`Popular Greggio´

Autore disco:

Humus

Etichetta:

Autoprodotto (I)

Link:

www.myspace.com/humusinfabula

Formato:

CD

Anno di Pubblicazione:

2009

Titoli:

1) Cenere al vento 2) Ho visto 3) Giallo cinese 4) Oggi 5) Martino 6) Ora me ne vado 7) Lu bombo muscario 8) L'angelo disse 9) Quando vado via 10) Canzone per Aldo 11) La gattarina 12) La ballata de Il Grasso Bankiere

Durata:

48:49

Con:

Ugo Ferrari, Raffaello Nadini, Paolo Melindi Ghidi, Andrea Bertacchini, Roberto Manzini, Tiziano Popoli, Tristan Honsinger, Vaghelis Mercouris, Pellegrino Mazzucchi, Mario Sehtl, Eusebio Martinelli, Lalo Cibelli, Elisabetta Sacchetti, Valerio Renzetti, Massimo Chiodi, Vittorio Colombini, Gino Mazzoni, Giuseppe Pramazzoni, Giuseppe Degli Esposti

humus: una bestia ‘pillusa’ con cervello da cantautore, corpo da jazzista, anima latina e cuore da musicista di strada

x e. g. (no ©)

Questo è sicuramente un disco strano, e come cultore delle stranezze e delle particolarità, nonché delle contaminazioni, non posso non apprezzarlo. Ma dove sta la sua stranezza? Esattamente nel conflitto fra musiche estremamente sciolte e piacevoli ed una voce che, viceversa, suona spigolosa ed ‘antipatica’, cioè per niente ruffiana e/o piaciona. Si tratta di una dicotomia che mi ha fatto pensare subito a qualcuno o a qualcosa, ma il tutto suona talmente insolito e le eventuali influenze sono così ben camuffate e diluite l’una nell’altra che c’è voluto ben più di un ascolto per mettere a fuoco di chi o di cosa si trattasse, ma alla fine un nome è ben venuto fuori: Lucio Dalla e le sue canzoni più bislacche?
La musica degli Humus contiene aspetti tipicamente cantautorali (Martino, Quando vado via e L’angelo disse), interventi strumentali jazzati (soprattutto, ma non solo, negli interventi degli strumenti a fiato), ritmi di marca afro-latina (quasi sempre), musica popolare (l’intervento della Banda Cittadina di Marano sul Panaro in Giallo Cinese, il violino di Mario Sehtl in L’angelo disse e Cenere al vento, l’ud di Vaghelis Mercouris in Oggi e La gattarina…), finanche influenze punk (La ballata de Il Grasso Bankiere).
I testi (ad esclusione di Cenere al vento, Quando vado via e La ballata de Il Grasso Bankiere, che sono di Ugo Ferrari) vengono ripresi da lavori letterari e poetici di vari autori: Paolo De Benedetti (Martino e L’angelo disse), Tiziano Scarpa (La gattarina e Lu bombo muscario), Giorgio Incerti (Canzone per Aldo), Gianmarco Pedroni (Oggi e Ora me ne vado) e il misterioso Burdipar (Ho visto e Giallo cinese). Quindi si tratta di testi con un particolare valore letterario, e se è facile apprezzare la parole di La ballata de Il Grasso Bankiere o Canzone per Aldo (che narra un episodio della resistenza) la preferenza va infine a episodi più surreali quali Oggi, Ora me ne vado, L’angelo disse (davvero fantastico), La gattarina e Lu bombo muscario (scritti in un dialetto inventato di sana pianta).
Un plauso a tutti i musicisti (stanziali e ospiti), ma soprattutto a Ugo Ferrari che ha composto praticamente tutte le musiche e, con la sua voce singolare, ha piegato alla musica parole che erano state originariamente scritte a tutt’altro scopo.
“Popular Greggio”: un disco che all’inizio ti lascia perplesso ma che poi impari ad amare finendo per non poterne farne a meno.


click to enlarge!click to enlarge!
Data Recensione: 1/8/2010
  Torna al Men Principale
 Archivio dell'anno 2010 ...

`Il crollo della stufa centrale´  

`Folkanization´  

`Babirussa Capibara´  

`Compassione e risentimento´  

`Improvisations 1-4´  

`C'est la dernière chanson´  

`The angular acceleration of light in the unsound mind of my uncle dead in Michigan´  

`At The Cut´  

`And´  

`The impossible story of Bubu´  

`Lake Effect´  

`Renegades´  

`6 canzoni´  

`Erimos´ // `Kapnos´  

`A Guide To The Music Of The 21st Century´  

`PIVIXKI´ // `End of Daze´  

`Comunicato n.2´  

`The Modern Expressing Machines Of Revolutionary Youth Laboratory´  

`Kristallivirta´ // `Monsters & Miasmas´ // `Little things´ // `Live at the LUCREZIA´ // `Tron´ // `Conference of the aquarians´  

`Controverso´  

`Sleepless Night´ / `Marit´  

`Pantagruele´  

`Abisso del passato 1 & 2´  

`Brewed in Belgium´  

`La Chanson de Mai´  

`Anche i Cinghiali Hanno la Testa´  

`A Little May Time Be´  

`You A Lie´  

`Cardinal´  

`Lamo La Stiabe´  

`To Humble a Nest´ // `Days´  

`Voices´  

`When The Rains Come´ // `Live at Cox 18, 17-10-2009´  

`Cono di ombra e luce´ // `Serendipity´  

`Sicotronic Records´  

`Il tempo dei lupi´  

`Someday I will be called upon regarding matters of tone - Collected Works: Volume One´  

`Dead man’s bones featuring the Silverlake conservatory of music children’s choir´  

`The Science of Chaotic Solutions´  

`The mutant affair´ // `Le politiche del prato´  

`ricamatrici´  

`Il Nuovo è Al Passo Coi Tempi´  

`Ode´  

`Larkin Grimm And Rosolina Mar´ // `Last Days Vol. II´  

`Noble Art ´  

`Yawling Night Songs´  

`Maddalena, Maria´  

`Twig and Twine´  

`Qui Jiang Lu´  

`Video Music´  

`III° Tagofest´  

`Sliptong´ // `Hazentijd´  

`Agaspastik´ // `Zero Centigrade´  

`Sui´  

`Black Lotos´ // `Silence Is The Only Music´ // `We Were The Phliks´ // `Celestial Flowings´  

`Infininiment´  

`La musica rock-progressiva europea´  

`La Vergine e la Rivoluzione´  

`da nessuna parte´  

`L’ultimo re´ // `Live at Arci Blob´  

`Distances´  

`ん´  

`Protoplasmic´  

`Doves Days in Palermo´ // `Diospyros´ // `Hyaline´  

`We’ve tried nothing and we’re all out of ideas´  

`Il fuoco´  

`24/01/2010´  

`Rrrruuuunnnniiii´  

`The carpenter´  

`Populargames´  

`Helen Money´ // `In Tune´  

`Holy Broken´  

`Orastanne´ // `Live @ LHUBrificio´  

`Ovations´  

`Rid the Tree of its Rain´  

`Il Nuovissimo Mondo´  

`E’ltica, Sermony Your Nihilism´  

`Dante Concert´  

`Tales From The Sky (H) Earth´ // `Meditation On Mystery Bird´ // `God Has A Dog Dog Has A God´  

`Kreuzung Zwei (Creatura Per Creaturam Continetur)´  

`Notte di mamma´  

`Multitude´  

`Sator´  

`Ghostly Garden´  

`Guano padano´ // `Musica per Ciarlatani Ballerine e Tabarin´  

`The Venetian Book of the Dead´  

`I Could not Love You More´  

`Fractal Psych-obsessions For Rural Chaos´  

`Sunlight & Water´  

`Razoj´  

`The World of Make Believe´  

`Siamo Nati Vegetali´  

`Popular Greggio´  

`We Are All Counting On You, William´  

`Iron Kim Style´  

`Kc´  

`The Road´  

`Fortresses´  

`Stateless´  

`Comfortable problems´  

`Extreme Dreaming´ // `Disco Blu´  

`Ai Piedi del Monte´  

`Seasick Blackout´  

`Mid Summer At The Winters´  

`In Absentia´  

`15 Improvisations for Solo Electric Guitar´ // `12 Improvised Compositions for Solo Electric Guitar´  

`Alle Basi della Roncola´  

`Scarnoduo´  

`Dna ep´ // `Hangover the top´ // `Made flesh´ // `Three hundred´  

`Sequens´ // `Hums´  

`Im Not As Good At It As You´  

`From The Wooden Floor´  

`Electric babyland´  

`Durée´  

`Volume 3 - r.u.g.h.e.´ // `Volume 4 – Onde´ // `Volume 5 - Demon Cycle, 1-9´  

`Progress/Regress´  

`Beurk´  

`Songs About Music´  

`In due corpi´  

`Tempesta di fiori´  

`Alive and Rising´ // `III´ // `Malelieve´  

`Yellow´ // `Drawings / Back To The Plants´ // `Alchemy´  

`Sold Out! (25 Soundtracks)´  

`Chicken Feet (Live at the Bimhuis)´  

`Never Pet A Burning Dog´  

`Low Sun / High Moon´  

`Phonometak #7´  

`Tube Overtures´  

`Music in Four Movements´  

`The City Of Simulation [14 audio-visual poems]´  

`Waiting For The Darkness´  

`L'isola´  

`Clan´  

`Our Prayer´ // `Up To Earth´  

`Harold Nono / Hidekazu Wakabayashi´  

`Tajga´  

`Techno Lovers´ // `Karel Thole´  

`Instruments of the Devil´