`Sung Inside A House´

Autore disco:

Death Songs

Etichetta:

Post-Consumer (USA)

Link:

www.post-consumer.com

Formato:

CD

Anno di Pubblicazione:

2013

Titoli:

1) Overdose 2) New Son 3) Naturally 4) Giving 5) Lonely Lady 6) Visions 7) Morning Light 8) In The Night (One Day) 9) Passing Through 10) Wounds 11) Void

Durata:

39:00

Con:

John Gnorski, Sara Berger, Alden Doyle, Nikolas Bouklas, Nicholas Gus Delffs

nella tradizione della canzone americana

x Torello Vitellozzi (no ©)

Seppure si mascheri dietro uno status apparentemente ‘collettivista’, con tanto di nome e di schieramento da band, in realtà Death Songs è un progetto cantautorale - alla maniera di Palace o Smog, che risponde al nome di Nicholas Gus Delffs il quale, in realtà, fa quasi tutto da solo, limitandosi gli altri a suonare sassofoni e violino in tre o quattro titoli. L’unica eccezione è rappresentata dal chitarrista John Gnorski, fedele spalla in tutti i brani del CD, che non firma nessuna canzone ma pare essere comunque una figura indispensabile nella definizione complessiva del mood sonoro.
Come nel caso dei due illustri esempi citati il punto di riferimento sta nella tradizione musicale americana, soprattutto in quella country, ma già il fatto che si giostra ad Austin, nel Texas, è foriero di un country sghembo e di frontiera, i tutti i sensi, tipico di quelle terre e ben diverso da quello nashvilliano.
Frontiera, s’è detto, e nel caso di Death Songs è come se Dylan e Springsteen fossero riletti dai REM, almeno questo è l’effetto immediato prodotto da Overdose. Il resto del CD mostra un ottimo songwriter, dalla voce passionale, non particolarmente originale ma poco incline ai cliché, e quindi propenso a triturare un po’ tutto quanto viene messo a disposizione dalla provincia americana (dal rock al soul). Notevole il rifacimento di Passing Through (ben nota per la versione fattane in precedenza da Leonard Cohen).


click to enlarge!click to enlarge!
Data Recensione: 27/2/2014
  Torna al Men Principale
 Archivio dell'anno 2014 ...

`Live Bujùn Dokument / Graz / June 11th 2009´  

`Op Der Schmelz Live´ // `Cactus Truck Live In USA (with Jeb Bishop and Roy Campbell)´  

`Mercato centrale´  

`Superstitions´  

`u-ex(perimental)´  

`Artefacts – Solo Electronics´ // `Sympathetic, (a)symmetric – New Music for Piano´  

`Nina´  

`3´  

`Oltreorme´  

`BIOS´  

`Live At The Bimhuis´  

`Sung Inside A House´  

`Sale quanto basta´  

`Private Poverty Speaks To The People Of The Party´ // `The Imagination Liberation Front Thinks Again´ // `Read Between The Lines... Think Outside Them´  

`New Music For Old Instruments´ // `Archaic Variations - Localization´  

`Arriving Angels´  

`Zodiaco Elettrico – Aidoru performs Karlheinz Stockhausen’s Tierkreis´  

`Appunti Mozurk Vol. 1´  

`Long Story Short´  

`Stand Up Comedy´ // `Renard´  

`Quando sono assente mi manco (crisi d'identità contemporanee)´  

`Walking Mountains´  

`33´  

`Black Swan´ // `Second Law of Thermodynamics´  

`Fuochi di stelle dure´  

`The Polvere’s Farewell´  

`For Seasons # 001: Melting Summer´ // `For Seasons # 002: ゆきどけ´  

`Mezzanota´  

`A Day In The Life Of...´  

`The Earth Cries Blood´  

`Jo Ha Kyū´  

`Surgical Steel´  

`This Place / Is Love´  

`Baxamaxam´  

`La fisica delle nuvole´  

`Conquistare il mondo´  

`Heavy Heart / Faker´ // `Faker´  

`Purple Orange´  

`Zwirn´  

`Aquarium Eyes´  

`Tape Crash #6´  

`Pioneer 23´  

`Give No Quarter´  

`Europa´  

`The First Will & Testament´ // `Don’t Pressure The Man With The Knife´  

`The Old Good Summer - Tape Crash # 7´  

`Interiors´  

`For Bunita Marcus (1985)´  

`Thursday Evening´  

`Ujamt / Harmony Hammond´  

`War Tales´  

`Una Nessuna Centomila´  

`Endimione´ // `Bunga Bunga´ // `Non vogliamo un paradiso´  

`I diari miserabili di Samuel Geremia Hoogan´  

`Kawax´ // `Có Còl e Raspe´  

`Promises´ // `Terre in vista´ // `Jacopo Bordoni – Muratore Poeta Ribelle´  

`Hornbread´  

`Moondog Mask´  

`Niton´  

`Algebrica´  

`Like Lamps On By Day´  

`Safe In Their Alabaster Chambers´  

`Damn! (Freistil-Samplerin # 3)´  

`The Jackals´  

`Stones No.2´ // `Sternenstaub´  

`Tecniche arcaiche´ // `Prima di qualsiasi altra cosa allora si perderà´  

`Circus´  

`Self Portrait In Pale Blue´  

`Mikan´  

`LOL-a-bye´ // `Prendi fiato´