`Flawless Dust´ // `Scenes From A Trialogue´

Autore disco:

Garrison Fewell & Gianni Mimmo // Granularities

Etichetta:

Long Song Records (I) // Amirani Records (I)

Link:

www.longsongrecords.com
www.amiranirecords.com

Formato:

CD

Anno di Pubblicazione:

2016 // 2015

Titoli:

1) Flawless Dust 2) Song 3) Coherent 4) News From Beyond 5) Struggente 6) Other Song 7) A Floating Caravan 8) Other Chat 9) Grainy Fabric 10) ? // 1) Overture 2) Act 1, Scene 1 3) Act 1, Scene 2 4) Entracte 1 5) Act 2, Scene 1 6) Act 2, Scene 2 7) Entracte 2 8) Act 3, Scene 1 9) Act 3, Scene 2

Durata:

40:43 // 63:16

Con:

Garrison Fewell, Gianni Mimmo // Lawrence Casserley, Martin Mayes, Gianni Mimmo

la filosofia del mai strafare

x giuseppe tararà (no ©)

Se fra gli insegnamenti lasciati da Steve Lacy ci sono quelli del non strafare e del lavorare utilizzando i materiali più eterogenei, questi due CD dai suoni eleganti e fluidi, oltreché impreziositi da suggestivi chiaroscuro lunari, si adattano perfettamente ad essi. Non a caso entrambi i dischi vantano la presenza del sassofonista soprano Gianni Mimmo, un seguace convinto dello scomparso maestro americano.
Sono comunque in molti, oltre all'ombra lunga di Lacy, gli elementi che accomunano “Flawless Dust” e “Scenes From A Trialogue”, non ultimi un amalgama e un equilibrio perfetti.
Praticamente è come se più persone agissero come un sol uomo dalle molteplici sfaccettature.
Peraltro i due dischi sono anche estremamente diversi l’uno dall’altro.
Nelle registrazioni di “Flawless Dust”, dell’Ottobre 2014, il sax di Mimmo interagisce con la chitarra di Garrison Fewell, strumentista americano di impostazione jazz-blues che suona anche qualche strumento a percussione. I suoni liquidi della chitarra influenzano un po' tutto l’insieme e offrono spunto allo stesso Mimmo che si scioglie in fluide digressioni.
Generalmente la musica è sviluppata su toni morbidi ma, ad esempio in News From Beyond, i due sanno dare anche una prova decisa di avere dosi più che sufficienti di mordente.
La prematura recente scomparsa di Fewell, a soli 61 anni, rende ancor più significative queste registrazioni che ovviamente sono dedicate alla sua memoria.
Tanto “Flawless Dust” suona americano quanto “Scenes From A Trialogue” (registrazioni del Settembre 2010) suona europeo.
La formazione è appena più complessa, con Martin Mayes ai corni (a valvole, senza valvole e alpino) e Laurence Casserley alle elaborazioni digitali (più piccoli strumenti a percussione) a fare riscontro al sax di Mimmo. Le sonorità sono qui più cacofoniche e oscure, e in più d'un momento fanno pensare a Stravinskij.
Per quanto riguarda Mimmo va aggiunto che con la sua Amirani Records, una serie di pubblicazioni ormai considerevole all’attivo, sta facendo rivivere all’editoria musicale milanese i tempi d’oro del tandem Black Saint / Soul Note. Queste impeccabili attività come editore e come musicista, sempre condotte all'insegna della modestia e del non strafare, ne stanno facendo uno dei più importanti e apprezzati musicisti della scena jazz europea.

Ps: Di Mimmo è stato pubblicato su Tarzan Records anche il vinile “Further Considerations”, in edizione limitata a 100 copie, un solo di sax soprano con 13 brani originali più un rifacimento della Cette Fois di Steve Lacy.
A buon intenditor …


click to enlarge!click to enlarge!

click to enlarge!click to enlarge!
Data Recensione: 24/2/2017
  Torna al Men Principale
 Archivio dell'anno 2017 ...

`Cartridge Music (musica per testina)´ // `Nassau 1713´  

`Sensorium´  

`Drowning In Wood´  

`Malo´ // `Sacrée Obsession´  

`Veiled´  

`Dimensioni´ // `Parallelo´  

`Live At La Resistenza´  

`Spannung´  

`Flawless Dust´ // `Scenes From A Trialogue´  

`Črne Vode / Black Waters / Schwarze Wasser´ // `Let Them Grow´  

`ﺭﺍﺩﻳﻮ ﺇﺯﺩﺍﻍ´ // `Es Prohibido Cantar´  

`Pow´  

`Place´  

`Carrion, My Wayward Son …´  

`Maledetta Dopamina´  

`Uno Todo Tres´  

`The Galilean Moons´  

`Dancing Trees´  

`Il Ballo dell’Orso´  

`Reverse Camouflage´  

`For Arthur Doyle´ // `Osing Trance – Musik Patrol´  

`Tape Crash #12´  

`Offshore Zone´  

`Andante Plumbeo´  

`Volume 3´  

`Kali Yuga´ // `Le filtre à sons – Vol. 1´  

`Reliquies´  

`Unbehagen´  

`D’ora stella´  

`Zero Brane´  

`Witch´ // `The Golden Calf´ // `Il vespaio´  

`New York City´ // `Gaycre (2)´ // `Demain, c’est Paris-Roubaix´  

`Alegrìas y duelos de mi alma´  

`Silent People´  

`Circles Of Upper And Lower Hell´  

`A Tree, At Night´ // `Prima del terzo´ // `Heavy Nichel´ // `Taken From A True Story´  

`Honey Ant Dreaming´ // `Reverie´ // `Warm Glow´ // `Bliss´  

`Calce´ // `5 Haiku´  

`The Exodus Suite´  

`A Beat Of A Sad Heart´  

`Chamber Rites´  

`Numen – Life Of Elitra Lipozi´  

`Memoria Istruttiva´ // `Funeral Parties´  

`Zurich Concerts (15 Years Of Kontrabassduo Studer-Frey)´  

`Tape Crash 14´ // `Tape Crash 15´  

`Âncora´  

`Tectonic Shifts´ // `Modus Of Raw´  

`Chi va piano va già troppo veoce (Sulla lentezza del bradipo)´  

`Hoverload´ // `{}´  

`Arpe Eolie´ // `Ragionamenti musicali in forma di dialogo: X e XII´  

`Ho perso la testa´ // `Musica per autoambulanze´  

`The Stabbing´ // `Acephale´ // `in Fin dei Corpi´  

`Autotrophy´  

`Farfalle e Falene´  

`Eagle Prayer´  

`Méthodologie Contextuelle´ // `Sequenze per raffigurazioni mentali #1´  

`Creatura´  

`City Of Vorticity´  

`Vostok´  

`Appartamento in centro´  

`KIKEΩN´  

`Primio´  

`Examination Of The Eye Of A Horse´  

`Bad Habits´  

`Hypno-pop´  

`Dieci´ // `La porta stretta´  

`Fabuloseries´  

`Awake´  

`Way´  

`Apnea´  

`Rumore austero´ // `Sitcom Koan´ // `Maps And Mazes´  

`Beyond Time´  

`Zentuary´ // `Pasar Klewer´  

`Silentium´  

`Prossime trascendenze´  

`Live Spomen Dom´  

`The White Side, The Black Side´  

`Variazioni Gracchus´  

`The Miracles Of Only One Thing´  

`Become Zero´  

`Right Error´  

`Traum´  

`Re-Birth´  

`Le nove ombre del caos´  

`Les Ravageurs´  

`Falling Apart´  

`Coriandoli´  

`Divus´  

`Learn To Live´  

`Il De’ Blues´ // `Sì´  

`Menhir´  

`Un incubo stupendo´