`For Bunita Marcus (1985)´

Autore disco:

Morton Feldman

Etichetta:

Amirani Records (I)

Link:

www.amiranirecords.com

Formato:

CD

Anno di Pubblicazione:

2013

Titoli:

1) For Bunita Marcus

Durata:

67:09

Con:

Gianni Lenoci

stimolante versione di un classico della musica contemporanea

x Robustino Secco (no ©)

For Bunita Marcus è uno dei brani più conosciuti e amati di Morton Feldman e una delle composizioni per pianoforte più importanti della musica contemporanea. Notturna, meditativa, sonnolenta, dilatata e minimale, con le note che cadono come cristalli di rugiada lasciando ampio spazio ai giochi delle risonanze, For Bunita Marcus, dedicata dal musicista a un’amica e collega compositrice, è una scrittura pienamente rappresentativa delle concezioni feldmaniane o, più precisamente, tardo-feldmaniane (Feldman morì infatti nel 1987, solo due anni dopo aver completato questa composizione).
Questa versione, la prima a essere edita da un marchio italiano, farà felici sia i feldmaniani più accaniti, che non esiteranno nell’affiancarla alle versioni che già posseggono, sia gli appassionati di musica contemporanea che finora si sono lasciati sfuggire le precedenti interpretazioni.
Ma l’impresa di Gianni Lenoci ha dalla sua un motivo in più essendo questa, insieme a quella realizzata da John Tilbury nel 1993, l’unica versione fatta da un pianista proveniente da un ambito non propriamente classico-contemporaneo (la versione del pianista inglese è comunque difficilmente reperibile e chi ce l’ha se la tiene sicuramente stretta). Coloro che già conoscono il Lenoci improvvisatore non dovrebbero quindi avere dubbi. Per gli altri è bene aggiungere che, al fianco di una straordinaria raffinatezza, il tocco del pianista pugliese possiede quel calore umano che non sempre si accompagna con gli strumentisti di tradizione puramente accademica. Questo motivo mi spinge a consigliare il CD anche a coloro che non seguono con costanza e passione l’ambito della musica classica contemporanea.


click to enlarge!click to enlarge!
Data Recensione: 9/6/2014
  Torna al Men Principale
 Archivio dell'anno 2014 ...

`Live Bujùn Dokument / Graz / June 11th 2009´  

`Op Der Schmelz Live´ // `Cactus Truck Live In USA (with Jeb Bishop and Roy Campbell)´  

`Mercato centrale´  

`Superstitions´  

`u-ex(perimental)´  

`Artefacts – Solo Electronics´ // `Sympathetic, (a)symmetric – New Music for Piano´  

`Nina´  

`3´  

`Oltreorme´  

`BIOS´  

`Live At The Bimhuis´  

`Sung Inside A House´  

`Sale quanto basta´  

`Private Poverty Speaks To The People Of The Party´ // `The Imagination Liberation Front Thinks Again´ // `Read Between The Lines... Think Outside Them´  

`New Music For Old Instruments´ // `Archaic Variations - Localization´  

`Arriving Angels´  

`Zodiaco Elettrico – Aidoru performs Karlheinz Stockhausen’s Tierkreis´  

`Appunti Mozurk Vol. 1´  

`Long Story Short´  

`Stand Up Comedy´ // `Renard´  

`Quando sono assente mi manco (crisi d'identità contemporanee)´  

`Walking Mountains´  

`33´  

`Black Swan´ // `Second Law of Thermodynamics´  

`Fuochi di stelle dure´  

`The Polvere’s Farewell´  

`For Seasons # 001: Melting Summer´ // `For Seasons # 002: ゆきどけ´  

`Mezzanota´  

`A Day In The Life Of...´  

`The Earth Cries Blood´  

`Jo Ha Kyū´  

`Surgical Steel´  

`This Place / Is Love´  

`Baxamaxam´  

`La fisica delle nuvole´  

`Conquistare il mondo´  

`Heavy Heart / Faker´ // `Faker´  

`Purple Orange´  

`Zwirn´  

`Aquarium Eyes´  

`Tape Crash #6´  

`Pioneer 23´  

`Give No Quarter´  

`Europa´  

`The First Will & Testament´ // `Don’t Pressure The Man With The Knife´  

`The Old Good Summer - Tape Crash # 7´  

`Interiors´  

`For Bunita Marcus (1985)´  

`Thursday Evening´  

`Ujamt / Harmony Hammond´  

`War Tales´  

`Una Nessuna Centomila´  

`Endimione´ // `Bunga Bunga´ // `Non vogliamo un paradiso´  

`I diari miserabili di Samuel Geremia Hoogan´  

`Kawax´ // `Có Còl e Raspe´  

`Promises´ // `Terre in vista´ // `Jacopo Bordoni – Muratore Poeta Ribelle´  

`Hornbread´  

`Moondog Mask´  

`Niton´  

`Algebrica´  

`Like Lamps On By Day´  

`Safe In Their Alabaster Chambers´  

`Damn! (Freistil-Samplerin # 3)´  

`The Jackals´  

`Stones No.2´ // `Sternenstaub´  

`Tecniche arcaiche´ // `Prima di qualsiasi altra cosa allora si perderà´  

`Circus´  

`Self Portrait In Pale Blue´  

`Mikan´  

`LOL-a-bye´ // `Prendi fiato´