ventennale´  

`La mer, la bataille, la mort´  

`Alberto Boccardi´  

`Merde, il pleut´  

`The Occurrence´  

`Wege´  

`The Kenya Sessions´  

`Outpost Live´  

`Ancient Tears´ // `L’uomo della sabbia´  

`Piano Breath (Action Music)´  

`Mars Is Heaven´ // `NEO PI-R´ // `Double Feature´  

`Ninnananne tristi per bambini cattivi´  

`Brand New For China!´  

`Dark Lady Of The Sonnets´  

`Season Two´  

`Radical Bending´  

`An Elephant into this Building´  

`Disco interno´  

`Daily Visions´  

`Sycamore Age´  

`The Next Wave of Omnigalactic Peace Warriors´  

`CHTRLTT - Part I´  

`This Is All I Had Time For´ // `Fonogram´ // `Camaraderie´  

`Ciao amore, ciao´ // `Le sirene di luglio / Torino pausa pranzo´  

`Cerimony´  

`Split´  

`Irrintzi´  

`Era´ // `?Alos - Xabier Iriondo´  

`Gemina´ // `Atto´  

`Mantic´ // `Polishing The Mirror´  

`Fields of Corn – A Binaural Sound Movie in San Martino Spino´  

`Garbo And Other Godesses Of Cinema + Bonus CD: Tango & Impro´  

`Live @ The Theatre, Rozzano, 13 dicembre 2012´  

`Deform from Within´  

`Sales´  

`Login´  

`Cinque Pezzi Facili - Volume 4: Dell'amore e dei suoi fallimenti / Deleted scenes´  

`Turbulent Flow´ // `Tidal TM (Amphidromic Cotidal)´  

`Live @ The Ironworks Vancouver´  

`Erzählend Nah´ // `Live In Pisa´  

`Arbëria´ // `La merce perfetta´ // `Aural Histories´  

`Silo Thinking´ // `X´  

`Der Italienische Manierismus´  

`Umber´ // `Selce´  

`Risonanze orbitali – opere e domande´  

`Fame´  

`Dialogue Dreams´  

`Abitacolo Ostile (2006-2011)´  

`Redistance´  

`Nothing Outstanding´ // `Blue Willa´ // `You Should Reproduce´  

`2013: odissea nello spiazzo´  

`Dolci ricordi´  

`String Quartets´ // `Stanze´  

`Civilian Life´  

`The Infinite Travelling´  

`At The Hideout´