`Quellgeister #1´

Autore disco:

Stefan Fraunberger

Etichetta:

Chmafu Nocords (A)

Link:

nocords.net
stefan.fraunberger.at

Formato:

CD-R

Anno di Pubblicazione:

2013

Titoli:

1) Quellgeister #1

Durata:

31:18

Con:

Stefan Fraunberger

il potere della suggestione

x Vlad Tepes (no ©)

Cosa non può la suggestione!?!! Se non avessi letto che questo disco è stato registrato a Cristian, piccolo paese della Transilvania, all’interno di una chiesa fortificata e su un organo malmesso, probabilmente non lo avrei degnato di un ascolto.
Probabilmente lo stesso Stefan Fraunberger, musicista e strumentista sperimentale austriaco, si è lasciato suggestionare dall’ambiente e “Quellgeister #1” - primo di una serie di lavori dedicati all’organo – inizia davvero in modo inquietante e transilvanico, con ululati che sembrano provenire dall’interno di una cripta abitata da anime in pena (vi ricordate Frankenstein Junior: «lupo ulu-là castello ulu-lì»). Ma si tratta di una breve introduzione, ‘ché subito il vecchio strumento è sollecitato a esplodere in boati catastrofici, in bordoni dissonanti, in coralità solenni, in svisate stridenti… al pari di Bolleter, l’australiano dei pianoforti avariati, Fraunberger coniuga doti di musicista, di archeologo, di demone dantesco e di restauratore. Immaginate l’ambiente decrepito e pastorale in cui sono avvenute le registrazioni, sia quello interno sia quello esterno alla vecchia chiesa, e avrete già fatto dei buoni passi per mettervi in sintonia con una musica che trasuda un senso di spiritualità selvaggia, più vicina a un concetto di dio vendicativo e distruttore che a un senso di carità cristiana.
E pensare che stavo per accantonare questo disco .... mio zio Eterogenio me lo ha sempre detto di non fermarmi alla buccia.


click to enlarge!click to enlarge!
Data Recensione: 24/3/2015
  Torna al Men Principale
 Archivio dell'anno 2015 ...

`Tangeri´  

`Hyaena Reading in concerto – Viterbo 14 Marzo 2014´  

`Hipsters Gone Ballistic´  

`Θεόδωρος´  

`Fuori´  

`Super Human´  

`Road Works´  

`Man Overboard´  

`About Farewell´  

`17 Clips´  

`The Space Lady’s Greatest Hits´  

`4 Corners´  

`Entomologia´ // `Peyrano´  

`Kopfüberwelle´  

`Etude Begone Badum´ // `Bone Alphabet´  

`Esco un attimo´  

`You Wait To Publish´  

`In Case We’ll Meet´ // `LEM´  

`Quellgeister #1´  

`Birch´  

`Due´  

`Nothing Changes No One Can Change Anything, I Am Ever-Changing Only You Can Change Yourself´  

`Reuze Reuze´  

`Goodmorning Utopia´  

`Lingue di fuoco´  

`Automitoantologia (1983-2013) – 30 anni di ritagli, rarità e inediti´  

`Era una gioia appiccare il fuoco´  

`Canzoni in silenzio´  

`Pinarella Blues´  

`Miserabilandia´  

`Hoe Alles Oplost´  

`Matter´ // `Folklor Invalid´  

`The Cold Summer Of The Dead´  

`And The Cowgirls Kept On Dancing´ // `Rotations´  

`Exploding Views´  

`TH_X´  

`Solo Flutes´  

`L’arte della fuga´  

`Venezia non esiste´  

`Tape Crash #8´ // `Version d’un ouvrage traduit´  

`Cagna schiumante´  

`Lottoventisette´  

`in BLOOM´  

`More Lovely And More Temperate´  

`карлицы сюита´  

`Monktronik´  

`Lo gnomo e lo gnu´  

`Zen Crust´  

`The Calendar´  

`Seven Songs For A Disaster´ // `Keep Your Hands Free´  

`(Per la) Via di casa´  

`Dannato´  

`Artists´  

`The Seven Inch Series Vol. 1´ // `The Seven Inch Series Vol. 2´ // `The Seven Inch Series Vol. 3´  

`मेम वेर्म [mema verma]´  

`Scimmie´  

`David´  

`Obsession´ // `Guns of Brixton´  

`Lasting Ephemerals´ // `Don Kixote´ // `Moon´  

`The Cost Of Service´ // `CaseMatte / коробочка для пилюль´ // `Threatening Fragments From Four Boulders´  

`nu.it´  

`Come in cielo così in terra´  

`Elementer´ // `Primitive Future´  

`La Chambre Des Jeux Sonores´  

`In God We Trust´  

`Peripheral´  

`Exagéré!´  

`Coro Corridore con Megafoni´  

`Perfect Laughter´  

`Tsuru No Sugomori´  

`Dasein´  

`Ranch´  

`Apocalypse Town´  

`Jarboe / Helen Money´  

`La via della salute´  

`Tape Crash #11: The Examination´  

`Blu´  

`Waschmaschine´