`nu.it´

Autore disco:

Sawako

Etichetta:

Baskaru (F)

Link:

www.baskaru.com

Formato:

CD

Anno di Pubblicazione:

2014

Titoli:

1) Locus Of Everyday Life 2) Pass.age 3) Nostal.noz 4) Nemumel 5) F.light 6) Piano Cote 7) O.ver 8) Mind.ight 9) In.fini

Durata:

38:54

Con:

Sawako Kato

in sospensione fra cielo e terra

x Kasilda Ketrova (no ©)

È dal 2008, anno in cui venne pubblicato `Bitter Sweet´, che di Sawako s’erano quasi perse le tracce (quasi, perché nel frattempo ci sono state partecipazioni in piccoli lavori collettivi). Sei anni, e sei anni sono un tempo abbastanza lungo da relegarti nel dimenticatoio. Eppure, se pensate che il Pop Group sta per uscire con un nuovo album a 35 anni di distanza dal disco precedente, e lo sta facendo accompagnato da tanto di tam tam, sei miseri annetti paiono una quisquiglia. Personalmente nutro poca fiducia nel ritorno del Pop Group, salvo imprevisti non credo che degnerò quel disco di un ascolto, mentre la giapponesina continua a intrigarmi, pur essendo consapevole che non c’è da aspettarsi nessuna eclatante novità.
Il suono è tastieroso e bradiposo e, ad eccezione delle spigolosità intrinseche a Mind.ight, sembra starsene sospeso e quasi immobile. I suoi parchi movimenti, al pari di gocce che cadono in uno stagno, si propagano in onde screziate da giochi di iridescenti spazialità e da silenziosità cageane.
In definitiva il mondo di Sawako resta pigro, nella sua armoniosa delicatezza, e pure riesce a far palpitare i cuori come, e più di, 50 band hardcore lanciate in orbita al massimo della loro potenza. O al pari di un'emozione suscitata dalla vista di un'aurora boreale .. la stessa che vedono gli Inu.it.
Sogna.tori di tutto il mondo unitevi.


click to enlarge!click to enlarge!
Data Recensione: 8/9/2015
  Torna al Men Principale
 Archivio dell'anno 2015 ...

`Tangeri´  

`Hyaena Reading in concerto – Viterbo 14 Marzo 2014´  

`Hipsters Gone Ballistic´  

`Θεόδωρος´  

`Fuori´  

`Super Human´  

`Road Works´  

`Man Overboard´  

`About Farewell´  

`17 Clips´  

`The Space Lady’s Greatest Hits´  

`4 Corners´  

`Entomologia´ // `Peyrano´  

`Kopfüberwelle´  

`Etude Begone Badum´ // `Bone Alphabet´  

`Esco un attimo´  

`You Wait To Publish´  

`In Case We’ll Meet´ // `LEM´  

`Quellgeister #1´  

`Birch´  

`Due´  

`Nothing Changes No One Can Change Anything, I Am Ever-Changing Only You Can Change Yourself´  

`Reuze Reuze´  

`Goodmorning Utopia´  

`Lingue di fuoco´  

`Automitoantologia (1983-2013) – 30 anni di ritagli, rarità e inediti´  

`Era una gioia appiccare il fuoco´  

`Canzoni in silenzio´  

`Pinarella Blues´  

`Miserabilandia´  

`Hoe Alles Oplost´  

`Matter´ // `Folklor Invalid´  

`The Cold Summer Of The Dead´  

`And The Cowgirls Kept On Dancing´ // `Rotations´  

`Exploding Views´  

`TH_X´  

`Solo Flutes´  

`L’arte della fuga´  

`Venezia non esiste´  

`Tape Crash #8´ // `Version d’un ouvrage traduit´  

`Cagna schiumante´  

`Lottoventisette´  

`in BLOOM´  

`More Lovely And More Temperate´  

`карлицы сюита´  

`Monktronik´  

`Lo gnomo e lo gnu´  

`Zen Crust´  

`The Calendar´  

`Seven Songs For A Disaster´ // `Keep Your Hands Free´  

`(Per la) Via di casa´  

`Dannato´  

`Artists´  

`The Seven Inch Series Vol. 1´ // `The Seven Inch Series Vol. 2´ // `The Seven Inch Series Vol. 3´  

`मेम वेर्म [mema verma]´  

`Scimmie´  

`David´  

`Obsession´ // `Guns of Brixton´  

`Lasting Ephemerals´ // `Don Kixote´ // `Moon´  

`The Cost Of Service´ // `CaseMatte / коробочка для пилюль´ // `Threatening Fragments From Four Boulders´  

`nu.it´  

`Come in cielo così in terra´  

`Elementer´ // `Primitive Future´  

`La Chambre Des Jeux Sonores´  

`In God We Trust´  

`Peripheral´  

`Exagéré!´  

`Coro Corridore con Megafoni´  

`Perfect Laughter´  

`Tsuru No Sugomori´  

`Dasein´  

`Ranch´  

`Apocalypse Town´  

`Jarboe / Helen Money´  

`La via della salute´  

`Tape Crash #11: The Examination´  

`Blu´  

`Waschmaschine´