`The Earth Cries Blood´

Autore disco:

The Child of A Creek

Etichetta:

Seahorse Recordings (I)

Link:

/www.seahorserecordings.com/site/
www.thechildofacreek.it/

Formato:

CD

Anno di Pubblicazione:

2013

Titoli:

1) Morning Comes 2) Remembrances 3) Journeys of Solitude and Loss 4) Leaving This Place 5) Black Storms Fly High 6) Terrestre 7) The Long Way Out 8) Birds on the Way Home 9) Don't Cry to the Moon 10) My Will to Live 11) The Earth Cries Blood

Durata:

42:48

Con:

Lorenzo Bracaloni, Andria Degens

in pieno filone folk apocalittico

x Matteo Uggeri

Premetto che non sarò obiettivo rispetto a questo disco, poiché da tempo ho sviluppato una certa avversione nei confronti del genere vicino al così detto ‘folk apocalittico’ che affonda le radici nei lavori di gente come Sol Invictus, Death in June Current 93 ed anche nelle loro varie derivazioni più popolari (o colte, a seconda dei punti di vista), in primis l’ormai star Antony. Fatti saldi questi che potremmo chiamare i fondatori del genere, ossia i nomi qui riportati e tanti altri che dagli ’80 a oggi si muovono in tali direzioni, trovo che gli epigoni o comunque coloro che si rifanno allo stesso cupo e sofferente immaginario siano molto meno interessanti. È il caso di questo pur valido Child of a Creek, che propone un lavoro molto addentro ai canoni suddetti, forse anche più vicino a certo dark/gotico, con aggiunta di venature chitarristiche elaborate prog e tastiere dal suono molto eighties. Intendiamoci: per gli amanti di questo genere di atmosfere forse un disco apprezzabile, ma forse il fatto che l’unico episodio davvero degno di nota sia quello in cui l’ospite d’onore Pantaleimon (al secolo Andria Degens) incanta con la sua splendida voce ci fa pensare che i margini di miglioramento sarebbero molti.


click to enlarge!click to enlarge!
Data Recensione: 27/4/2014
  Torna al Men Principale
 Archivio dell'anno 2014 ...

`Live Bujùn Dokument / Graz / June 11th 2009´  

`Op Der Schmelz Live´ // `Cactus Truck Live In USA (with Jeb Bishop and Roy Campbell)´  

`Mercato centrale´  

`Superstitions´  

`u-ex(perimental)´  

`Artefacts – Solo Electronics´ // `Sympathetic, (a)symmetric – New Music for Piano´  

`Nina´  

`3´  

`Oltreorme´  

`BIOS´  

`Live At The Bimhuis´  

`Sung Inside A House´  

`Sale quanto basta´  

`Private Poverty Speaks To The People Of The Party´ // `The Imagination Liberation Front Thinks Again´ // `Read Between The Lines... Think Outside Them´  

`New Music For Old Instruments´ // `Archaic Variations - Localization´  

`Arriving Angels´  

`Zodiaco Elettrico – Aidoru performs Karlheinz Stockhausen’s Tierkreis´  

`Appunti Mozurk Vol. 1´  

`Long Story Short´  

`Stand Up Comedy´ // `Renard´  

`Quando sono assente mi manco (crisi d'identità contemporanee)´  

`Walking Mountains´  

`33´  

`Black Swan´ // `Second Law of Thermodynamics´  

`Fuochi di stelle dure´  

`The Polvere’s Farewell´  

`For Seasons # 001: Melting Summer´ // `For Seasons # 002: ゆきどけ´  

`Mezzanota´  

`A Day In The Life Of...´  

`The Earth Cries Blood´  

`Jo Ha Kyū´  

`Surgical Steel´  

`This Place / Is Love´  

`Baxamaxam´  

`La fisica delle nuvole´  

`Conquistare il mondo´  

`Heavy Heart / Faker´ // `Faker´  

`Purple Orange´  

`Zwirn´  

`Aquarium Eyes´  

`Tape Crash #6´  

`Pioneer 23´  

`Give No Quarter´  

`Europa´  

`The First Will & Testament´ // `Don’t Pressure The Man With The Knife´  

`The Old Good Summer - Tape Crash # 7´  

`Interiors´  

`For Bunita Marcus (1985)´  

`Thursday Evening´  

`Ujamt / Harmony Hammond´  

`War Tales´  

`Una Nessuna Centomila´  

`Endimione´ // `Bunga Bunga´ // `Non vogliamo un paradiso´  

`I diari miserabili di Samuel Geremia Hoogan´  

`Kawax´ // `Có Còl e Raspe´  

`Promises´ // `Terre in vista´ // `Jacopo Bordoni – Muratore Poeta Ribelle´  

`Hornbread´  

`Moondog Mask´  

`Niton´  

`Algebrica´  

`Like Lamps On By Day´  

`Safe In Their Alabaster Chambers´  

`Damn! (Freistil-Samplerin # 3)´  

`The Jackals´  

`Stones No.2´ // `Sternenstaub´  

`Tecniche arcaiche´ // `Prima di qualsiasi altra cosa allora si perderà´  

`Circus´  

`Self Portrait In Pale Blue´  

`Mikan´  

`LOL-a-bye´ // `Prendi fiato´