`Oltreorme´

Autore disco:

Osvaldo Coluccino

Etichetta:

Another Timbre (GB)

Link:

www.anothertimbre.com

Formato:

CD

Anno di Pubblicazione:

2013

Titoli:

1) Oltreorme 1 2) Oltreorme 2 3) Oltreorme 3 4) Oltreorme 4

Durata:

53:12

Con:

Osvaldo Coluccino

il gemello dispettoso di “Atto”

x e. g. (no ©)

Nella confezione di “Atto”, il precedente CD pubblicato da Coluccino su Another Timbre, stava scritto «Atto uses various acoustic objects but no musical instruments or electronic manipulation», e le parole riportate nel nuovo “Oltreorme” ribadiscono il concetto con ancora più forza e sono esattamente queste: «Oltreorme uses played acoustic objects only, no musical instruments, nor power tools, nor appliances, nor other electric machines, and no post electronic processing».
Si tratta quindi di due fratelli gemelli ma assolutamente non monozigoti perché, al di là degli oggetti usati nella realizzazione dei suoni, i due dischi sono totalmente diversi.
La musica di “Atto” è infatti molto fluida, i brani hanno in genere una forma parabolare e sono piuttosto compatti per densità e volumi.
I brani di “Oltreorme” appaiono invece molto più rarefatti e ingegnati su volumi tenui, tanto che l'autore stesso, nelle note, tende a precisare che è bene ascoltare il disco in ambienti silenti e senza forzare i volumi, in modo da evitare l'inquinamento sonoro o stravolgere lo spirito che ha sottinteso alla sua realizzazione.
Quello che va perso in fluidità viene però acquisito in dinamismo, con conseguente capacità di sorprendere l’ascoltatore, dal momento che sia i silenzi sia i volumi appena percettibili ben si adattano ai colpi di scena.
Non so cosa intende l’autore con la parola oltreorme, da lui stesso creata, certo è che rende bene la realtà del disco. Le orme sembrano rappresentare il qui e il presente mentre l’oltre può essere un al di là dello spazio e dell’istante. Suoni attutiti dalla distanza e/o dal tempo, quindi, suoni da vivere come lacrime di memoria.


click to enlarge!click to enlarge!
Data Recensione: 7/3/2014
  Torna al Men Principale
 Archivio dell'anno 2014 ...

`Live Bujùn Dokument / Graz / June 11th 2009´  

`Op Der Schmelz Live´ // `Cactus Truck Live In USA (with Jeb Bishop and Roy Campbell)´  

`Mercato centrale´  

`Superstitions´  

`u-ex(perimental)´  

`Artefacts – Solo Electronics´ // `Sympathetic, (a)symmetric – New Music for Piano´  

`Nina´  

`3´  

`Oltreorme´  

`BIOS´  

`Live At The Bimhuis´  

`Sung Inside A House´  

`Sale quanto basta´  

`Private Poverty Speaks To The People Of The Party´ // `The Imagination Liberation Front Thinks Again´ // `Read Between The Lines... Think Outside Them´  

`New Music For Old Instruments´ // `Archaic Variations - Localization´  

`Arriving Angels´  

`Zodiaco Elettrico – Aidoru performs Karlheinz Stockhausen’s Tierkreis´  

`Appunti Mozurk Vol. 1´  

`Long Story Short´  

`Stand Up Comedy´ // `Renard´  

`Quando sono assente mi manco (crisi d'identità contemporanee)´  

`Walking Mountains´  

`33´  

`Black Swan´ // `Second Law of Thermodynamics´  

`Fuochi di stelle dure´  

`The Polvere’s Farewell´  

`For Seasons # 001: Melting Summer´ // `For Seasons # 002: ゆきどけ´  

`Mezzanota´  

`A Day In The Life Of...´  

`The Earth Cries Blood´  

`Jo Ha Kyū´  

`Surgical Steel´  

`This Place / Is Love´  

`Baxamaxam´  

`La fisica delle nuvole´  

`Conquistare il mondo´  

`Heavy Heart / Faker´ // `Faker´  

`Purple Orange´  

`Zwirn´  

`Aquarium Eyes´  

`Tape Crash #6´  

`Pioneer 23´  

`Give No Quarter´  

`Europa´  

`The First Will & Testament´ // `Don’t Pressure The Man With The Knife´  

`The Old Good Summer - Tape Crash # 7´  

`Interiors´  

`For Bunita Marcus (1985)´  

`Thursday Evening´  

`Ujamt / Harmony Hammond´  

`War Tales´  

`Una Nessuna Centomila´  

`Endimione´ // `Bunga Bunga´ // `Non vogliamo un paradiso´  

`I diari miserabili di Samuel Geremia Hoogan´  

`Kawax´ // `Có Còl e Raspe´  

`Promises´ // `Terre in vista´ // `Jacopo Bordoni – Muratore Poeta Ribelle´  

`Hornbread´  

`Moondog Mask´  

`Niton´  

`Algebrica´  

`Like Lamps On By Day´  

`Safe In Their Alabaster Chambers´  

`Damn! (Freistil-Samplerin # 3)´  

`The Jackals´  

`Stones No.2´ // `Sternenstaub´  

`Tecniche arcaiche´ // `Prima di qualsiasi altra cosa allora si perderà´  

`Circus´  

`Self Portrait In Pale Blue´  

`Mikan´  

`LOL-a-bye´ // `Prendi fiato´