`Multitude´

Autore disco:

Characteristic Pitches featuring Robin Eubanks ‘Multitude’

Etichetta:

SILTA records (I)

Link:

www.characteristicpitches.com
www.siltarecords.it

Formato:

CD

Anno di Pubblicazione:

2009

Titoli:

1) Illusions 2) The Transversality of Thoughs 3) Action and Reaction 4) Out There (on the streets) 5) A White Page 6) Neglected Potential 7) The Need for Essence 8) Slowly 9) Gliding Away 10) So Many Puppets Around 11) Common Nonsense

Durata:

79:54

Con:

Daniel Rosenthal, Rick Stone, Robin Eubanks, Lefteris Kordis, Greg Loughman, Paolo Lattanzi

This is (modern) Swing

x s.e.

Il globetrotter Paolo Lattanzi dopo la prima ubriacatura da leader via “Night Dancers” (’06) ritorna a farsi vivo firmando un nuovo lotto di originali friccicanti di lussureggiante modernjazz. Si sviluppa in “Mutitude” un interessamento nei confronti dell’attività collettiva a partire dalla scelta di non accreditare il lavoro singolarmente a sé ma firmandolo coralmente con la programmatica intestazione Characteristic Pitches, con cui già da subito è facile in/quadrare l’equo interscambio operante fra tutti i musicisti coinvolti.
Mandata al macero l’individualità, segue dietro il parziale sfaldamento del benamato format a 5 mediante la rotazione continua in scaletta di brani fedeli all’idioma del quintetto con altri allargati per ospitare un sesto elemento, che nella fattispecie vede il trombonista Robin Eubanks, specialista del mainstream esteticamente altezza Phil Ranelin, presenziare in 7 degli 11 brani insieme alla formazione-base; quest’ultima composta dal dinamismo di Daniel Rosenthal alla cornetta, dal sax alto dolphiano di Rick Stone, dalle sfaccettature pianistiche di Lefteris Kordis, e infine dalla ritmica di Greg Loughman al contrabbasso e di Paolo Lattanzi alle pelli.
Le leggere ef-fusion-i elettriche assaporate nel precedente lasceranno poi il passo ad un suono integralmente acoustic oriented, così come i momenti più bluesy e fumosi si prenderanno un break, avendo appurato qui il doppio forfait dato da chitarra elettrica e organo.
La corale brillantezza dei primi stacchi di Illusions, perdendo massa, cede al greve fiato di Eubanks, mentre un Kordis scalpitante in sordina non tarda a rubare la scena con un cristallino scioglilingua sulla tastiera; più blue-night l’atmosfera di The Transversality of Thoughs, romanticismo in jazz dove Kordis ancora una volta scioglie la propria anima attraverso gentili assoli che preludono a un sofisticato sali e scendi della tromba, lodata leggermente coll’uso del vibrato; Action and Reaction, fedele al titolo, cammina balzando no-stop da linee collettive a piccole re(l)azioni individuali, una sabbiosa esuberanza celante nel leitmotiv briciole armoniche masadiane puntellate da una carica esotica che ricorda il Creed Taylor easy master; e se il CTI man sembrerà di seguito ispirare sia le partenze sia le chiusure in chiave hardbop di Out There… e Neglected Potential, A White Page sceglie senza patinatura la via classica al confine con Bach; lirismo con (p)assaggi di fiati misti contamineranno la composizione più lunga del lotto, The Need for Essence, meditata tra la consueta forza bandistica della scrittura di Lattanzi in auge nelle prime battute con un prosieguo dichiaratamente moderno cagionato dall’utilizzo diagonale raggiunto dai controtempi; con Slowly parlare di cantilenato dolore colemaniano non porterebbe fuoristrada, ma tutt’altro, se la memoria ha bene a mente l’essenza di un must quale il celebre Lonely Woman; una quiete parlata stile saudade bakeriana diventa delicato mordente per le maglie di Gliding Away, conservando con senso di giustizia per la chiusura gli ultimi sprazzi di energia disponibili nelle incalzanti battute di So Many Puppets Around e Common Nonsense.
Nonostante le appurate differenze di stile, come sempre, la poetica di Lattanzi ci porterà a viaggiare su di un doppio binario attraversato coerentemente da tradizione e contemporaneità.


click to enlarge!click to enlarge!
Data Recensione: 11/7/2010
  Torna al Men Principale
 Archivio dell'anno 2010 ...

`Il crollo della stufa centrale´  

`Folkanization´  

`Babirussa Capibara´  

`Compassione e risentimento´  

`Improvisations 1-4´  

`C'est la dernière chanson´  

`The angular acceleration of light in the unsound mind of my uncle dead in Michigan´  

`At The Cut´  

`And´  

`The impossible story of Bubu´  

`Lake Effect´  

`Renegades´  

`6 canzoni´  

`Erimos´ // `Kapnos´  

`A Guide To The Music Of The 21st Century´  

`PIVIXKI´ // `End of Daze´  

`Comunicato n.2´  

`The Modern Expressing Machines Of Revolutionary Youth Laboratory´  

`Kristallivirta´ // `Monsters & Miasmas´ // `Little things´ // `Live at the LUCREZIA´ // `Tron´ // `Conference of the aquarians´  

`Controverso´  

`Sleepless Night´ / `Marit´  

`Pantagruele´  

`Abisso del passato 1 & 2´  

`Brewed in Belgium´  

`La Chanson de Mai´  

`Anche i Cinghiali Hanno la Testa´  

`A Little May Time Be´  

`You A Lie´  

`Cardinal´  

`Lamo La Stiabe´  

`To Humble a Nest´ // `Days´  

`Voices´  

`When The Rains Come´ // `Live at Cox 18, 17-10-2009´  

`Cono di ombra e luce´ // `Serendipity´  

`Sicotronic Records´  

`Il tempo dei lupi´  

`Someday I will be called upon regarding matters of tone - Collected Works: Volume One´  

`Dead man’s bones featuring the Silverlake conservatory of music children’s choir´  

`The Science of Chaotic Solutions´  

`The mutant affair´ // `Le politiche del prato´  

`ricamatrici´  

`Il Nuovo è Al Passo Coi Tempi´  

`Ode´  

`Larkin Grimm And Rosolina Mar´ // `Last Days Vol. II´  

`Noble Art ´  

`Yawling Night Songs´  

`Maddalena, Maria´  

`Twig and Twine´  

`Qui Jiang Lu´  

`Video Music´  

`III° Tagofest´  

`Sliptong´ // `Hazentijd´  

`Agaspastik´ // `Zero Centigrade´  

`Sui´  

`Black Lotos´ // `Silence Is The Only Music´ // `We Were The Phliks´ // `Celestial Flowings´  

`Infininiment´  

`La musica rock-progressiva europea´  

`La Vergine e la Rivoluzione´  

`da nessuna parte´  

`L’ultimo re´ // `Live at Arci Blob´  

`Distances´  

`ん´  

`Protoplasmic´  

`Doves Days in Palermo´ // `Diospyros´ // `Hyaline´  

`We’ve tried nothing and we’re all out of ideas´  

`Il fuoco´  

`24/01/2010´  

`Rrrruuuunnnniiii´  

`The carpenter´  

`Populargames´  

`Helen Money´ // `In Tune´  

`Holy Broken´  

`Orastanne´ // `Live @ LHUBrificio´  

`Ovations´  

`Rid the Tree of its Rain´  

`Il Nuovissimo Mondo´  

`E’ltica, Sermony Your Nihilism´  

`Dante Concert´  

`Tales From The Sky (H) Earth´ // `Meditation On Mystery Bird´ // `God Has A Dog Dog Has A God´  

`Kreuzung Zwei (Creatura Per Creaturam Continetur)´  

`Notte di mamma´  

`Multitude´  

`Sator´  

`Ghostly Garden´  

`Guano padano´ // `Musica per Ciarlatani Ballerine e Tabarin´  

`The Venetian Book of the Dead´  

`I Could not Love You More´  

`Fractal Psych-obsessions For Rural Chaos´  

`Sunlight & Water´  

`Razoj´  

`The World of Make Believe´  

`Siamo Nati Vegetali´  

`Popular Greggio´  

`We Are All Counting On You, William´  

`Iron Kim Style´  

`Kc´  

`The Road´  

`Fortresses´  

`Stateless´  

`Comfortable problems´  

`Extreme Dreaming´ // `Disco Blu´  

`Ai Piedi del Monte´  

`Seasick Blackout´  

`Mid Summer At The Winters´  

`In Absentia´  

`15 Improvisations for Solo Electric Guitar´ // `12 Improvised Compositions for Solo Electric Guitar´  

`Alle Basi della Roncola´  

`Scarnoduo´  

`Dna ep´ // `Hangover the top´ // `Made flesh´ // `Three hundred´  

`Sequens´ // `Hums´  

`Im Not As Good At It As You´  

`From The Wooden Floor´  

`Electric babyland´  

`Durée´  

`Volume 3 - r.u.g.h.e.´ // `Volume 4 – Onde´ // `Volume 5 - Demon Cycle, 1-9´  

`Progress/Regress´  

`Beurk´  

`Songs About Music´  

`In due corpi´  

`Tempesta di fiori´  

`Alive and Rising´ // `III´ // `Malelieve´  

`Yellow´ // `Drawings / Back To The Plants´ // `Alchemy´  

`Sold Out! (25 Soundtracks)´  

`Chicken Feet (Live at the Bimhuis)´  

`Never Pet A Burning Dog´  

`Low Sun / High Moon´  

`Phonometak #7´  

`Tube Overtures´  

`Music in Four Movements´  

`The City Of Simulation [14 audio-visual poems]´  

`Waiting For The Darkness´  

`L'isola´  

`Clan´  

`Our Prayer´ // `Up To Earth´  

`Harold Nono / Hidekazu Wakabayashi´  

`Tajga´  

`Techno Lovers´ // `Karel Thole´  

`Instruments of the Devil´