`Live At La Resistenza´

Autore disco:

Dikeman, Parker & Drake

Etichetta:

el Negocito Records, Tractata Records (B)

Link:

www.elnegocitorecords.com

Formato:

CD

Anno di Pubblicazione:

2015

Titoli:

1) Gratitude 2) Invocation 3) Bad Uncle John! 4) WY Funk

Durata:

42:36

Con:

John Dikeman, William Parker, Hamid Drake

broetzmannismi

x Vermiglia Rossi (no ©)

Parker e Drake dovreste conoscerli più che bene. Di Dikeman, seppure lo abbiamo già incontrato in ensemble quali i Cactus Truck e la Royal Improvisers Orchestra, ne sapete sicuramente di meno. È per ciò doveroso informarvi che si tratta di un sassofonista – sax alto e tenore - di origini statunitensi, del Nebraska per la precisione, vissuto da girovago fino all’attuale sistemazione in terra d’Olanda. Quello di questo disco, quindi, è un trio americano e, come buona parte del free jazz americano ascoltato negli ultimi anni, risente della colonizzazione esercitata da Peter Brötzmann.
Fraseggi a ruota libera, spesso espressione di energia pura, che si avvicendano senza che vi sia una rinuncia totale a giocare la carta di qualche molecola più melodica. Quando Dikeman passa all’alto, soprattutto, sembra di sentire anche qualche coloritura colemaniana, ma forse è solo la suggestione dettata dalle timbriche dello strumento.
I quattro brani scorrono fluidi, senza soluzione di continuità, e la traghettata dall’uno all’altro viene condotta dal treno ritmico del duo Parker e Drake, nei brevi momenti che vedono il sassofonista ritirarsi all’angolino, anche con lo scopo di riprendere fiato.
Chiaramente in tutto ciò non c’è niente di nuovo, ma ‘ste cose sono come quel vino che più invecchia e più diventa buono.
Almeno fino a un certo grado d’invecchiamento.


click to enlarge!click to enlarge!
Data Recensione: 10/2/2017
  Torna al Men Principale
 Archivio dell'anno 2017 ...

`Cartridge Music (musica per testina)´ // `Nassau 1713´  

`Sensorium´  

`Drowning In Wood´  

`Malo´ // `Sacrée Obsession´  

`Veiled´  

`Dimensioni´ // `Parallelo´  

`Live At La Resistenza´  

`Spannung´  

`Flawless Dust´ // `Scenes From A Trialogue´  

`Črne Vode / Black Waters / Schwarze Wasser´ // `Let Them Grow´  

`ﺭﺍﺩﻳﻮ ﺇﺯﺩﺍﻍ´ // `Es Prohibido Cantar´  

`Pow´  

`Place´  

`Carrion, My Wayward Son …´  

`Maledetta Dopamina´  

`Uno Todo Tres´  

`The Galilean Moons´  

`Dancing Trees´  

`Il Ballo dell’Orso´  

`Reverse Camouflage´  

`For Arthur Doyle´ // `Osing Trance – Musik Patrol´  

`Tape Crash #12´  

`Offshore Zone´  

`Andante Plumbeo´  

`Volume 3´  

`Kali Yuga´ // `Le filtre à sons – Vol. 1´  

`Reliquies´  

`Unbehagen´  

`D’ora stella´  

`Zero Brane´  

`Witch´ // `The Golden Calf´ // `Il vespaio´  

`New York City´ // `Gaycre (2)´ // `Demain, c’est Paris-Roubaix´  

`Alegrìas y duelos de mi alma´  

`Silent People´  

`Circles Of Upper And Lower Hell´  

`A Tree, At Night´ // `Prima del terzo´ // `Heavy Nichel´ // `Taken From A True Story´  

`Honey Ant Dreaming´ // `Reverie´ // `Warm Glow´ // `Bliss´  

`Calce´ // `5 Haiku´  

`The Exodus Suite´  

`A Beat Of A Sad Heart´  

`Chamber Rites´  

`Numen – Life Of Elitra Lipozi´  

`Memoria Istruttiva´ // `Funeral Parties´  

`Zurich Concerts (15 Years Of Kontrabassduo Studer-Frey)´  

`Tape Crash 14´ // `Tape Crash 15´  

`Âncora´  

`Tectonic Shifts´ // `Modus Of Raw´  

`Chi va piano va già troppo veoce (Sulla lentezza del bradipo)´  

`Hoverload´ // `{}´  

`Arpe Eolie´ // `Ragionamenti musicali in forma di dialogo: X e XII´  

`Ho perso la testa´ // `Musica per autoambulanze´  

`The Stabbing´ // `Acephale´ // `in Fin dei Corpi´  

`Autotrophy´  

`Farfalle e Falene´  

`Eagle Prayer´  

`Méthodologie Contextuelle´ // `Sequenze per raffigurazioni mentali #1´  

`Creatura´  

`City Of Vorticity´  

`Vostok´  

`Appartamento in centro´  

`KIKEΩN´  

`Primio´  

`Examination Of The Eye Of A Horse´  

`Bad Habits´  

`Hypno-pop´  

`Dieci´ // `La porta stretta´  

`Fabuloseries´  

`Awake´  

`Way´  

`Apnea´  

`Rumore austero´ // `Sitcom Koan´ // `Maps And Mazes´  

`Beyond Time´  

`Zentuary´ // `Pasar Klewer´  

`Silentium´  

`Prossime trascendenze´  

`Live Spomen Dom´  

`The White Side, The Black Side´  

`Variazioni Gracchus´  

`The Miracles Of Only One Thing´  

`Become Zero´  

`Right Error´  

`Traum´  

`Re-Birth´  

`Le nove ombre del caos´  

`Les Ravageurs´  

`Falling Apart´  

`Coriandoli´  

`Divus´  

`Learn To Live´  

`Il De’ Blues´ // `Sì´  

`Menhir´  

`Un incubo stupendo´