`Il fuoco´

Autore disco:

Giardini di Mirò

Etichetta:

Unhip Records (I)

Link:

www.giardinidimiro.com

Formato:

CD

Anno di Pubblicazione:

2009

Titoli:

1) La favilla x 2) La favilla xx 3) La favilla xxx 4) La favilla xxxx 5) La favilla xxxxx 6) La favilla xxxxxx 7)La favilla xxxxxxx 8) La vampa oo 9) La vampa oooo 10) La vampa ooooo 11) La cenere + 12) La cenere ++

Durata:

43:33

Con:

Jukka Reverberi, Corrado Nuccini, Luca Di Mira, Mirko Venturelli, Francesco Donadello

Imaggini e ritorni

x Daniele Guasco

Devo ammettere che non mi entusiasma particolarmente questa tendenza recente di molti (ottimi) gruppi italiani a proporre delle sonorizzazioni, e per questo motivo inizialmente ho snobbato, alla sua uscita, questo “Il fuoco” dei Giardini di Mirò, disco basato sulla sonorizzazione portata in scena dal gruppo emiliano accompagnando le immagini del film di Giovanni Pastrone. Mi dicevo «se non mi interessa lo spettacolo che hanno realizzato, figurarsi ascoltare il disco senza vedere il film», temevo un ascolto noioso.
E mi sbagliavo.
Mi sbagliavo principalmente per quanto riguarda la prima delle tre parti in cui si divide il disco: La favilla, segna infatti un ritorno al post-rock delle origini, quello proposto dai Giardini di Mirò nel loro primo bellissimo “Rise and fall of academic drifting”. La composizione, divisa in sette movimenti, pur andando a posarsi su un territorio più che classico per il genere si fa apprezzare sul lungo periodo, dopo un buon numero di ascolti. Questo grazie a sfaccettature e variazioni che secondo me sarebbero state ancora più dicisive proponendo un’unica traccia. La cosa migliore è che non si sente la necessità di avere il film di Pastrone davanti per apprezzare La favilla.
Perdono invece qualcosa le due composizioni successive, La vampa e La cenere, che patiscono invece, secondo me, la mancanza delle immagini. La prima inizia con una pacata suite rumoristica non tanto ostica quanto insipida, che sfocia poi in una sorta di ballata strumentale più vicina ai Giardini di Mirò di “Dividing opinions”, ritmica e piacevole, ma inferiore alla musica che la precede, particolarmente nelle trovate noise finali.
La cenere invece per quanto interessante come composizione, manca di incisività, non riesce ad appassionarmi come la musica della prima parte del disco. In definitiva comunque Il fuoco è un bel disco. Probabilmente sono io che mi aspetto sempre tanto dai Giardini di Mirò, e sicuramente con molte trovate di questa proposta vengo anche soddisfatto, ma in certi punti il legame con le immagini della sonorizzazione per cui sono stati composti e suonati questi brani si fa decisivo e per questo l’ascolto del cd va a perdere un po’ di fascino, senza però andare a intaccare il valore artistico della musica proposta.


click to enlarge!click to enlarge!
Data Recensione: 5/6/2010
  Torna al Men Principale
 Archivio dell'anno 2010 ...

`Il crollo della stufa centrale´  

`Folkanization´  

`Babirussa Capibara´  

`Compassione e risentimento´  

`Improvisations 1-4´  

`C'est la dernière chanson´  

`The angular acceleration of light in the unsound mind of my uncle dead in Michigan´  

`At The Cut´  

`And´  

`The impossible story of Bubu´  

`Lake Effect´  

`Renegades´  

`6 canzoni´  

`Erimos´ // `Kapnos´  

`A Guide To The Music Of The 21st Century´  

`PIVIXKI´ // `End of Daze´  

`Comunicato n.2´  

`The Modern Expressing Machines Of Revolutionary Youth Laboratory´  

`Kristallivirta´ // `Monsters & Miasmas´ // `Little things´ // `Live at the LUCREZIA´ // `Tron´ // `Conference of the aquarians´  

`Controverso´  

`Sleepless Night´ / `Marit´  

`Pantagruele´  

`Abisso del passato 1 & 2´  

`Brewed in Belgium´  

`La Chanson de Mai´  

`Anche i Cinghiali Hanno la Testa´  

`A Little May Time Be´  

`You A Lie´  

`Cardinal´  

`Lamo La Stiabe´  

`To Humble a Nest´ // `Days´  

`Voices´  

`When The Rains Come´ // `Live at Cox 18, 17-10-2009´  

`Cono di ombra e luce´ // `Serendipity´  

`Sicotronic Records´  

`Il tempo dei lupi´  

`Someday I will be called upon regarding matters of tone - Collected Works: Volume One´  

`Dead man’s bones featuring the Silverlake conservatory of music children’s choir´  

`The Science of Chaotic Solutions´  

`The mutant affair´ // `Le politiche del prato´  

`ricamatrici´  

`Il Nuovo è Al Passo Coi Tempi´  

`Ode´  

`Larkin Grimm And Rosolina Mar´ // `Last Days Vol. II´  

`Noble Art ´  

`Yawling Night Songs´  

`Maddalena, Maria´  

`Twig and Twine´  

`Qui Jiang Lu´  

`Video Music´  

`III° Tagofest´  

`Sliptong´ // `Hazentijd´  

`Agaspastik´ // `Zero Centigrade´  

`Sui´  

`Black Lotos´ // `Silence Is The Only Music´ // `We Were The Phliks´ // `Celestial Flowings´  

`Infininiment´  

`La musica rock-progressiva europea´  

`La Vergine e la Rivoluzione´  

`da nessuna parte´  

`L’ultimo re´ // `Live at Arci Blob´  

`Distances´  

`ん´  

`Protoplasmic´  

`Doves Days in Palermo´ // `Diospyros´ // `Hyaline´  

`We’ve tried nothing and we’re all out of ideas´  

`Il fuoco´  

`24/01/2010´  

`Rrrruuuunnnniiii´  

`The carpenter´  

`Populargames´  

`Helen Money´ // `In Tune´  

`Holy Broken´  

`Orastanne´ // `Live @ LHUBrificio´  

`Ovations´  

`Rid the Tree of its Rain´  

`Il Nuovissimo Mondo´  

`E’ltica, Sermony Your Nihilism´  

`Dante Concert´  

`Tales From The Sky (H) Earth´ // `Meditation On Mystery Bird´ // `God Has A Dog Dog Has A God´  

`Kreuzung Zwei (Creatura Per Creaturam Continetur)´  

`Notte di mamma´  

`Multitude´  

`Sator´  

`Ghostly Garden´  

`Guano padano´ // `Musica per Ciarlatani Ballerine e Tabarin´  

`The Venetian Book of the Dead´  

`I Could not Love You More´  

`Fractal Psych-obsessions For Rural Chaos´  

`Sunlight & Water´  

`Razoj´  

`The World of Make Believe´  

`Siamo Nati Vegetali´  

`Popular Greggio´  

`We Are All Counting On You, William´  

`Iron Kim Style´  

`Kc´  

`The Road´  

`Fortresses´  

`Stateless´  

`Comfortable problems´  

`Extreme Dreaming´ // `Disco Blu´  

`Ai Piedi del Monte´  

`Seasick Blackout´  

`Mid Summer At The Winters´  

`In Absentia´  

`15 Improvisations for Solo Electric Guitar´ // `12 Improvised Compositions for Solo Electric Guitar´  

`Alle Basi della Roncola´  

`Scarnoduo´  

`Dna ep´ // `Hangover the top´ // `Made flesh´ // `Three hundred´  

`Sequens´ // `Hums´  

`Im Not As Good At It As You´  

`From The Wooden Floor´  

`Electric babyland´  

`Durée´  

`Volume 3 - r.u.g.h.e.´ // `Volume 4 – Onde´ // `Volume 5 - Demon Cycle, 1-9´  

`Progress/Regress´  

`Beurk´  

`Songs About Music´  

`In due corpi´  

`Tempesta di fiori´  

`Alive and Rising´ // `III´ // `Malelieve´  

`Yellow´ // `Drawings / Back To The Plants´ // `Alchemy´  

`Sold Out! (25 Soundtracks)´  

`Chicken Feet (Live at the Bimhuis)´  

`Never Pet A Burning Dog´  

`Low Sun / High Moon´  

`Phonometak #7´  

`Tube Overtures´  

`Music in Four Movements´  

`The City Of Simulation [14 audio-visual poems]´  

`Waiting For The Darkness´  

`L'isola´  

`Clan´  

`Our Prayer´ // `Up To Earth´  

`Harold Nono / Hidekazu Wakabayashi´  

`Tajga´  

`Techno Lovers´ // `Karel Thole´  

`Instruments of the Devil´