`And´

Autore disco:

Slowcream

Etichetta:

Nonine (D)

Link:

www.myspace.com/slowcream
www.nonine.com

Formato:

CD

Anno di Pubblicazione:

2009

Titoli:

1) pressure 2) temperature 3) vibration 4) moisture 5) texture

Durata:

?

Con:

Me Raabenstein, Uwe Langer, David Ennio, Andreas Koslik, Major Major

?

x Andrea Ferraris

First things first, quindi, se vi sentite orfani di quell’elettronica ancora umana che partiva da una specie di melting pot di generi già esistenti per svilupparli con un nuovo tocco, se Dj Shadow, la Compact, la K7, i Massive Attack, il trip hop, la Anticon, Murcof e roba del genere ha ripreso idee e generi già esistenti e dando loro una nuova veste che amavate, se nella ricerca del suono più cool secondo voi molta elettronica si sta disumanizzando ed infine se quello che interessa nella musica sono melodia, patos ed atmosfera: segnatevi il nome di quest’etichetta tedesca che si chiama Nonine. Molte delle uscite di questa label che si dedica principalmente a net-release di classe A, vedono coinvolto in prima persona quel Me Rabenstein che dell’etichetta è anche il fondatore ed il motore. A seconda dei diversi progetti e dei diversi compagni di avventura questo berlinese sposta il suono verso e lo fa variare quel tanto che basta per giustificare il cambio di moniker, detto questo è anche vero che il ragazzo ha un suo stile ed un tocco notturno, elegante, delicato ed un gusto invidiabile. Credo che Slowcream ad ora sia il progetto che lo vede coinvolto che stia riscuotendo la maggiore attenzione, oltre ad aver già prodotto due ottimi dischi e ad avere questo ancora caldo di stampa, sono stati raccolti su uno splendido sempler uscito per la Decca/Universal insieme a gente del calibro di, Philip Glass, Murcof, Akira Rebldes, Gavin Bryars, Alva Noto e Ryuichi Sakamoto tanto per citare i più conosciuti (odio le compilation ma questa è davvero piacevolissima). Come lecito aspettarsi, vedendo i nomi del sampler nel quale sono stati inclusi, ci si può immaginare un disco di musica neo-classica e per quanto la cosa non sia sbagliata è giusta sol parzialmente. Certo, i fan di Murcof ci si potrebbero buttare a pesce, ma il taglio di Rabenstein è un po’ diverso, meno classico-contemporaneo, più cupo e nonostante questo per nulla pesante. Le atmosfere di Slowcream hanno sempre un taglio da locale “by night” ed un’enfasi tutta filmica che non passano certo inosservati. Oltre ai campioni, ai suoni ed ai beat, il ricco carnet degli ospiti e gli strumenti utilizzati la dicono lunga sulla produzione del lavoro e vi basti sapere che sono tutti dosati sempre con un certa raffinatezza fra melodie quasi classiche, folate quasi-ambientali e ghirigori cool-jazz che raffinano ulteriormente un prodotto già di livello. Musica di classe e ricca di gusto e nonostante tutto molto melodica, cosa che non guasta per nulla, anzi.


click to enlarge!click to enlarge!
Data Recensione: 21/1/2010
  Torna al Men Principale
 Archivio dell'anno 2010 ...

`Il crollo della stufa centrale´  

`Folkanization´  

`Babirussa Capibara´  

`Compassione e risentimento´  

`Improvisations 1-4´  

`C'est la dernière chanson´  

`The angular acceleration of light in the unsound mind of my uncle dead in Michigan´  

`At The Cut´  

`And´  

`The impossible story of Bubu´  

`Lake Effect´  

`Renegades´  

`6 canzoni´  

`Erimos´ // `Kapnos´  

`A Guide To The Music Of The 21st Century´  

`PIVIXKI´ // `End of Daze´  

`Comunicato n.2´  

`The Modern Expressing Machines Of Revolutionary Youth Laboratory´  

`Kristallivirta´ // `Monsters & Miasmas´ // `Little things´ // `Live at the LUCREZIA´ // `Tron´ // `Conference of the aquarians´  

`Controverso´  

`Sleepless Night´ / `Marit´  

`Pantagruele´  

`Abisso del passato 1 & 2´  

`Brewed in Belgium´  

`La Chanson de Mai´  

`Anche i Cinghiali Hanno la Testa´  

`A Little May Time Be´  

`You A Lie´  

`Cardinal´  

`Lamo La Stiabe´  

`To Humble a Nest´ // `Days´  

`Voices´  

`When The Rains Come´ // `Live at Cox 18, 17-10-2009´  

`Cono di ombra e luce´ // `Serendipity´  

`Sicotronic Records´  

`Il tempo dei lupi´  

`Someday I will be called upon regarding matters of tone - Collected Works: Volume One´  

`Dead man’s bones featuring the Silverlake conservatory of music children’s choir´  

`The Science of Chaotic Solutions´  

`The mutant affair´ // `Le politiche del prato´  

`ricamatrici´  

`Il Nuovo è Al Passo Coi Tempi´  

`Ode´  

`Larkin Grimm And Rosolina Mar´ // `Last Days Vol. II´  

`Noble Art ´  

`Yawling Night Songs´  

`Maddalena, Maria´  

`Twig and Twine´  

`Qui Jiang Lu´  

`Video Music´  

`III° Tagofest´  

`Sliptong´ // `Hazentijd´  

`Agaspastik´ // `Zero Centigrade´  

`Sui´  

`Black Lotos´ // `Silence Is The Only Music´ // `We Were The Phliks´ // `Celestial Flowings´  

`Infininiment´  

`La musica rock-progressiva europea´  

`La Vergine e la Rivoluzione´  

`da nessuna parte´  

`L’ultimo re´ // `Live at Arci Blob´  

`Distances´  

`ん´  

`Protoplasmic´  

`Doves Days in Palermo´ // `Diospyros´ // `Hyaline´  

`We’ve tried nothing and we’re all out of ideas´  

`Il fuoco´  

`24/01/2010´  

`Rrrruuuunnnniiii´  

`The carpenter´  

`Populargames´  

`Helen Money´ // `In Tune´  

`Holy Broken´  

`Orastanne´ // `Live @ LHUBrificio´  

`Ovations´  

`Rid the Tree of its Rain´  

`Il Nuovissimo Mondo´  

`E’ltica, Sermony Your Nihilism´  

`Dante Concert´  

`Tales From The Sky (H) Earth´ // `Meditation On Mystery Bird´ // `God Has A Dog Dog Has A God´  

`Kreuzung Zwei (Creatura Per Creaturam Continetur)´  

`Notte di mamma´  

`Multitude´  

`Sator´  

`Ghostly Garden´  

`Guano padano´ // `Musica per Ciarlatani Ballerine e Tabarin´  

`The Venetian Book of the Dead´  

`I Could not Love You More´  

`Fractal Psych-obsessions For Rural Chaos´  

`Sunlight & Water´  

`Razoj´  

`The World of Make Believe´  

`Siamo Nati Vegetali´  

`Popular Greggio´  

`We Are All Counting On You, William´  

`Iron Kim Style´  

`Kc´  

`The Road´  

`Fortresses´  

`Stateless´  

`Comfortable problems´  

`Extreme Dreaming´ // `Disco Blu´  

`Ai Piedi del Monte´  

`Seasick Blackout´  

`Mid Summer At The Winters´  

`In Absentia´  

`15 Improvisations for Solo Electric Guitar´ // `12 Improvised Compositions for Solo Electric Guitar´  

`Alle Basi della Roncola´  

`Scarnoduo´  

`Dna ep´ // `Hangover the top´ // `Made flesh´ // `Three hundred´  

`Sequens´ // `Hums´  

`Im Not As Good At It As You´  

`From The Wooden Floor´  

`Electric babyland´  

`Durée´  

`Volume 3 - r.u.g.h.e.´ // `Volume 4 – Onde´ // `Volume 5 - Demon Cycle, 1-9´  

`Progress/Regress´  

`Beurk´  

`Songs About Music´  

`In due corpi´  

`Tempesta di fiori´  

`Alive and Rising´ // `III´ // `Malelieve´  

`Yellow´ // `Drawings / Back To The Plants´ // `Alchemy´  

`Sold Out! (25 Soundtracks)´  

`Chicken Feet (Live at the Bimhuis)´  

`Never Pet A Burning Dog´  

`Low Sun / High Moon´  

`Phonometak #7´  

`Tube Overtures´  

`Music in Four Movements´  

`The City Of Simulation [14 audio-visual poems]´  

`Waiting For The Darkness´  

`L'isola´  

`Clan´  

`Our Prayer´ // `Up To Earth´  

`Harold Nono / Hidekazu Wakabayashi´  

`Tajga´  

`Techno Lovers´ // `Karel Thole´  

`Instruments of the Devil´