`Appartamento in centro´

Autore disco:

Rookie

Etichetta:

DreaminGorilla Records, Dischi Bervisti (I)

Link:

www.dreamingorillarecords.is
www.dischibervisti.com
www.wearerookie.it

Formato:

CD

Anno di Pubblicazione:

2016

Titoli:

1) Mitch 2) Spara 3) La soluzione 4) Appartamento in centro 5) Correre 6) Tute blu 7) L’abitudine 8) Giornalisti 9) La strage 10) Sotto contratto

Durata:

44:34

Con:

Carlo Demo, Antonio Loseto, Andrea Rigoni, Luca Sammartin, Nicola Cerantola, Valentina Sicco

né troppo invadente né troppo assente

x Marco Verdi (no ©)

I Rookie sono un gruppo indie che fa canzoni indie da pubblicare su dischi indie che escono per etichette indie. La maggioranza dei gruppi rock potrebbe però rispondere a questa definizione, per cui è meglio una descrizione tipo gruppo post-hardcore italiano dalla tendenza pop e dall’ascendenza punk. Questo è il loro primo disco. Forse sono poco originali, ma a fare la differenza c’è un sufficiente mestiere nelle (s)palle, che non è roba da poco, e interessanti testi in italiano. Il mestiere deriva dall’essersi fatti le ossa in gruppi hardcore del vicentino (il cantante Nicola ‘Dominik’ Cerantola, in particolare, stava nei Dufresne). La genealogia punk si ritrova soprattutto nei testi, qualche traccia: SparaChiuditi in casa / Sbarra le porte / Che fuori è già buio e poi ti prendono a botte / Ti rubano i soldi / Ti legano al letto mentre ti fregano tutto / Se ti guardano storto tu non ti fermare / Comprati un arma lo sai che è legale / Tanto ormai siamo come l’America / Con gli attentati nei cinema / Come stai ora che siamo l’America / Con le pistole in camera»); La soluzioneAbbiamo scritto le leggi e poi fatto le truffe / Firmato contratti che sembravano multe / Ci siamo fatti legare le mani alle poltrone / E continuiamo a sperare che arrivi il salvatore»); Sotto contrattoTic tac tic tac / Bisogna fare in fretta / Tic tac tic tac / Per non cadere giù / Tic tac tic tac / Mettere su famiglia / Tic tac tic tac / Aprire un conto in banca»). In alcune soluzioni melodiche ci trovo qualcosa della prima Nannini (magari s’incazzano pure per il paragone scomodo ma, credetemi, meglio far pensare alla prima Nannini che a Vasco Rossi) mentre l’aspetto polemico dei testi mi ricorda il miglior Giorgio Gaber. NelLa strage c’è la voce dell’ospite Valentina Sicco (molto riuscita questa soluzione a due voci in un classico stile punk californiano: X, Alley Cats). Un ultimo appunto riguarda il nome che vuol dire esordiente (chissà se al prossimo disco lo cambieranno).
“Appartamento in centro” scorre senza intoppi e si fa ascoltare con piacere. Mettetelo in macchina e troverete sempre un buon compagno di viaggio, mai troppo invadente ma neppure mai troppo assente.


click to enlarge!click to enlarge!
Data Recensione: 18/8/2017
  Torna al Men Principale
 Archivio dell'anno 2017 ...

`Cartridge Music (musica per testina)´ // `Nassau 1713´  

`Sensorium´  

`Drowning In Wood´  

`Malo´ // `Sacrée Obsession´  

`Veiled´  

`Dimensioni´ // `Parallelo´  

`Live At La Resistenza´  

`Spannung´  

`Flawless Dust´ // `Scenes From A Trialogue´  

`Črne Vode / Black Waters / Schwarze Wasser´ // `Let Them Grow´  

`ﺭﺍﺩﻳﻮ ﺇﺯﺩﺍﻍ´ // `Es Prohibido Cantar´  

`Pow´  

`Place´  

`Carrion, My Wayward Son …´  

`Maledetta Dopamina´  

`Uno Todo Tres´  

`The Galilean Moons´  

`Dancing Trees´  

`Il Ballo dell’Orso´  

`Reverse Camouflage´  

`For Arthur Doyle´ // `Osing Trance – Musik Patrol´  

`Tape Crash #12´  

`Offshore Zone´  

`Andante Plumbeo´  

`Volume 3´  

`Kali Yuga´ // `Le filtre à sons – Vol. 1´  

`Reliquies´  

`Unbehagen´  

`D’ora stella´  

`Zero Brane´  

`Witch´ // `The Golden Calf´ // `Il vespaio´  

`New York City´ // `Gaycre (2)´ // `Demain, c’est Paris-Roubaix´  

`Alegrìas y duelos de mi alma´  

`Silent People´  

`Circles Of Upper And Lower Hell´  

`A Tree, At Night´ // `Prima del terzo´ // `Heavy Nichel´ // `Taken From A True Story´  

`Honey Ant Dreaming´ // `Reverie´ // `Warm Glow´ // `Bliss´  

`Calce´ // `5 Haiku´  

`The Exodus Suite´  

`A Beat Of A Sad Heart´  

`Chamber Rites´  

`Numen – Life Of Elitra Lipozi´  

`Memoria Istruttiva´ // `Funeral Parties´  

`Zurich Concerts (15 Years Of Kontrabassduo Studer-Frey)´  

`Tape Crash 14´ // `Tape Crash 15´  

`Âncora´  

`Tectonic Shifts´ // `Modus Of Raw´  

`Chi va piano va già troppo veoce (Sulla lentezza del bradipo)´  

`Hoverload´ // `{}´  

`Arpe Eolie´ // `Ragionamenti musicali in forma di dialogo: X e XII´  

`Ho perso la testa´ // `Musica per autoambulanze´  

`The Stabbing´ // `Acephale´ // `in Fin dei Corpi´  

`Autotrophy´  

`Farfalle e Falene´  

`Eagle Prayer´  

`Méthodologie Contextuelle´ // `Sequenze per raffigurazioni mentali #1´  

`Creatura´  

`City Of Vorticity´  

`Vostok´  

`Appartamento in centro´  

`KIKEΩN´  

`Primio´  

`Examination Of The Eye Of A Horse´  

`Bad Habits´  

`Hypno-pop´  

`Dieci´ // `La porta stretta´  

`Fabuloseries´  

`Awake´  

`Way´  

`Apnea´  

`Rumore austero´ // `Sitcom Koan´ // `Maps And Mazes´  

`Beyond Time´  

`Zentuary´ // `Pasar Klewer´  

`Silentium´  

`Prossime trascendenze´  

`Live Spomen Dom´  

`The White Side, The Black Side´  

`Variazioni Gracchus´  

`The Miracles Of Only One Thing´  

`Become Zero´  

`Right Error´  

`Traum´  

`Re-Birth´  

`Le nove ombre del caos´  

`Les Ravageurs´  

`Falling Apart´  

`Coriandoli´  

`Divus´  

`Learn To Live´  

`Il De’ Blues´ // `Sì´  

`Menhir´  

`Un incubo stupendo´