`Lottoventisette´

Autore disco:

coreAcore

Etichetta:

Autoproduzione (I)

Link:

www.martepress.eu/
www.goodfellas.it/

Formato:

CD

Anno di Pubblicazione:

2014

Titoli:

1) La cortellata 2) Nina si voi dormite 3) L’amore è n’incidente 4) Un’artra vita 5) I pini di Roma 6) Io non piango 7) Lella 8) Vola pensiero mio 9) Angeli agli angoli 10) Roma nuda

Durata:

41:25

Con:

Claudia Delli Ficorelli, Francesco Di Giacomo, Giuliano Bstianelli, Danilo Fiorucci, Maurizio Masi, Alessio Pizzotti, Edoardo Petretti, Paolo Sentinelli, Alessandro Papotto, Roberto Di Virgilio, Andrea Di Nunzio

mala vita in romanesco

x Claudio Villetta (no ©)

Dal comunicato stampa: «Lottoventisette non è solo il nome del primo album di coreAcore o dello studio dove è stato registrato… lotto ventisette è uno dei “lotti” della Garbatella, cortili che identificano e rendono unico lo storico quartiere romano, in cui il progetto a preso forma.
coreAcore non è una band ma un Progetto e una famiglia che coinvolge tanti artisti, poeti, musicisti, attori ed amici che trovano in Claudia Delli Ficorelli la Voce e il Corpo della propria arte
».
“Lottoventisette” raccoglie 10 canzoni di vita, d’amore, di galera e di morte, canzoni di mala vita, scritte «tra le strade di Roma» e cantate in romanesco.
È comunque soprattutto la morte, più che la vita, a fare capolino da queste righe, anche per la scomparsa più o meno recente di alcune delle figure che vi sono evocate. A iniziare da Francesco Di Giacomo che, in un ultimo guizzo prima della sua tragica scomparsa, canta nel rifacimento della Lella di Edoardo De Angelis. Franco Califano firma tre canzoni di cui una, l’inedita Un’artra vita, era stata originariamente scritta per Gabriella Ferri e poi passata a coreAcore. Vola pensiero mio, infine, proviene dal repertorio della stessa Ferri.
Si tratta chiaramente di materiali pregiati, ma di alto livello sono anche gli originali - quasi tutti firmati dalla terna Masi / Serafini / Simeoni - L’amore è n’incidente, I pini di Roma, Angeli agli angoli e La cortellata (l’ultima è fra i vincitori di Musicultura 2014).
Le particolarità del disco stanno nel linguaggio vivo, quello sì, e colorito (alcuni esempi: Quanno apri er core der giglio ce trovi ‘na zella …, … poi come davanti alla gricia tutt’ad’un tratto ‘n se sente fiata’ …, … m’ariccomanno che me perdonate …, … nun te fermà si puro incontri er vento …, … e io la sotteravo co’ ste mano …, …), in seconda battuta c’è la voce di Claudia Delli Ficorelli, bella ed espressiva, e, in ultimo, gli arrangiamenti di tipo rock, seppure si tratti di un rock un po’ di maniera, e la qualità degli interventi strumentali.
La mia impressione è che il disco ha una produzione troppo raffinata e radiofonica per fare breccia su quella fetta di pubblico che segue le vicende dell’underground mentre, al contrario, è troppo underground per arrivare al pubblico che fa le grandi cifre seppure, con un’adeguata promozione, potrebbe anche farcela.


click to enlarge!click to enlarge!
Data Recensione: 10/6/2015
  Torna al Men Principale
 Archivio dell'anno 2015 ...

`Tangeri´  

`Hyaena Reading in concerto – Viterbo 14 Marzo 2014´  

`Hipsters Gone Ballistic´  

`Θεόδωρος´  

`Fuori´  

`Super Human´  

`Road Works´  

`Man Overboard´  

`About Farewell´  

`17 Clips´  

`The Space Lady’s Greatest Hits´  

`4 Corners´  

`Entomologia´ // `Peyrano´  

`Kopfüberwelle´  

`Etude Begone Badum´ // `Bone Alphabet´  

`Esco un attimo´  

`You Wait To Publish´  

`In Case We’ll Meet´ // `LEM´  

`Quellgeister #1´  

`Birch´  

`Due´  

`Nothing Changes No One Can Change Anything, I Am Ever-Changing Only You Can Change Yourself´  

`Reuze Reuze´  

`Goodmorning Utopia´  

`Lingue di fuoco´  

`Automitoantologia (1983-2013) – 30 anni di ritagli, rarità e inediti´  

`Era una gioia appiccare il fuoco´  

`Canzoni in silenzio´  

`Pinarella Blues´  

`Miserabilandia´  

`Hoe Alles Oplost´  

`Matter´ // `Folklor Invalid´  

`The Cold Summer Of The Dead´  

`And The Cowgirls Kept On Dancing´ // `Rotations´  

`Exploding Views´  

`TH_X´  

`Solo Flutes´  

`L’arte della fuga´  

`Venezia non esiste´  

`Tape Crash #8´ // `Version d’un ouvrage traduit´  

`Cagna schiumante´  

`Lottoventisette´  

`in BLOOM´  

`More Lovely And More Temperate´  

`карлицы сюита´  

`Monktronik´  

`Lo gnomo e lo gnu´  

`Zen Crust´  

`The Calendar´  

`Seven Songs For A Disaster´ // `Keep Your Hands Free´  

`(Per la) Via di casa´  

`Dannato´  

`Artists´  

`The Seven Inch Series Vol. 1´ // `The Seven Inch Series Vol. 2´ // `The Seven Inch Series Vol. 3´  

`मेम वेर्म [mema verma]´  

`Scimmie´  

`David´  

`Obsession´ // `Guns of Brixton´  

`Lasting Ephemerals´ // `Don Kixote´ // `Moon´  

`The Cost Of Service´ // `CaseMatte / коробочка для пилюль´ // `Threatening Fragments From Four Boulders´  

`nu.it´  

`Come in cielo così in terra´  

`Elementer´ // `Primitive Future´  

`La Chambre Des Jeux Sonores´  

`In God We Trust´  

`Peripheral´  

`Exagéré!´  

`Coro Corridore con Megafoni´  

`Perfect Laughter´  

`Tsuru No Sugomori´  

`Dasein´  

`Ranch´  

`Apocalypse Town´  

`Jarboe / Helen Money´  

`La via della salute´  

`Tape Crash #11: The Examination´  

`Blu´  

`Waschmaschine´